Boletus edulis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Porcino
Boletus edulis EtgHollande 041031 091.jpg
Boletus edulis
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Fungi
Divisione Basidiomycota
Classe Basidiomycetes
Ordine Boletales
Famiglia Boletaceae
Genere Boletus
Specie B. edulis
Nomenclatura binomiale
Boletus edulis
Bull., 1782
Sinonimi
  • Vedi testo
Caratteristiche morfologiche
Boletus edulis
Cappello convesso icona.svg
Cappello convesso
Pores icon.png
Imenio pori
Free gills icon2.svg
Lamelle libere
Olive spore print icon.png
Sporata oliva
Bare stipe icon.png
Velo nudo
Immutabile icona.png
Carne immutabile
Mycorrhizal ecology icon.png
Micorrizico
Foodlogo.svg
Commestibile
Borowik 001.jpg

Il Boletus edulis, volgarmente indicato come porcino, è un fungo edule della famiglia delle Boletaceae ed è la specie più conosciuta della sezione Edules.

Descrizione della specie[modifica | modifica wikitesto]

Cappello[modifica | modifica wikitesto]

10-20 fino a 30 cm di diametro, dapprima emisferico, irregolarmente lobato, talvolta poco sviluppato rispetto al gambo, poi piano piano-convesso, regolare.

Cuticola
separabile solo a lembi, liscia o rugosa, viscida e lucida con tempo umido, di colore variabile dal giallo-marrone chiaro all'ocraceo o castano bianco o bianco-gallinaccio, che volge al giallo verdiccio o verdastro a maturità. Il gambo del fungo è di colore nocciola chiaro è il cappello invece è di colore marrone vellutato.

Pori[modifica | modifica wikitesto]

Piccoli, rotondi e concolori ai tubuli.

Tubuli[modifica | modifica wikitesto]

Lunghi fino a 30 mm, molli, facilmente separabili dal cappello, liberi o arrotondati al gambo, bianchi, poi giallastri e infine verdastri.

Illustrazione di B. edulis

Gambo[modifica | modifica wikitesto]

15 x 10 cm, robusto, obeso, da gibboso a cilindrico, più attenuato all'apice, compatto, di colore biancastro o nocciola chiaro, con reticolo a maglie fini e oblunghe nel senso dell'asse, concolore al fondo.

Carne[modifica | modifica wikitesto]

Bianca ed immutabile sia quella del cappello che quella del gambo; soda negli esemplari giovani, floscia e spugnosa nei vecchi, con sfumature bruno-violacee sotto la cuticola del cappello.

Microscopia[modifica | modifica wikitesto]

Spore
14-17 x 4,5-5,5 μm, fusiformi, lisce, bruno-oliva in massa.
Basidi
bi- e tetrasporici.

Habitat[modifica | modifica wikitesto]

Cresce nelle brughiere e nei boschi di querce, di castagni, di faggi e di conifere (escluso il larice), durante i mesi caldi dell'estate fino all'autunno inoltrato.

Esemplare con gambo piuttosto obeso

Commestibilità[modifica | modifica wikitesto]

Eccellente. Foodlogo.png

Ottima la resa anche quando viene essiccato (è ben nota la sua commercializzazione ridotto in polvere o in frammenti secchi).

Note[modifica | modifica wikitesto]

La sua produzione varia in relazione all'andamento stagionale: è contraria alla siccità, alle basse temperature.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Dal latino edulis, commestibile, per la squisita edibilità della sua carne.

Boletus edulis raccolti assieme
Boletus edulis essiccati ed imballati

Specie simili[modifica | modifica wikitesto]

  • Boletus aereus, ottimo commestibile, presenta il cappello più accentato di un color bronzo scuro.
  • Tylopilus felleus, non commestibile, presenta il cappello giallastro, l'imenoforo rosato e un reticolo ben evidente sul gambo. Non commestibile per il sapore molto amaro.

Sinonimi e binomi obsoleti[modifica | modifica wikitesto]

  • Boletus solidus Sowerby, Coloured figures of English Fungi or Mushrooms (London) 3: tab. 419 (1809)
  • Dictyopus edulis (Bull.) Forq., (1890) [1889]
  • Leccinum edule (Bull.) Gray, A Natural Arrangement of British Plants (London) 1: 647 (1821)

Nomi comuni[modifica | modifica wikitesto]

  • Funzo de castagna, Funzo neigro, Servajlo (Liguria)
  • Regùlat,Biancon, Brisott, Cappellet, Ferré levrin, Fonz ferré, Légorzéla, Legorsela, Nonna, Nÿna, Vairol, Nivariö (Lombardia)
  • Anvrioel, Bolé caréi, Bolé porcin, Funs capelet (Piemonte)
  • Ceppatello, Ghezza, Moccione, Moccolone (Toscana)
  • Boleo, Brisa, Brisot, Carpanote, Pressanella, Sbrisa (Veneto)
  • Copín, Cupít (canton Ticino)
  • Porcino
  • Fiorone (Valle d'Aosta)
  • Brêsa (Friuli)
  • Munito (Irpinia)

[senza fonte]Frer valle di saviore Bucì(piccolo porcino)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

(EN) Boletus edulis in Index Fungorum, CABI Bioscience.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

micologia Portale Micologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di micologia