Sojuz TMA-02M

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sojuz TMA-02M
Emblema missione
Soyuz-TMA-02M-Mission-Patch.png
Dati della missione
OperatoreRoscosmos
NSSDC ID2011-023A
SCN37633
Nome veicoloSojuz-TMA
VettoreSojuz-FG
Lancio7 giugno, 2011 20:12 UTC[1]
Luogo lanciocosmodromo di Bajkonur (rampa Gagarin)
Atterraggio22 novembre, 2011 02:26 UTC
Luogo atterraggioKazakistan (51.048633333333, 67.184316666667)
Luogo ammaraggio
51°02′55.08″N 67°11′03.54″E / 51.048633°N 67.184317°E51.048633; 67.184317
Parametri orbitali
Orbitaorbita terrestre bassa
Inclinazione51.64°
Equipaggio
Numero3
MembriSergej Volkov
Satoshi Furukawa
Michael Fossum
Soyuz TMA-02M Crew during a training at Johnson Space Center.jpg
Da sinistra a destra: Furukawa, Fossum e Volkov
programma Sojuz
Missione precedenteMissione successiva
Sojuz TMA-21 Sojuz TMA-22

Sojuz TMA-02M è stato un volo astronautico verso la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) e parte del programma Sojuz. La sua missione è stata portare in orbita un equipaggio di 3 astronauti che hanno fatto parte dell'Expedition 28 e 29, con una permanenza totale sulla Stazione Spaziale Internazionale di circa 6 mesi. Il lancio è avvenuto il 7 giugno 2011 dal Cosmodromo di Baikonur. L'aggancio del Soyuz TMA-02M con la ISS è avvenuto dopo un paio di giorni di volo autonomo necessari a raggiungere la Stazione Spaziale. I membri dell'equipaggio, Sergej Volkov, Michael Fossum e Satoshi Furukawa rappresentavano le agenzie spaziali russa (Roscosmos), americana (NASA) e giapponese (JAXA).

Equipaggio[modifica | modifica wikitesto]

Lancio[modifica | modifica wikitesto]

Il lancio è avvenuto regolarmente come previsto il 7 giugno 2011.

Attracco[modifica | modifica wikitesto]

La navetta Soyuz TMA-02M si è agganciata regolarmente alla Stazione Spaziale Internazionale il 9 giugno, alle ore 21:18 UTC.[1] L'aggancio con il modulo Rassvet ed all'apertura dei portelli l'equipaggio si è unito ai 3 membri già a bordo della Stazione Spaziale Internazionale completando l'equipaggio dell'Expedition 28.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) NASA Expedition 28, su nasa.gov. URL consultato il 24 giugno 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Astronautica