Stazione spaziale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Una stazione spaziale è una costruzione creata dall'uomo destinata a far vivere esseri umani nello spazio. Una stazione spaziale si distingue dalle altre navicelle per il trasporto umano, per la mancanza di propulsione e l'impossibilità di atterraggio; questi compiti sono lasciati ai veicoli di trasporto da e per la stazione. La caratteristica principale di una stazione spaziale è la capacità di ospitare esseri viventi in orbita per periodi di settimane, mesi o anche anni.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

I suoi componenti si chiamano moduli e sono composti generalmente da un ambiente destinato a ospitare gli astronauti e da una parte che comprende le attrezzature per esperimenti scientifici.

Le stazioni spaziali sono usate per studiare gli effetti a lungo termine dei voli spaziali sul corpo umano, come pure per fornire le piattaforme per gli studi scientifici che sarebbero impossibili su altri veicoli spaziali.

Passate e presenti stazioni spaziali:

Inoltre, la Bigelow Aerospace sta progettando la commercializzazione di moduli gonfiabili destinati ad ospitare esseri umani nello spazio, utilizzabili per la costruzione di stazioni orbitali.

Dal volo della Soyuz 11/Saljut 1, tutte le missioni spaziali equipaggiate hanno fatto sosta su una stazione spaziale. La durata massima di permanenza nello spazio di 437,7 giorni consecutivi, fu fatta registrare a bordo della Mir tra il 1994 e il 1995. Fino al 2003, 3 astronauti hanno completato missioni nello spazio della durata superiore ad un anno, tutti a bordo della Mir.

Stazioni spaziali e fantascienza[modifica | modifica wikitesto]

In molti studi, le stazioni sono state concepite come vere e proprie "città dello spazio", capaci di ospitare numerose persone per periodi molto lunghi. Finora tutti questi progetti sono soltanto ipotetici e non sono mai stati seriamente considerati per l'esecuzione reale.

Le stazioni spaziali sono un tema estremamente ricorrente nella fantascienza; in alcune ambientazioni di questo tipo una stazione abitativa nel cosmo per un equipaggio sarebbe una struttura fatta in modo tale da poter essere usata da esseri umani anche per una durata di tempo "indefinita". tale tipologia di stazione sarebbe classificata a seconda la posizione che assumerebbe:

  • orbitale (alcune relativamente piccole, orbitanti intorno al nostro pianeta, sono state costruite nel presente),
  • spaziale, immaginabile in un prossimo futuro (in orbita in prossimità di un altro corpo celeste diverso dalla Terra, come la Luna, un altro pianeta de sistema solare o un asteroide)
  • interstellare, ipotizzabile tra stelle vicine o in orbita attorno ad un esopianeta).

Le stazioni attualmente costruite risultano sviluppate sempre tramite assemblaggio successivo di componenti portati in orbita con differenti metodi e vettori in varie fasi, distinti in moduli (oppure componenti) dei tre generi base: di supporto vitale per la sopravvivenza dell'equipaggio, di ricerca per varie forme di studi teorici e di lavoro per gli esperimenti su materiali tecnologici.

Lista delle stazioni spaziali che hanno avuto un equipaggio[modifica | modifica wikitesto]

Stazione
Spaziale
Lanciata Rientrata Giorni
in orbita
Giorni con
equipaggio
Totale
visitatori
Navicelle
arrivate con
equipaggio
Navicelle
arrivate senza
equipaggio
Massa
in kg
Saljut 1 19 aprile 1971 11 ottobre 1971 175 24 3 2 0 18 425
Skylab 14 maggio 1973 11 giugno 1979 2249 171 9 3 0 77 088
Saljut 3 25 giugno 1974 24 gennaio 1975 213 15 2 1 0 18 500
Saljut 4 26 dicembre 1974 3 febbraio 1977 770 92 4 2 1 18 500
Saljut 5 22 giugno 1976 8 agosto 1977 412 67 4 2 0 19 000
Saljut 6 29 settembre 1977 29 luglio 1982 1764 683 33 16 14 19 000
Saljut 7 19 aprile 1982 7 febbraio 1991 3216 816 26 12 15 19 000
Mir 20 febbraio 1986 23 marzo 2001 5511 4594 137 39 68 124 340
ISS 20 novembre 1998 6102 4736 209 72 67 471 736
Tiangong 1 29 settembre 2011 1406 25 6 2 1 8 506

Statistiche ISS aggiornate a tutto il 2011

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE4048597-3