Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Sojuz TM-7

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sojuz TM-7
Emblema missione
Soyuz TM-7 patch.png
Dati della missione
Operatore Programma spaziale sovietico
NSSDC ID 1988-104A
SCN 19660
Nome veicolo Sojuz-TM
Vettore Soyuz-U2
Codice chiamata Донба́сс
(Donbass - "piana bassa del Donets")
Lancio 26 novembre, 1988
15:49:34 UTC
Luogo lancio Baikonur, rampa n.1
Atterraggio 27 aprile, 1989
02:57:58 UTC
Luogo atterraggio 140 km a nord-est di
Dzhezkazgan, RSS di Kazakistan
Durata 151 giorni, 11 ore, 8 minuti e 24 secondi
Proprietà veicolo spaziale
Peso al lancio 7 000 kg
Parametri orbitali
Orbita orbita terrestre bassa
Numero orbite 2450
Apogeo 235 km
Perigeo 194 km
Periodo 88.8 min
Inclinazione 51.64°
Equipaggio
Numero 3
Membri Aleksandr Volkov
Sergej Konstantinovič Krikalëv
Solo lancio Jean-Loup Chrétien
Solo atterraggio Valerij Vladimirovič Poljakov
programma Sojuz
Missione precedente Missione successiva
Sojuz TM-6 Sojuz TM-8

Sojuz TM-7 è la denominazione di una missione della navicella spaziale Sojuz T verso la stazione spaziale sovietica Mir. Si trattò del settimo volo di una navicella Sojuz verso la predetta stazione spaziale nonché dell'ottantatreesimo volo nell'ambito del programma Sojuz sovietico.

Equipaggio[modifica | modifica wikitesto]

Equipaggio di lancio[modifica | modifica wikitesto]

Equipaggio di riserva[modifica | modifica wikitesto]

Equipaggio durante il rientro ed atterraggio[modifica | modifica wikitesto]

Missione[modifica | modifica wikitesto]

Il lancio venne effettuato il 26 novembre 1988 dal cosmodromo di Baikonur. Originariamente il lancio era programmato per il 21 novembre, ma venne spostato onde consentire al presidente francese François Mitterrand di poter assistere direttamente a questo spettacolo. Durante il soggiorno a bordo della Mir, i due cosmonauti Chrétien e Volkov eseguirono una passeggiata nello spazio, che durò ben 5 ore e 57 minuti. Venne effettuata per il montaggio di un'impalcatura per 5 esperimenti del tipo Échantillon, destinati, fra l'altro per il programma Hermes dell'ESA. Inoltre venne montato un esperimento del tipo ERA. Chrétien ritornerà a terra a bordo della Sojuz TM-6 il 21 dicembre 1988 venendo sostituito a bordo della Mir dal cosmonauta Polyacov che aveva raggiunto la stazione spaziale a bordo della predetta navicella Sojuz TM-6. L'atterraggio della Sojuz TM-7 avvenne nella steppa del Kazakistan il 27 aprile 1989 dopo ben 2.450 orbite terrestri. La navicella era dunque rimasta in volo per 151 giorni, 11 ore, 8 minuti e 24 secondi.

Ulteriori dati di volo[modifica | modifica wikitesto]

  • aggancio alla MIR: 28 novembre 1988 17:15:00 UTC
  • distacco dalla MIR: 26 aprile 1989, 23:28:01 UTC
  • Denominazione Astronomica Internazionale: 1988-104

I parametri sopra elencati indicato i dati pubblicati immediatamente dopo il termine della fase di lancio. Le continue variazioni ed i cambi di traiettoria d'orbita sono dovute alle manovre di aggancio. Pertanto eventuali altre indicazioni risultanti da fonti diverse sono probabili ed attendibili in considerazione di quanto descritto.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronautica