Michelin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Manufacture Française des Pneumatiques Michelin S.C.A.
Logo
Stato Francia Francia
Tipo Società in accomandita per azioni
Borse valori Euronext: FR0000121261
Fondazione 1888
Sede principale Clermont-Ferrand
Persone chiave
Settore Manifattura
Prodotti Pneumatici
Fatturato Green Arrow Up.svg 17,89 miliardi (2010)
Utile netto Green Arrow Up.svg 1,04 miliardi
Dipendenti 111.100 (2010)
Sito web www.michelin.com

Michelin (nome completo Manufacture Française des Pneumatiques Michelin) è una delle principali aziende mondiali produttrici di pneumatici.

Con sede a Clermont-Ferrand in Francia, è anche famosa nel mondo per le Guide Michelin, guide turistiche diventate una delle classifiche di riferimento dei migliori ristoranti.

Fondata nel 1889, l'azienda ha una settantina di stabilimenti produttivi dislocati nei 5 continenti che producono 180 milioni di pneumatici ogni anno ed è presente commercialmente in oltre 170 paesi del mondo con una quota del mercato mondiale pari al 20%.

Fino al maggio 2006 è stata guidata da un erede della famiglia, Edouard Michelin, morto annegato in naufragio durante una battuta di pesca in Bretagna.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondata ufficialmente il 28 maggio 1889 dai fratelli Édouard e André Michelin, le attività della Michelin erano in realtà iniziate già nel 1830 con la gomma vulcanizzata, prima di concentrarsi sugli pneumatici per biciclette e successivamente per automobili. Tra il 1934 e il 1976 l'azienda è stata anche proprietaria della casa automobilistica Citroën.

Nel 1981 assorbe l'azienda di pneumatici Kléber.

Nel 1988, Michelin ha acquistato la divisione pneumatici della statunitense BF Goodrich, e due anni dopo la Uniroyal.

La Michelin ha inventato uno pneumatico antiscoppio, capace di evitare lo sgonfiamennto completo di una gomma forata, con una resistenza di svariati chilometri anche a velocità di 100 km/ora.

Bibendum - L'omino Michelin[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Omino Michelin.
L'omino Michelin nei primi anni Novanta

Il simbolo aziendale è l'omino Michelin, creato nel 1898 dall'artista francese O'Galop (pseudonimo di Marius Rossillon). Si tratta di uno dei più antichi marchi registrati, il cui vero nome è Bibendum dalla celebre frase del poeta latino Orazio, nunc est bibendum, usato da Michelin all'inizio del XX secolo. Oggi Bibendum, rappresentando Michelin in oltre 150 Paesi, è uno dei marchi più riconosciuti al mondo. Il corpo dell'omino è composto da camere d'aria di pneumatici.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

La Michelin è attiva in molte competizioni automobilistiche e motociclistiche.

Motomondiale[modifica | modifica wikitesto]

Ha partecipato come fornitore di pneumatici dal 1973 al 2008, portando notevole sviluppo nel settore: ha introdotto la costruzione radiale nel 1984, e la costruzione multimescola nel 1994. Le moto gommate Michelin hanno ottenuto 360 vittorie in 36 anni, e dal 1993 al 2006 il campionato del mondo è stato vinto da piloti su Michelin.[1]

Nel 2007 Casey Stoner con gomme Bridgestone ha vinto il campionato del mondo. Valentino Rossi e gli altri piloti hanno lamentato il fatto che le Michelin erano inferiori; Rossi è così passato alla Bridgestone per la stagione 2008. Nel 2008 gli pneumatici Michelin hanno continuato ad essere percepiti come inferiori a Bridgestone; inoltre Michelin ha commesso degli errori di valutazione nella concessione di pneumatici adeguati per alcuni fine settimana di gara, così la squadra di Dani Pedrosa è passata a Bridgestone a metà stagione, una mossa molto inusuale che ha causato l'attrito tra Honda Racing Corporation ed il loro sponsor Repsol YPF. Anche altri piloti hanno espresso delle preoccupazioni e sembrava che la Michelin potesse non avere alcun pilota per la stagione 2009.

La Dorna e FIM hanno annunciato che si sarebbe adottato lo pneumatico unico per la stagione 2009 del MotoGP[2][3][4] Dal 2016 la casa del Bibendum tornerà nella MotoGP come fornitore unico.

Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

Michelin
Fornitore di pneumatici
Stagioni 1977-1984, 2001-2006
GP disputati 215
GP vinti 102
Pole position 111
Aggiornato al GP del Brasile 2006

La Michelin ha partecipato alla Formula 1 dal 1977 al 1984 vincendo 59 Gran Premi; l'esordio in gara è avvenuto al Gran Premio di Gran Bretagna il 16 luglio 1977 con la Renault anch'essa all'esordio con la propria vettura dotata di turbocompressore in una squadra completamente francese. La prima vittoria arriva l'anno successivo al Gran Premio del Brasile con la Ferrari passata al costruttore francese, ed è grazie alla Ferrari anche la vittoria nel 1979 del campionato piloti e costruttori.

Pneumatico Michelin del 2005 montato su RenaultF1

La Michelin è poi rientrata in F1 nel 2001 per sfidare la Bridgestone in quel momento unica fornitrice, ritrovando la vittoria al Gran Premio di San Marino con la Williams-BMW di Ralf Schumacher, ma in generale cedendo alla supremazia della Ferrari con gomme Bridgestone, nonostante le vetture dotate di gomme Michelin negli anni successivi avrebbero avuto prestazioni nettamente superiori a quelle dei gommati Bridgestone (ad eccezione proprio della Ferrari dominatrice).

La stagione 2005 ha visto la prima vittoria in un campionato piloti (con Fernando Alonso) e costruttori (con Renault) dopo il ritorno, anche se la stagione è stata segnata dalla controversia relativa al Gran Premio degli Stati Uniti (dove tutte le scuderie gommate dal Bibendum si sono ritirate nel giro di ricognizione) che ha portato a un duro scontro con la Federazione Internazionale dell'Automobile tanto da convincere l'azienda francese ad abbandonare lo sport dopo la fine della stagione 2006, vinta dalla stessa accoppiata dell'anno prima. A partire dal 2007 la FIA ha infatti imposto un unico fornitore di pneumatici scelto attraverso gara d'appalto, motivando tale scelta con una maggiore sicurezza dei piloti dovuta alla mancanza di competizione tra le diverse case fornitrici.

Nel 2010 si è proposta per essere fornitore unico di Formula 1, ma è stata battuta dalla Pirelli.

Rally[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2011 la casa del Bibendum diventa fornitore unico del Campionato mondiale rally proprio al posto della Pirelli. Già in passato comunque la Michelin si era impegnata in tali gare con ottimi risultati.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ I risultati nel motomondiale
  2. ^ MOTO-RACING - MOTOGP: Why Dorna is Threatening to Impose a Spec Tire - SPEEDtv.com
  3. ^ MOTO-RACING - MOTOGP: Michelin’s Last Stand (Part I) - SPEEDtv.com
  4. ^ MOTO-RACING - MOTOGP: Michelin’s Last Stand (Part II) - SPEEDtv.com

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]