Capgemini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Capgemini
Logo
Stato Francia Francia
Tipo Société anonyme
Borse valori Euronext: CAP
Fondazione 1967
Sede principale Parigi - Roma (Via di Torre Spaccata, 140)
Filiali presente in 44 paesi nel mondo
Persone chiave Serge Kampf, Presidente

Paul Hermelin, AD

Settore consulenza
Prodotti Consulenza, Information Technology, Outsourcing e servizi professionali
Fatturato Green Arrow Up.svg 10,3 miliardi di EUR (2012)
Dipendenti 125,000 (2013)
Slogan Consulting, Technology, Outsourcing - Collaborative Business Experience - People matter, results count
Sito web www.Capgemini.com

Capgemini è una società multinazionale attiva nei settori della consulenza aziendale, dell'outsourcing e della fornitura di servizi professionali.

Quotata nell'indice CAC 40 alla Borsa di Parigi è una delle società di consulenza più grandi del pianeta, contando circa 130.000 dipendenti ed una presenza in 44 paesi nel mondo. La sede principale si trova a Parigi (Francia), in Rue de Tilsitt. L'attuale amministratore delegato è Paul Hermelin, nominato nel dicembre 2001.


Profilo[modifica | modifica sorgente]

Capgemini è stata fondata nel 1967 da Serge Kampf con il nome di Sogeti (Société pour la Gestion des Enterprises et le Traitement de l'Information). Capgemini è attiva negli stati del Nord America, in Europa e in diversi stati dell'Asia, con forte specializzazione negli ambiti automobilistico, dei prodotti di largo consumo, della grande distribuzione, energetico, chimico, sanitario, telecomunicazioni, dei media e dei servizi finanziari.

La società, in Italia, è suddivisa in tre unità organizzative: Consulting Services, Technology Services, Outsourcing Services[1]. Dal 2004 l'Amministratore delegato è Maurizio Mondani.

A seguito della recente acquisizione del Gruppo AIVE (Settembre 2011) - importante azienda italiana di soluzioni software e servizi professionali per grandi e medie organizzazioni - oggi Capgemini Italia conta su oltre 2.400 professionisti dislocati su 13 sedi in Italia.[2]

Nel 2010 e nel 2011 Capgemini Italia riceve il premio "Top Employers"[3], assegnato dalla Corporate Research Foundation valutando la gestione delle risorse umane di ciascun azienda in base a parametri quali condizioni di lavoro, remunerazione e benefit, formazione e sviluppo, opportunità di carriera e cultura aziendale[4].

Settori[modifica | modifica sorgente]

Capgemini opera principalmente nei seguenti settori:

Manufacturing, Retail, and Distribution

  • Automobile
  • Aerospaziale
  • High tech
  • Generi di largo consumo
  • Distribuzione
  • Manifatturiero in genere


Government and Public Sector

  • Finanza pubblica e servizi tributari
  • Pubblica sicurezza
  • Enti locali
  • Sanità
  • Difesa

Financial Services Industry

  • Investment banking
  • Retail banking
  • Assicurazioni

Energy, Utilities, and Chemicals

  • Chimica
  • Energia
  • Elettrico
  • Petrolifero
  • Idrico e servizi ambientali
  • Minerario

Telecom, Media, and Networks

  • Telecomunicazioni
  • Media
  • Entertainment

Scienze

  • Farmaceutico
  • Dispositivi medicali
  • Agrochimica
  • Biotecnologie

Other Services

  • Business service
  • Viaggi e trasporti

Date principali[modifica | modifica sorgente]

  • Nel 1973 la SOGETI acquisì uno dei principali concorrenti nel campo dei servizi per l'ICT: CAP.
  • Nel 1981 continua la penetrazione nel mercato statunitense con l'acquisizione della DASD Corporation, di Milwaukee, specializzata in conversione di dati e con 500 dipendenti e 20 filiali negli Stati Uniti d'America.
  • Nel 1986 acquisì anche la CGA Computer, sempre negli Stati Uniti d'America, e creò un'unica società chiamata Cap Gemini America.
  • Nel 1991 fu fondata la Gemini Consulting, dalla fusione di cinque società di consulenza.
  • Mel 1996 il nome fu modificato da Cap Gemini Sogeti a Cap Gemini. Nell'occasione fu adottato anche il logo attuale che tutte le compagnie collegate furono invitate ad utilizzare al fine di rendere il marchio più riconoscibile.
  • Nel 2000 Cap Gemini acquisì la divisione consulting di Ernst & Young formando una nuova compagnia chiamata Cap Gemini Ernst & Young (CGEY).
  • Nel 2002 CGEY rilanciò il marchio Sogeti, creando una nuova entità legale cui fu dato il nome originale della società e avente sede a Bruxelles in Belgio.
  • Nel dicembre 2003 CGEY acquisì, inoltre Transiciel fondendola successivamente con Sogeti e formando così la Sogeti-Transiciel (nuovamente ridenominata "Sogeti" nel 2006).
  • Nell'aprile 2004, infine, la società cambiò il suo nome nell'attuale "Capgemini" (una parola singola).
  • Nell'ottobre 2006, Capgemini acquisì la società indiana Kanbay International. L'acquisizione porta a 12000 il numero di dipendenti in India della società. L'acquisizione è stata completata l'8 febbraio 2007.
  • Nel febbraio 2007, Capgemini annuncia l'acquisizione di Software Architects, un'azienda di consulenza statunitense, al fine di espandere le proprie attività negli USA.
  • Nel luglio 2011 viene annunciata l'acquisizione del 100% del Gruppo Aive, azienda italiana di servizi IT, per un valore di 42,9 milioni di euro. L'obiettivo è quello di rafforzare l'area IT italiana[5].

Principali Acquisizioni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Capgemini - Chi siamo, 26 - 01 - 2007.
  2. ^ Capgemini - Chi siamo, 04 - 01 - 2013.
  3. ^ Capgemini in TopEmployers.it. URL consultato il 25 luglio 2011.
  4. ^ A Capgemini Italia il premio "Top Employers" in BusinessGentlemen.it, 04 maggio 2010. URL consultato il 25 luglio 2011.
  5. ^ (EN) Cap Gemini SA Acquires 100% of Italian IT Services Provider AIVE Group from Emerald, Fidia and Athena Private Equity, Reuters, 05 luglio 2011. URL consultato il 05 luglio 2011.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

aziende Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aziende