Sojuz TMA-16M

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sojuz TMA-16M
Emblema missione
Soyuz-TMA-16M-Mission-Patch.png
Immagine del veicolo
ISS-43 Soyuz TMA 16M approaches the ISS (a).jpg
La Sojuz TMA-16M ripresa dalla stazione spaziale durante l'avvicinamento.
Dati della missione
OperatoreRoscosmos
NSSDC ID2015-016A
SCN40542
Nome veicoloSojuz-TMA
VettoreSojuz-FG
Lancio27 marzo 2015, 19:42:57 UTC
Luogo lanciocosmodromo di Bajkonur (rampa Gagarin)
Atterraggio11 settembre 2015, 00:51 UTC
Luogo atterraggioKazakistan (47.362777777778, 69.643333333333)
Luogo ammaraggio
47°21′46″N 69°38′36″E / 47.362778°N 69.643333°E47.362778; 69.643333
Durata167 giorni, 19 ore e 56 minuti
Parametri orbitali
Orbitaorbita terrestre bassa
Apogeo406 km
Perigeo396 km
Inclinazione51.65°
Equipaggio
Numero3
MembriGennadij Padalka
Solo lancioMichail Kornienko
Scott Joseph Kelly
Solo atterraggioAndreas Mogensen
Ajdyn Aimbetov
Soyuz TMA-16M crew during an emergency scenario training session at JSC.jpg
Da sinistra: Kornienko, Padalka, Kelly
programma Sojuz
Missione precedenteMissione successiva
Sojuz TMA-15M Sojuz TMA-17M

Sojuz TMA-16M è stato un volo astronautico verso la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) e parte del programma Sojuz, ed è stato il 125° volo con equipaggio della navetta Sojuz dal primo volo avvenuto nel 1967. Il lancio è avvenuto con successo il 27 marzo 2015.

Gli astronauti Scott Kelly e Mikhail Kornienko saranno le prime due persone a rimanere a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) per una missione di un anno, per testare i limiti della ricerca spaziale, sul corpo e sullo spirito umano, in assenza di gravità.[1] Nel caso di Kelly l'esperimento sarà arricchito e completato dal confronto con i parametri vitali del fratello gemello Mark, anche lui astronauta, che verrà utilizzato come metro di paragone durante la registrazione degli esperimenti. Poiché l'autonomia della Sojuz è di circa 210 giorni, Kelly e Kornienko rientreranno con la Sojuz TMA-18M, lanciata nel settembre 2015 e comandata da Sergej Volkov.

La Sojuz TMA-16M è invece ritornata a Terra l'11 settembre, con a bordo Padalka e due membri d'equipaggio dell'ISS in missione di breve durata, Andreas Mogensen dell'Agenzia Spaziale Europea e Aidyn Aimbetov dell'Agenzia Spaziale Kazaka.[2]

Equipaggio al lancio[modifica | modifica wikitesto]

Equipaggio all'atterraggio[modifica | modifica wikitesto]

  • Comandante: Gennadij Padalka, RSA
  • Ingegnere di volo 1: Andreas Mogensen, ESA
  • Ingegnere di volo 2: Aidyn Aimbetov, Kazcosmos

Equipaggio di riserva[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ A Year in Space, su nasa.gov. URL consultato il 27 marzo 2015.
  2. ^ (EN) Soyuz TMA-16M trio return back to Earth, su NASASpaceflight, 11 settembre 2015. URL consultato il 12 settembre 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Astronautica