Sojuz 20

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sojuz 20
Dati della missione
OperatoreProgramma spaziale sovietico
NSSDC ID1975-106A
SCN08430
Nome veicoloSojuz 7K-T
11F615A9 (numero di serie 64)
VettoreLanciatore Sojuz U
11A511U
Lancio17 novembre, 1975
14:38:00 UTC
Luogo lanciocosmodromo di Bajkonur (rampa Gagarin)
Atterraggio16 febbraio, 1976
02:24:00 UTC
Sito atterraggioKazakistan
Durata90 giorni, 11 ore e 46 minuti
Proprietà veicolo spaziale
Peso al lancio6 570 kg
Parametri orbitali
Orbitaorbita terrestre bassa
Numero orbite1470
Apogeo251 km
Perigeo177 km
Periodo89.1 min
Inclinazione51,6°
programma Sojuz
Missione precedenteMissione successiva
Programma test Apollo-Sojuz

Sojuz 20 è la denominazione di una missione non equipaggiata della navicella spaziale Sojuz verso la stazione spaziale sovietica Saljut 4 (DOS 4). Si trattò del trentasettesimo volo nell'ambito del programma Sojuz sovietico nonché del terzo volo verso la predetta stazione spaziale.

Equipaggio[modifica | modifica wikitesto]

nessuno

Missione[modifica | modifica wikitesto]

La Sojuz 20 era una capsula spaziale della serie Sojuz ulteriormente modificata nei confronti delle navicelle precedentemente impegnate (denominazione di costruzione oppure indice GRAU 11F615A9). Con questa missione non equipaggiata venne eseguito una revisione ed un controllo completo di tutti i sistemi e strumenti di bordo decisamente migliorati e la loro affidabilità e reazione a diverse situazioni di volo nello spazio. Tutta la missione venne eseguita in automatico. La capsula spaziale fu equipaggiata con una portata biologica. Diversi organismi viventi vennero esposti per tre mesi allo stato di assenza di forza di gravità.

Ulteriori dati di volo[modifica | modifica wikitesto]

  • Aggancio alla Saljut 4: 19 novembre 1975, 16:19 UTC
  • Distacco dalla Saljut 4: 15 febbraio 1976, 23:07 UTC

I parametri sopra elencati indicato i dati pubblicati immediatamente dopo il termine della fase di lancio. Le continue variazioni ed i cambi di traiettoria d'orbita sono dovute alle manovre di aggancio. Pertanto eventuali altre indicazioni risultanti da fonti diverse sono probabili ed attendibili in considerazione di quanto descritto.

Astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronautica