Sojuz TMA-12

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sojuz TMA-12
Dati della missione
OperatoreRoscosmos
NSSDC ID2008-015A
SCN32756
Nome veicoloSojuz-TMA
VettoreSojuz-FG
Lancio8 aprile, 2008
11:16:39 UTC
Luogo lanciocosmodromo di Bajkonur (rampa Gagarin)
Atterraggio24 ottobre, 2008
3:37 UTC
Sito atterraggioKazakistan
Parametri orbitali
Orbitaorbita terrestre bassa
Periodo88.5 min
Inclinazione51,64°
Equipaggio
Numero3
MembriSergej Volkov
Oleg Kononenko
Solo lancioYi So-yeon
Solo atterraggioRichard Garriott
Soyuz TMA-12 Crew.jpg
Equipaggio della missione Sojuz TMA-12
programma Sojuz
Missione precedenteMissione successiva
Sojuz TMA-11 Sojuz TMA-13

La Sojuz TMA-12 è stata una missione con equipaggio diretta verso la Stazione Spaziale Internazionale. Ha portato in orbita l'equipaggio Expedition 17.

Equipaggio[modifica | modifica wikitesto]

Posizione Equipaggio al lancio Equipaggio all'atterraggio
Comandante Russia Sergej Volkov, Roscosmos
Expedition 17
Primo volo
Ingegnere di volo 1 Russia Oleg Kononenko, Roscosmos
Expedition 17
Primo volo
Partecipante al volo Corea del Sud Yi So-yeon, KARI
Primo volo
Stati Uniti Richard Garriott, SA
Turista
Primo volo

Equipaggio di riserva[modifica | modifica wikitesto]

Posizione Equipaggio
Comandante Russia Maksim Suraev, Roscosmos
Ingegnere di volo 1 Russia Oleg Skripočka, Roscosmos
Partecipante al volo Corea del Sud San Ko, KARI

Missione[modifica | modifica wikitesto]

La missione è partita dal cosmodromo di Baikonur l'8 aprile 2008 alle ore 13:16 CEST[1] portando in orbita due componenti del diciassettesimo equipaggio della ISS (Volkov e Kononenko) e la prima cosmonauta sudcoreana, Yi So-yeon, che, secondo la NASA, detiene anche il record di più giovane astronauta donna della storia[2]. Un'altra particolarità è rappresentata dal comandante Sergej Volkov, primo astronauta di seconda generazione: suo padre Aleksandr partecipò a tre missioni spaziali tra il 1985 ed il 1992[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Soyuz partita per stazione spaziale, su ansa.it, ANSA. URL consultato il 09-04-2008.
  2. ^ Spazio; lanciata navicella Soyuz, con prima astronauta sudcoreana[collegamento interrotto]. La7. URL consultato il 09-04-2008.
  3. ^ Comandante Soyuz figlio eroe URSS, su ansa.it, ANSA. URL consultato il 09-04-2008.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronautica