Gran Premio di Turchia 2010

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Turchia Gran Premio di Turchia 2010
827º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 7 di 19 del Campionato 2010
Istanbul park.svg
Data 30 maggio 2010
Nome ufficiale VI Turkish Grand Prix
Circuito Istanbul
Percorso 5,338 km / 3,317 US mi
Pista permanente
Distanza 58 giri, 309,396 km/ 192,290 US mi
Risultati
Pole position Giro più veloce
Australia Mark Webber Russia Vitalij Petrov
RBR-Renault in 1'26"295 Renault in 1'29"165
(nel giro 57)
Podio
1. Regno Unito Lewis Hamilton
McLaren-Mercedes
2. Regno Unito Jenson Button
McLaren-Mercedes
3. Australia Mark Webber
RBR-Renault

Il Gran Premio di Turchia 2010 è la settima prova della stagione 2010 del Campionato mondiale di Formula 1. Si è corso domenica 30 maggio 2010 sul circuito di Istanbul Park a Istanbul. La gara è stata vinta da Lewis Hamilton su McLaren-Mercedes.

Vigilia[modifica | modifica sorgente]

Aspetti tecnici[modifica | modifica sorgente]

La Bridgestone, fornitore unico degli pneumatici, annuncia per questa gara gomme morbide e dure.[1] Da questo gran premio la Virgin Racing mette a disposizione anche di Lucas di Grassi una vettura col telaio modificato per ospitare un serbatoio più capiente.[2]

La Force India e la Red Bull presentano la loro versione del cosiddetto condotto F-duct anche se poi il team anglo-austriaco decide di non usarlo nelle qualifiche e in gara.[3]

Aspetti sportivi[modifica | modifica sorgente]

L'ex pilota britannico Johnny Herbert è indicato quale componente della commissione della FIA per il gran premio. Herbert aveva già svolto tale funzione nel Gran Premio della Malesia.[4]

Per la Scuderia Ferrari è l'800esimo gran premio, valido per il mondiale, a cui partecipa. Per festeggiare l'evento sull'ala motore della vettura appare un logo celebrativo.[5]

Prove[modifica | modifica sorgente]

Nella prima sessione del venerdì[6], si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Squadra-Motore Tempo Gap Giri
1 2 Regno Unito Lewis Hamilton Regno Unito McLaren-Mercedes 1'28"653 20
2 1 Regno Unito Jenson Button Regno Unito McLaren-Mercedes 1'29"615 0"962 21
3 3 Germania Michael Schumacher Germania Mercedes GP 1'29"750 1"097 24

Nella seconda sessione del venerdì[7], si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Squadra-Motore Tempo Gap Giri
1 1 Regno Unito Jenson Button Regno Unito McLaren-Mercedes 1'28"280 30
2 6 Australia Mark Webber Austria RBR-Renault 1'28"378 0"098 24
3 5 Germania Sebastian Vettel Austria RBR-Renault 1'28"590 0"310 27

Nella sessione del sabato mattina[8], si è avuta questa situazione:

Pos N Pilota Squadra-Motore Tempo Gap Giri
1 5 Germania Sebastian Vettel Austria RBR-Renault 1:27.086 18
2 4 Germania Nico Rosberg Germania Mercedes GP 1:27.359 0"273 16
3 2 Regno Unito Lewis Hamilton Regno Unito McLaren-Mercedes 1:27.396 0"310 14

Sakon Yamamoto ha sostituito Bruno Senna nelle prime prove libere del venerdì all'HRT.[9]

Qualifiche[modifica | modifica sorgente]

Nella sessione di qualifica si è avuta questa situazione[10]:

