Cosmos 146

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cosmos 146
Immagine del veicolo
Zond Assembly.jpg
Una Sojuz 7K-L1 in fase di assemblaggio allo stadio Blok D
Dati della missione
OperatoreURSS Agenzia Spaziale Sovietica
NSSDC ID1967-021A
SCN2705
EsitoSuccesso
Nome veicoloSojuz 7K-L1
VettoreProton 7K-L1
Lancio10 marzo 1967
11:30:32 UTC
Luogo lancioBaikonur 81/23
Rientro18 marzo 1967
~08:50:00 UTC
Durata7 giorni, 21 ore, 20 minuti
Proprietà veicolo spaziale
Massa5 017 kg
CostruttoreURSS Korolev
Parametri orbitali
OrbitaOrbita ellittica
Apogeo312 km
Perigeo178 km
Periodo89.3 min
Inclinazione51.44 °
Missioni correlate
Missione precedenteMissione successiva
Cosmos 154

La missione Cosmos 146 (in russo Космос 146) fu il primo volo del prototipo del veicolo spaziale Sojuz 7K-L1, concepita, insieme alla missione successiva Cosmos 154, per il test e lo sviluppo del quarto stadio del lanciatore Proton, il Blok D.

Il veicolo in uso, era un prototipo di una Sojuz 7K-L1, senza scudo termico, quindi creata appositamente per essere usata esclusivamente in orbita e bruciare nel rientro. Il piano di volo prevedeva che il Blok D portasse ls Sojuz in un'orbita ellittica senza raggiungere la Luna, solo per testare lo stadio Blok D.

Il 10 marzo del 1967 il razzo Proton 7K-L1 venne lanciato e immise la Sojuz in un'orbita di 296 x 177 km, per poi procedere con l'accensione del Blok D. La Sojuz venne correttamente immessa in un'orbita ellittica dal Blok D, e quando rientrò in atmosfera il 18 marzo venne dichiarata la prima missione di successo del programma, ma l'ottimismo non durò molto perché le missioni successive non diedero i risultati sperati.

Astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronautica