Sojuz TMA-20

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sojuz TMA-20
Emblema missione
Soyuz-TMA-20-Mission-Patch.png
Dati della missione
Operatore Agenzia Spaziale Russa
NSSDC ID 2010-067A
SCN 37254
Nome veicolo Sojuz-TMA
Vettore Sojuz-FG
Codice chiamata Варяг ("Varangian")
Lancio 15 dicembre, 2010
Luogo lancio cosmodromo di Bajkonur (rampa Gagarin)
Atterraggio 23 maggio, 2011[1]
Luogo atterraggio Kazakistan (47.366066666667, 69.463683333333)
Luogo ammaraggio
47°21′57.84″N 69°27′49.26″E / 47.366067°N 69.463683°E47.366067; 69.463683
Parametri orbitali
Orbita orbita terrestre bassa
Inclinazione 51.65°
Equipaggio
Numero 3
Membri Dmitrij Jur'evič Kondrat'ev
Catherine Coleman
Paolo Nespoli
Soyuz TMA-20 crew.jpg
Da sinistra a destra: Coleman, Kondratyev e Nespoli
programma Sojuz
Missione precedente Missione successiva
Sojuz TMA-01M Sojuz TMA-21

La Sojuz TMA-20 è stata una missione verso la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) e parte del programma Sojuz. Il lancio è avvenuto il 15 dicembre 2010 dal Cosmodromo di Bajkonur. Il 17 dicembre, dopo due giorni di volo, la Soyuz TMA-20 attraccò alla ISS. I tre membri dell'equipaggio Soyuz TMA-20, Dmitri Kondratyev, Catherine Coleman e Paolo Nespoli rappresentavano le agenzie di Roscosmos, NASA ed European Space Agency (ESA) associate nel programma ISS ed erano i primi tre membri della Expedition 27 (gli altri tre raggiunsero la Stazione Spaziale Internazionale il 6 aprile del 2011 con la Sojuz TMA-21). Il 24 maggio 2011, alle 02:27 UTC, la navetta atterrò senza problemi nelle steppe del Kazakistan.[2]

Equipaggio[modifica | modifica wikitesto]

Equipaggio di riserva[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) NASA Expedition 27, nasa.gov. URL consultato il 19 maggio 2011.
  2. ^ Paolo Nespoli ritorna sulla Terra, la navetta Soyuz atterrata in Kazakhstan, in Adnkronos. URL consultato il 24 maggio 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Astronautica