Pos Pilota Costruttore Q1 Q2 Q3 Griglia
1 6 Australia Mark Webber Austria RBR-Renault 1'27"500 1'26"818 1'26"295 1
2 2 Regno Unito Lewis Hamilton Regno Unito McLaren-Mercedes 1'27"667 1'27"013 1'26"433 2
3 5 Germania Sebastian Vettel Austria RBR-Renault 1'27"067 1'26"729 1'26"760 3
4 1 Regno Unito Jenson Button Regno Unito McLaren-Mercedes 1'27"555 1'27"277 1'26"781 4
5 3 Germania Michael Schumacher Germania Mercedes GP 1'27"756 1'27"438 1'26"857 5
6 4 Germania Nico Rosberg Germania Mercedes GP 1'27"649 1'27"141 1'26"952 6
7 11 Polonia Robert Kubica Francia Renault 1'27"766 1'27"426 1'27"039 7
8 7 Brasile Felipe Massa Italia Ferrari 1'27"993 1'27"200 1'27"082 8
9 12 Russia Vitalij Petrov Francia Renault 1'27"620 1'27"387 1'27"430 9
10 23 Giappone Kamui Kobayashi Svizzera BMW Sauber-Ferrari 1'28"158 1'27"434 1'28"122 10
11 14 Germania Adrian Sutil India Force India-Mercedes 1'27"951 1'27"525 11
12 8 Spagna Fernando Alonso Italia Ferrari 1'27"857 1'27"612 12
13 22 Spagna Pedro de la Rosa Svizzera BMW Sauber-Ferrari 1'28"147 1'27"879 13
14 16 Svizzera Sébastien Buemi Italia STR-Ferrari 1'28"534 1'28"273 14
15 9 Brasile Rubens Barrichello Regno Unito Williams-Cosworth 1'28"336 1'28"392 15
16 17 Spagna Jaime Alguersuari Italia STR-Ferrari 1'28"460 1'28"540 16
17 10 Germania Nicolas Hülkenberg Regno Unito Williams-Cosworth 1'28"227 1'28"841 17
18 15 Italia Vitantonio Liuzzi India Force India-Mercedes 1'28"958 18
19 18 Italia Jarno Trulli Malesia Lotus-Cosworth 1'30"237 19
20 19 Finlandia Heikki Kovalainen Malesia Lotus-Cosworth 1'30"519 20
21 24 Germania Timo Glock Regno Unito Virgin-Cosworth 1'30"744 21
22 21 Brasile Bruno Senna Spagna HRT-Cosworth 1'31"266 22
23 25 Brasile Lucas Di Grassi Regno Unito Virgin-Cosworth 1'31"989 23[11]
24 20 India Karun Chandhok Spagna HRT-Cosworth 1'32"060 24

Mark Webber conquista la terza pole di fila (settima su sette gare per la Red Bull), la quinta della carriera. In prima fila c'è Lewis Hamilton, mentre l'altro pilota della Red Bull, Sebastian Vettel, è terzo, limitato da un problema alla barra antirollio dell'ala posteriore.[12] Deludono le Ferrari, con Fernando Alonso che non entra in Q3, in cui entra per la prima volta Petrov.

Gara[modifica | modifica sorgente]

Resoconto[modifica | modifica sorgente]

Al via le due McLaren perdono una posizione rispetto a quella di partenza, forse sfavorite dal partire sul lato "sporco" del tracciato: Sebastian Vettel passa subito Lewis Hamilton così come Michael Schumacher passa Jenson Button. I due piloti inglesi però sono capaci di riprendersi la posizione già nel corso del primo giro di gara. Sébastien Buemi è costretto ad andare subito ai box per una foratura.

Hamilton pressa per diversi giri il battistrada Mark Webber finché, al giro 15, entrambi decidono di cambiare le gomme. Il pit del britannico dura qualche istante in più tanto che, all'uscita, è sopravanzato dall'altro pilota della RBR Vettel, che aveva anticipato il cambio gomme al giro precedente. Ai tre di testa, molto vicini, si aggiunge Jenson Button, formando così un plotone in testa di ben 4 vetture.

Al 40esimo giro Vettel, pressato anche da Hamilton, tenta il sorpasso sul compagno di squadra Webber alla staccata della curva 12. I due si toccano, con Vettel che danneggia irreparabilmente la vettura e si ritira; danni anche per l'australiano che deve fermarsi ai box per cambiare il musetto della vettura. Ciò dà via libera alle due McLaren che si ritrovano in testa.

Sette giri più tardi è il turno di Button di tentare di passare Hamilton. Il campione del mondo ottiene la testa della gara dopo un sorpasso sempre alla curva 12. Il primato dura poche curve: Hamilton attacca alla curva 1 e passa nuovamente in testa. Anche in questa caso vi è un contatto tra le due vetture, ma senza conseguenze. Gli ultimi giri vedono anche dei bei duelli nelle retrovie con Sutil che passa Kobayashi e Fernando Alonso che passa Petrov. Il russo è costretto a cambiare uno pneumatico forato, ma si consola col primo gpv della carriera in Formula 1.

Risultati[modifica | modifica sorgente]

I risultati del gran premio sono i seguenti:

Pos Pilota Team Giri Tempo/Ritiro Griglia Punti
1 2 Regno Unito Lewis Hamilton Regno Unito McLaren-Mercedes 58 1h28'47"620 2 25
2 1 Regno Unito Jenson Button Regno Unito McLaren-Mercedes 58 +2"645 4 18
3 6 Australia Mark Webber Austria RBR-Renault 58 +24"285 1 15
4 3 Germania Michael Schumacher Germania Mercedes GP 58 +31"110 5 12
5 4 Germania Nico Rosberg Germania Mercedes GP 58 +32"266 6 10
6 11 Polonia Robert Kubica Francia Renault 58 +32"824 7 8
7 7 Brasile Felipe Massa Italia Ferrari 58 +36"635 8 6
8 8 Spagna Fernando Alonso Italia Ferrari 58 +46"544 12 4
9 14 Germania Adrian Sutil India Force India-Mercedes 58 +49"029 11 2
10 23 Giappone Kamui Kobayashi Svizzera BMW Sauber-Ferrari 58 +1'05"650 10 1
11 22 Spagna Pedro de la Rosa Svizzera BMW Sauber-Ferrari 58 +1'05"944 13
12 17 Spagna Jaime Alguersuari Italia STR-Ferrari 58 +1'07"800 16
13 15 Italia Vitantonio Liuzzi India Force India-Mercedes 57 +1 giro 18
14 9 Brasile Rubens Barrichello Regno Unito Williams-Cosworth 57 +1 giro 15
15 12 Russia Vitalij Petrov Francia Renault 57 +1 giro 9
16 16 Svizzera Sébastien Buemi Italia STR-Ferrari 57 +1 giro 14
17 10 Germania Nico Hülkenberg Regno Unito Williams-Cosworth 57 +1 giro 17
18 24 Germania Timo Glock Regno Unito Virgin-Cosworth 55 +3 giri 21
19 25 Brasile Lucas Di Grassi Regno Unito Virgin-Cosworth 55 +3 giri 24
20 20 India Karun Chandhok Spagna HRT-Cosworth 52 Pompa della benzina 23
Rit 21 Brasile Bruno Senna Spagna HRT-Cosworth 46 Pressione della benzina 22
Rit 5 Germania Sebastian Vettel Austria RBR-Renault 39 Collisione 3
Rit 19 Finlandia Heikki Kovalainen Malesia Lotus-Cosworth 33 Idraulica 20
Rit 18 Italia Jarno Trulli Malesia Lotus-Cosworth 32 Idraulica 19

Classifiche Mondiali[modifica | modifica sorgente]

Costruttori[modifica | modifica sorgente]

Pos Team Punti
1 Regno Unito McLaren-Mercedes 172
2 Austria RBR-Renault 171
2 Italia Ferrari 146
4 Germania Mercedes GP 100
5 Francia Renault 73
6 India Force India-Mercedes 32
7 Regno Unito Williams-Cosworth 8
8 Italia STR-Ferrari 4
9 Svizzera BMW Sauber-Ferrari 1

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Bridgestone Motorsport announces 2010 F1 tyre specifications, bridgestonemotorsport.com, 23-3-2010. URL consultato il 4-4-2010.
  2. ^ Di Grassi può partire con il pieno, f1.gpupdate.net, 27-5-2010. URL consultato il 28-5-2010.
  3. ^ Red Bull senza f-duct nelle ultime libere, f1.gpupdate.net, 28-5-2010. URL consultato il 31-5-2010.
  4. ^ Herbert ancora steward aggiunto in Turchia, f1.gpupdate.net, 26-5-2010. URL consultato il 27-5-2010.
  5. ^ Formula 1, la Ferrari festeggia 800 Gp-In Turchia F10 versione “anniversario”, ilmessaggero.it, 28-5-2010. URL consultato il 30-5-2010.
  6. ^ Prima sessione di prove libere del venerdì
  7. ^ Seconda sessione di prove libere del venerdì
  8. ^ Sessione di prove libere del sabato
  9. ^ Massimo Costa, Istanbul - Libere 1 -Hamilton domina la sessione, italiaracing.net, 28-5-2010. URL consultato il 29-5-2010.
  10. ^ Sessione di qualifica
  11. ^ Lucas Di Grassi parte dai box per aver sostituto il motore. Massimo Costa, Istanbul - Gara-Vince Hamilton, Vettel che rischio, italiaracing.net, 30-5-2010. URL consultato il 31-5-2010.
  12. ^ Vettel rallentato da un problema alla barra antirollio posteriore, f1grandprix.motorionline.com, 29-5-2010. URL consultato il 30-5-2010.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 2010
Flag of Bahrain.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Turkey.svg Flag of Canada.svg Flag of Europe.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Japan.svg Flag of South Korea.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Arab Emirates.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
2009
Gran Premio di Turchia
Edizione successiva:
2011
Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1