Gran Premio del Canada 2010

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Canada Gran Premio del Canada 2010
828º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 8 di 19 del Campionato 2010
Circuit Gilles Villeneuve.svg
Data 13 giugno 2010
Nome ufficiale XLVII Grand Prix du Canada
Circuito Montreal
Percorso 4,361 km / 2,71 US mi
Circuito cittadino
Distanza 70 giri, 305,27 km/ 189,7 US mi
Risultati
Pole position Giro più veloce
Regno Unito Lewis Hamilton Polonia Robert Kubica
McLaren-Mercedes in 1'15"105 Renault in 1'16"972
(nel giro 67)
Podio
1. Regno Unito Lewis Hamilton
McLaren-Mercedes
2. Regno Unito Jenson Button
McLaren-Mercedes
3. Spagna Fernando Alonso
Ferrari

Il Gran Premio del Canada 2010 si è corso il 13 giugno sul Circuito di Montreal a Montreal. Il gran premio è tornato nel calendario mondiale dopo la pausa del 2009. La gara è stata vinta da Lewis Hamilton su McLaren-Mercedes.

Vigilia[modifica | modifica sorgente]

Aspetti tecnici[modifica | modifica sorgente]

La Bridgestone, fornitore unico degli pneumatici, porta per questo gran premio coperture supermorbide e medie.[1] Il manto stradale del circuito viene rifatto in molti punti in quanto nell'ultima edizione, quella del 2008, vi era stata una pericolosa usura negli pneumatici.[2]

Aspetti sportivi[modifica | modifica sorgente]

Il due volte campione del mondo di Formula 1 Emerson Fittipaldi è nominato quale commissario del gran premio, in aggiunta ai tre steward della FIA.[3] La Red Bull Racing decide, dopo l'incidente di Istanbul di esonerare Ciaron Pilbeam dal ruolo di ingegnere della vettura di Mark Webber.[4]

Prove[modifica | modifica sorgente]

Nella prima sessione del venerdì[5], si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Tempo Gap Giri
1 1 Regno Unito Jenson Button Regno Unito McLaren-Mercedes 1'18"127 23
2 3 Germania Michael Schumacher Germania Mercedes GP 1'18"285 0"158 19
3 2 Regno Unito Lewis Hamilton Regno Unito McLaren-Mercedes 1'18"352 0"225 19

Nella seconda sessione del venerdì[6], si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Tempo Gap Giri
1 5 Germania Sebastian Vettel Austria RBR-Renault 1'16"877 32
2 8 Spagna Fernando Alonso Italia Ferrari 1'16"963 0"086 35
3 4 Germania Nico Rosberg Germania Mercedes GP 1'17"151 0"274 34

Nella sessione del sabato mattina[7], si è avuta questa situazione:

Pos N Pilota Costruttore Tempo Gap Giri
1 2 Regno Unito Lewis Hamilton Regno Unito McLaren-Mercedes 1'16"058 15
2 6 Australia Mark Webber Austria RBR-Renault 1'16"340 0"282 16
3 8 Spagna Fernando Alonso Italia Ferrari 1'16"495 0"437 19

Qualifiche[modifica | modifica sorgente]

Resoconto[modifica | modifica sorgente]

Lewis Hamilton conquista la prima pole stagionale, interrompendo così una striscia di partenze al palo della Red Bull Racing che durava da ben sette gare. Le due vetture anglo-austriache conquistano comunque la seconda e terza piazza con Mark Webber e Sebastian Vettel, rispettivamente. Fernando Alonso chiude quarto, mentre delude Michael Schumacher che è solo tredicesimo, e non partecipa alla Q3.

Curioso il contrattempo di Hamilton al termine delle prove. A causa della scarsità di benzina rimasta nel serbatoio, che non consentirebbe il prelievo da parte dei commissari per il controllo della stessa, viene invitato dalla sua scuderia ad abbandonare la vettura lungo il tracciato, subito dopo aver tagliato il traguardo. Il pilota britannico tenta anzi anche di spingere la vettura, prima di essere fermato dagli steward. Il pilota è stato multato di 10 000 $ per non aver fermato la vettura nello spazio dei box.[8]

Risultati[modifica | modifica sorgente]

Pos Pilota Costruttore Q1 Q2 Q3 Griglia
1 2 Regno Unito Lewis Hamilton Regno Unito McLaren-Mercedes 1'15"889 1'15"528 1'15"105 1
2 6 Australia Mark Webber Austria RBR-Renault 1'16"423 1'15"692 1'15"373 7[9]
3 5 Germania Sebastian Vettel Austria RBR-Renault 1'16"129 1'15"556 1'15"420 2
4 8 Spagna Fernando Alonso Italia Ferrari 1'16"171 1'15"597 1'15"435 3
5 1 Regno Unito Jenson Button Regno Unito McLaren-Mercedes 1'16"371 1'15"742 1'15"520 4
6 15 Italia Vitantonio Liuzzi India Force India-Mercedes 1'17"086 1'16"171 1'15"648 5
7 7 Brasile Felipe Massa Italia Ferrari 1'16"673 1'16"314 1'15"688 6
8 11 Polonia Robert Kubica Francia Renault 1'16"370 1'15"682 1'15"715 8
9 14 Germania Adrian Sutil India Force India-Mercedes 1'16"495 1'16"295 1'15"881 9
10 4 Germania Nico Rosberg Germania Mercedes GP 1'16"350 1'16"001 1'16"071 10
11 9 Brasile Rubens Barrichello Regno Unito Williams-Cosworth 1'16"880 1'16"434 11
12 10 Germania Nico Hulkenberg Regno Unito Williams-Cosworth 1'16"770 1'16"438 12
13 3 Germania Michael Schumacher Germania Mercedes GP 1'16"598 1'16"492 13
14 12 Russia Vitaly Petrov Francia Renault 1'16"569 1'16"844 14
15 16 Svizzera Sébastien Buemi Italia STR-Ferrari 1'17"356 1'16"928 15
16 17 Spagna Jaime Alguersuari Italia STR-Ferrari 1'17"027 1'17"029 16
17 22 Spagna Pedro de la Rosa Svizzera BMW Sauber-Ferrari 1'17"611 1'17"384 17
18 23 Giappone Kamui Kobayashi Svizzera BMW Sauber-Ferrari 1'18"019 18
19 19 Finlandia Heikki Kovalainen Malesia Lotus-Cosworth 1'18"237 19
20 18 Italia Jarno Trulli Malesia Lotus-Cosworth 1'18"698 20
21 24 Germania Timo Glock Regno Unito Virgin-Cosworth 1'18"941 21
22 21 Brasile Bruno Senna Spagna HRT-Cosworth 1'19"484 22
23 25 Brasile Lucas di Grassi Regno Unito Virgin-Cosworth 1'19"675 23
24 22 India Karun Chandhok Spagna HRT-Cosworth 1'27"757 24

Gara[modifica | modifica sorgente]

Resoconto[modifica | modifica sorgente]

Alla partenza scattano bene Lewis Hamilton, Sebastian Vettel e Fernando Alonso; Felipe Massa tenta di passare Jenson Button ma, spostandosi sul lato sinistro della pista, tocca il sopraggiungente Vitantonio Liuzzi; le due vetture si toccano più volte, con la monoposto dell'italiano che termina in testacoda. Entrambi sono costretti a rientrare ai box per cambiare il musetto. Al termine del primo giro si ritira Kobayashi per un incidente, che lo fa sbattere contro un muretto.

La prima parte della gara è caratterizzata da un alto numero di pit-stop, dovuti al veloce decadimento delle gomme. Nei primi giri le Red Bull sembrano le vetture più competitive, utilizzando coperture della mescola più dura, con Vettel che guida la corsa, dopo le soste contemporanee, al settimo giro, di Hamilton e Alonso. Nell'uscire dai box Alonso affianca l'inglese, passandolo al termine della corsia stessa.

Kamui Kobayashi termina la sua gara contro il muro dei campioni.

Ai giri 13 e 14 è la volta del pit per le due Red Bull; va in testa così Sebastien Buemi della Scuderia Toro Rosso, per la prima volta in carriera. Nelle retrovie, intanto, Michael Schumacher ingaggia un bel duello con Robert Kubica, riuscendo a mantenere la settima posizione. L'escursione sul prato costringe il tedesco a cambiare nuovamente gli pneumatici.

Buemi resiste all'attacco di Alonso al tornante dell'Epingle, prima di andare anche lui a cambiare le gomme. Poco dopo Hamilton passa Alonso e si pone nuovamente in testa alla gara. Dietro loro due c'è Button, seguito da Vettel, poi Webber, Kubica, Sutil, Buemi, Nico Rosberg e Nico Hülkenberg, a chiudere la zona punti.

Al giro 25 Alonso attacca Hamilton, ma senza successo; poi il ferrarista si ritrova in testa per il passaggio ai box del britannico. Nello stesso giro Sutil attacca Kubica per la sesta posizione. Il tedesco della Force India passa il pilota polacco sul lungo rettifilo prima dell'arrivo, col portacolori della Renault che in staccata ripassa il tedesco, ma solo per entrare nella corsia dei box a cambiare gli pneumatici. La manovra provoca una foratura a Sutil.

Dopo il pit di Alonso, è Webber primo davanti a Hamilton e lo stesso spagnolo. Seguono Button, Vettel, Buemi, Kubica, Rosberg, Schumacher e Alguersuari. Hülkenberg viene intanto penalizzato con un drive-through per un aver superato il limite di velocità nei box. L'australiano sconta però l'usura degli pneumatici, tanto che al cinquantesimo giro viene passato da Hamilton e pressato da Alonso, prima di decidere di montare gomme morbide.

Anche Alonso sembra scontare dei problemi con gli pneumatici; perde terreno da Hamilton e, a causa di un'indecisione nel doppiaggio di Karun Chandhok, viene passato anche da Button.

Negli ultimi giri è protagonista Schumacher. Prima viene passato da Buemi, perdendo l'ottavo posto; poi si difende da Massa al giro 63, col brasiliano che è costretto a sostituire il musetto danneggiato; infine nell'ultimo giro è passato dalle due Force India, uscendo dalla zona punti.

Vince ancora Hamilton, davanti al compagno di scuderia Button e ad Alonso; i due della Red Bull, Vettel e Webber, chiudono quarto e quinto, rispettivamente. Robert Kubica conquista il primo giro più veloce della carriera. Per la prima volta dal Gran Premio degli Stati Uniti 1991 sul podio vanno tre campioni del mondo.[10]

Risultati[modifica | modifica sorgente]

I risultati del gran premio sono i seguenti:

Pos Pilota Costruttore Giri Tempo/Ritiro Griglia Punti
1 2 Regno Unito Lewis Hamilton Regno Unito McLaren-Mercedes 70 1h33'53"456 1 25
2 1 Regno Unito Jenson Button Regno Unito McLaren-Mercedes 70 +2"2 4 18
3 8 Spagna Fernando Alonso Italia Ferrari 70 +9"2 3 15
4 5 Germania Sebastian Vettel Austria RBR-Renault 70 +37"8 2 12
5 6 Australia Mark Webber Austria RBR-Renault 70 +39"2 7 10
6 4 Germania Nico Rosberg Germania Mercedes GP 70 +56"0 10 8
7 11 Polonia Robert Kubica Francia Renault 70 +57"3 8 6
8 16 Svizzera Sébastien Buemi Italia STR-Ferrari 69 +1 Giro 15 4
9 15 Italia Vitantonio Liuzzi India Force India-Mercedes 69 +1 Giro 5 2
10 14 Germania Adrian Sutil India Force India-Mercedes 69 +1 Giro 9 1
11 3 Germania Michael Schumacher Germania Mercedes GP 69 +1 Giro 12
12 17 Spagna Jaime Alguersuari Italia STR-Ferrari 69 +1 Giro 16
13 10 Germania Nico Hülkenberg Regno Unito Williams-Cosworth 69 +1 Giro 12
14 9 Brasile Rubens Barrichello Regno Unito Williams-Cosworth 69 +1 Giro 11
15 7 Brasile Felipe Massa Italia Ferrari 69[11] +1 Giro 6
16 19 Finlandia Heikki Kovalainen Malesia Lotus-Cosworth 68 +2 Giri 19
17 12 Russia Vitaly Petrov Francia Renault 68 +2 Giri 14
18 20 India Karun Chandhok Spagna HRT-Cosworth 66 +4 Giri 24
19 25 Brasile Lucas Di Grassi Regno Unito Virgin-Cosworth 65 +5 Giri 23
Rit 24 Germania Timo Glock Regno Unito Virgin-Cosworth 55 Sterzo 21
Rit 18 Italia Jarno Trulli Malesia Lotus-Cosworth 47 Freni 20
Rit 22 Spagna Pedro de la Rosa Svizzera BMW Sauber-Ferrari 31 Motore 17
Rit 21 Brasile Bruno Senna Spagna HRT-Cosworth 14 Cambio 22
Rit 23 Giappone Kamui Kobayashi Svizzera BMW Sauber-Ferrari 1 Incidente 18

Classifiche Mondiali[modifica | modifica sorgente]

Costruttori[modifica | modifica sorgente]

Pos Team Punti
1 Regno Unito McLaren-Mercedes 215
2 Austria RBR-Renault 193
3 Italia Ferrari 161
4 Germania Mercedes GP 108
5 Francia Renault 79
6 India Force India-Mercedes 35
7 Italia STR-Ferrari 8
8 Regno Unito Williams-Cosworth 8
9 Svizzera BMW Sauber-Ferrari 1

Decisioni della FIA[modifica | modifica sorgente]

I commissari hanno ammonito Robert Kubica per la manovra compiuta ai danni di Adrian Sutil; anche Jaime Alguersuari è stato richiamato per l'incidente con Rubens Barrichello. Nessuna reprimenda invece nei confronti del contatto tra Schumacher e Massa.[12]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) 2010 Canadian F1 Grand Prix Preview, bridgestonemotorsport.com, 7-6-2010. URL consultato il 9-6-2010.
  2. ^ Montreal, rifatto parte del manto stradale, f1.gpupdate.net, 9-6-2010. URL consultato il 10-6-2010.
  3. ^ Fittipaldi commissario sportivo Fia, omnicorse.it, 10-6-2010. URL consultato il 10-6-2010.
  4. ^ Red Bull: Horner ha esonerato l’ingegnere di Webber, f1grandprix.motorionline.com, 10-6-2010. URL consultato il 10-6-2010.
  5. ^ Prima sessione di prove libere del venerdì
  6. ^ Seconda sessione di prove libere del venerdì
  7. ^ Sessione di prove libere del sabato
  8. ^ Hamilton multato per lo stop fuori dai box, f1.gpupdate.net, 12-6-2010. URL consultato il 13-6-2010.
  9. ^ Mark Webber penalizzato di 5 posizioni per aver sostituito la frizione. Montreal - Webber partirà settimo, italiaracing.net, 13-6-2010. URL consultato il 14-6-2010.
  10. ^ Un podio di campioni: il primo dal 1991, f1.gpupdate.net, 14-6-2010. URL consultato il 15-6-2010.
  11. ^ Felipe Massa penalizzato di 20 secondi, al termine della gara, per non aver rispettato il limite di velocità nei box. Montreal - Massa penalizzato, italiaracing.net, 13-6-2010. URL consultato il 14-6-2010.
  12. ^ GP Canada: Kubica e Alguersuari richiamati dai commissari, Schumacher assolto, f1grandprix.motorionline.com, 13-6-2010. URL consultato il 14-6-2010.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 2010
Flag of Bahrain.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Turkey.svg Flag of Canada.svg Flag of Europe.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Japan.svg Flag of South Korea.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Arab Emirates.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
2008
Gran Premio del Canada
Edizione successiva:
2011
Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1