Renault R25

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Renault R25
Fernando Alonso 2005 Britain.jpg
Alonso impegnato al Gran Premio di Gran Bretagna
Descrizione generale
Costruttore bandiera  Renault
Categoria Formula 1
Squadra Equipe Renault Elf
Progettata da Bob Bell, Mark Smith
Sostituisce Renault R24
Sostituita da Renault R26
Descrizione tecnica
Meccanica
Telaio Renault, monoscocca in fibra di carbonio
Motore V10 Renault a 72°, 3 litri
Trasmissione Renault, cambio sequenziale a 6 rapporti + retromarcia
Dimensioni e pesi
Lunghezza 4 800 mm
Larghezza 1 800 mm
Altezza 950 mm
Peso 605 kg
Altro
Carburante ELF Aquitaine
Pneumatici Michelin
Avversarie McLaren MP4-20
Risultati sportivi
Debutto Gran Premio d'Australia 2005
Piloti Fernando Alonso, Giancarlo Fisichella
Palmares
Corse Vittorie Pole Giri veloci
19 8 7 3
Campionati costruttori 1 (2005)
Campionati piloti 1 (Fernando Alonso, 2005)

La Renault R25 fu la vettura con cui il team Renault corse il Campionato mondiale di Formula 1 2005. Progettata da Bob Bell e Mark Smith, che aveva però lasciato la squadra alla fine dell'estate 2004,[1] era guidata da Fernando Alonso e Giancarlo Fisichella. La R25 fu in assoluto la prima monoposto della casa francese a vincere sia il mondiale piloti che quello costruttori, successo ripetuto solamente l'anno successivo dalla R26.

La vettura[modifica | modifica wikitesto]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Alonso ai box con la sua R25. Notare nella parte posteriore gli scarichi del motore, molto bassi e senza alcuna ciminiera.

La R25 si presentava come un'evoluzione della vettura dell'anno precedente,[2] ma presentava notevoli differenze: anzitutto la parte anteriore della vettura si adattava ai nuovi regolamenti e presentava un alettone molto stretto, simile alla Bar 007,[2] poi vennero modificati i terminali degli scarichi del motore, i quali furono resi più bassi, e scomparvero pure le ciminiere utilizzate solitamente dalla Ferrari.[3] Anche le sospensioni vennero notevolmente ristrutturate: quelle anteriori presentavano i triangoli alzati il più possibile da terra,[3] mentre quelle posteriori vennero irrobustite, anche in seguito all'incidente avuto da Trulli al Gran Premio di Gran Bretagna.[2][3] Un'altra importante novità riguardo all'adozione da parte del team francese della centralina elettronica Marelli Step 11, che permetteva un maggior risparmio di peso e faceva parte di un'unica struttura insieme a motore e telaio.[4] I progettisti cercarono inoltre di eliminare i problemi di usura delle gomme avuti durante la stagione precedente, soprattutto da Trulli e Villeneuve e di migliorare il comportamento della vettura in curva.[4] Sia il motore che il cambio vennero poi modificati e venne aumentata pure la capienza del serbatoio.[2] Infine vennero snellite le fiancate, con particolare attenzione al sistema di raffreddamento.[2]

Presentazione[modifica | modifica wikitesto]

Giancarlo Fisichella, autore del miglior tempo durante i test di Barcellona e vincitore della prima gara stagionale con la R25.

La R25 venne presentata il 1º febbraio a Montecarlo, sia perché l'anno precedente sul circuito monegasco la casa francese aveva ottenuto l'unica vittoria della stagione sia, soprattutto, per eludere il divieto di esporre loghi di aziende produttrici di tabacco imposto sul suolo transalpino.[2] Non si trattò, però, delle prima uscita vettura, in quanto la monoposto era già scesa in pista la settimana precedente a Valencia.[2]

Test invernali[modifica | modifica wikitesto]

Il debutto in pista della R25 avvenne sul circuito di Valencia il 25 gennaio.[5] I primi giorni evidenziarono alcuni problemi e, in particolare Alonso, non riuscì a percorrere molti chilometri.[6] Solo nel fine settimana i due alfieri della Renault poterono girare regolarmente, ottenendo ottimi parziali ed entrambi si dichiararono soddisfatti del comportamento della monoposto,[4] tanto che Fisichella affermò di essere in grado di lottare per il mondiale.[7] Anche lo spostamento delle prove a Barcelona non cambiò i valori in campo e l'italiano e lo spagnolo conquistarono tempi lusinghieri, nonostante alcuni problemi al motore.[8] La squadra si presentò quindi ad inizio stagione come la favorita per il titolo.[9]

La stagione[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

(I risultati in grassetto indicano le pole position; quelli in corsivo i giri veloci)

Anno Team Motore Gomme Piloti 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 Punti CMC
2005 Renault Renault V10 M AUS MAL BHR SMR ESP MON EUR CAN USA FRA GBR GER HUN TUR ITA BEL BRA JPN CHN 191
Fernando Alonso 3 1 1 1 2 4 1 Rit NP 1 2 1 11 2 2 2 3 3 1
Giancarlo Fisichella 1 Rit Rit Rit 5 12 6 Rit NP 6 4 4 9 4 3 Rit 5 2 4

La R25 nei media[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cesare Maria Mannucci, R25, ricordi di vetture di serie in Autosprint, 1° luglio 2005, p. 27.
  2. ^ a b c d e f g Cesare Maria Mannucci, R25, ricordi di vetture di serie in Autosprint, 1° luglio 2005, p. 25.
  3. ^ a b c Cesare Maria Mannucci, R25, ricordi di vetture di serie in Autosprint, 1° luglio 2005, p. 28.
  4. ^ a b c Cesare Maria Mannucci, R25, ricordi di vetture di serie in Autosprint, 1° luglio 2005, p. 26.
  5. ^ Debutta la Renault R25: Alonso fa 15 giri in La Gazzetta dello Sport, 26 gennaio 2005, p. 27.
  6. ^ Heidfeld precede Pizzonia Renault, problemi elettrici in La Gazzetta dello Sport, 27 gennaio 2005, p. 23.
  7. ^ Paolo Ianeri, La Renault è già in forma mondiale in La Gazzetta dello Sport, 03 febbraio 2005, p. 29.
  8. ^ Andrea Cremonesi, Fisichella esalta Renault in La Gazzetta dello Sport, 17 febbraio 2005, p. 25.
  9. ^ Andrea Cremonesi, Schumi frena: «Non posso vincere» in La Gazzetta dello Sport, 03 marzo 2005, p. 24.
  10. ^ Renault R25. URL consultato il 3 febbraio 2013.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giorgio Piola, Formula 1 2004-2005. Analisi tecnica, Giorgio Nada Editore, 2005, ISBN 88-7911-365-8.
  • Giorgio Piola, Formula 1 2005-2006. Analisi tecnica, Giorgio Nada Editore, 2006, ISBN 978-88-7911-390-8.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1