Sojuz T-11

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sojuz T-11
Emblema missione
Soyuz T-11 mission patch.gif
Dati della missione
Operatore Programma spaziale sovietico
NSSDC ID 1984-032A
SCN 14872
Nome nave Sojuz-T
Vettore Lanciatore Sojuz
Codice chiamata Юпитер
(Jupiter - "Giove")
Lancio 3 aprile, 1984
13:08:00 UTC
Luogo lancio Baikonur, rampa n.31
Atterraggio 2 ottobre, 1984
10:57:00 UTC
Luogo atterraggio 145 km a sud-est di
Dzhezkazgan, RSS di Kazakistan
Durata 181 giorni, 21 ore e 48 minuti
Proprietà veicolo spaziale
Peso al lancio 6 850 kg
Parametri orbitali
Orbita orbita terrestre bassa
Numero orbite 2935
Apogeo 224 km
Perigeo 195 km
Periodo 88.7 min
Inclinazione 51.6°
Equipaggio
Numero 3
Solo lancio Jurij Vasil'evič Malyšev
Gennadij Michajlovič Strekalov
Rakesh Sharma
Solo atterraggio Leonid Denysovyč Kyzym
Vladimir Alekseevič Solovëv
Oleg Jur'evič At'kov
programma Sojuz
Missione precedente Missione successiva
Sojuz T-10 Sojuz T-12

Sojuz T-11 è la denominazione di una missione della navicella spaziale Sojuz T verso la stazione spaziale sovietica Saljut 7 (DOS 6). Si trattò del cinquantesimo volo equipaggiato di questo velivolo spaziale, del settantaduesimo volo nell'ambito del programma Sojuz sovietico nonché dell'ottavo volo equipaggiato verso la predetta stazione spaziale – il sesto che riuscì effettivamente ad agganciarsi ed a visitare la predetta stazione spaziale a causa degli insuccessi delle precedenti missioni Sojuz T-8 e Sojuz T-10-1.

Equipaggio[modifica | modifica wikitesto]

Equipaggio durante il lancio[modifica | modifica wikitesto]

Equipaggio durante il rientro ed atterraggio[modifica | modifica wikitesto]

Missione[modifica | modifica wikitesto]

Questa missione, svoltasi nel corso del programma Intercosmos, portò il primo cosmonauta di origini indiane nello spazio: Rakesh Sharma. La missione si svolse analogamente alle altre missioni del programma e pertanto venne dedicata particolare attenzione all'osservazione dallo spazio del paese d'origine del cosmonauta ospite, nonché diversi esperimenti con materiali e prodotti tipici, in questo caso dell'India. Dopo quasi otto giorni di missione – anche questo ormai più che solito per le missioni Intercosmos (infatti la visita degli ospiti era precedentemente stata programmata di una durata di circa 7 giorni e 21,5 ore – con una tolleranza di solo +/- un'ora!) – l'equipaggio fece ritorno a terra a bordo della Sojuz T-10 lasciando la loro navicella a disposizione dell'equipaggio base della stazione spaziale Saljut 7.

Ulteriori dati di volo[modifica | modifica wikitesto]

  • Atterraggio equipaggio originale: 11 aprile 1984 a bordo di Sojuz T-10 10:48 UTC 46 km ad est di Arqalyq, RSS di Kazakistan
  • Durata per l'equipaggio originale: 7 giorni, 21 ore, 41 min
  • Orbite terrestri per l'equipaggio originale: 126
  • Denominazione Astronomica Internazionale: 1984-32

I parametri sopra elencati indicato i dati pubblicati immediatamente dopo il termine della fase di lancio. Le continue variazioni ed i cambi di traiettoria d'orbita sono dovute alle manovre di aggancio. Pertanto eventuali altre indicazioni risultanti da fonti diverse sono probabili ed attendibili in considerazione di quanto descritto.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronautica