Paolo Nespoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Paolo A. Nespoli
Paolo A. Nespoli 2010.jpg
Astronauta dell'ESA/ASI
Nazionalità Italia Italia
Status In attività
Data di nascita 6 aprile 1957
Selezione 1998 (gruppo ESA)
Primo lancio 23 ottobre 2007
Altre attività Ingegnere
ufficiale con il grado di maggiore, della riserva dell'Esercito Italiano.
Tempo nello spazio 174 giorni, 9 ore e 40 minuti
Missioni

Paolo Angelo Nespoli (Milano, 6 aprile 1957) è un astronauta, ingegnere e ufficiale italiano.

Paolo Nespoli
6 aprile 1957
Dati militari
Paese servito Italia Italia
Forza armata Coat of arms of the Esercito Italiano.svg Esercito Italiano
Specialità Fregio 9° Reggimento "Col Moschin".gif paracadutista incursore
Unità CoA mil ITA rgt paracadutisti 009.png 9º Reggimento d'assalto paracadutisti "Col Moschin"
Anni di servizio 1977 - 1987
Grado maggiore
Studi militari Scuola militare di paracadutismo
Altro lavoro Astronauta AM turrita.svg astronauta
Status Appartenente alla riserva selezionata

Pagina ufficiale dell'ESA

voci di militari presenti su Wikipedia

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto a Verano Brianza, si diploma nel 1977 al liceo scientifico "Paolo Frisi" (ora "Ettore Majorana") di Desio.

Nel periodo dal 1977 al 1980, per tre anni presso la Scuola Militare di Paracadutismo di Pisa dove ottiene la qualifica di sottufficiale istruttore di paracadutismo. Nel 1980 entra nelle Forze speciali italiane ottenendo la qualifica di incursore paracadutista presso il 9º Reggimento Col Moschin. Viene inviato in Libano nella Forza Multinazionale di Pace dal 1982 al 1984[1].Col grado di maggiore, è un ufficiale della riserva dell'Esercito Italiano.

Ottiene a New York un Bachelor of Science in Aerospace Engineering nel 1988 e un Master of Science, in Aeronautics and Astronautics nel 1989 presso il Politecnico della New York University. Nel 1990 ottiene una laurea in ingegneria meccanica presso l'università di Firenze.

L'esperienza aerospaziale[modifica | modifica wikitesto]

Nespoli mentre fluttua a bordo della Stazione Spaziale internazionale durante la missione STS-120

Nel 1991 viene assunto dall'ESA. Il 23 ottobre 2007 è partito con lo Space Shuttle Discovery, STS-120, in qualità di specialista di missione (missione Esperia per l'ESA). Durante la missione si è occupato del coordinamento delle attività extraveicolari ("passeggiate nello spazio") relative all'assemblaggio del Node 2 - detto anche "Harmony" - nuovo componente multi-funzionale della ISS (International Space Station) che è stato prodotto da industrie italiane. Durante la missione, che è stata svolta con successo nonostante la complessità della stessa e i numerosi imprevisti, l'astronauta Paolo Nespoli ha avuto modo di parlare, oltre che con alcune scuole italiane, anche con il Presidente della Repubblica Italiana Napolitano.

Il 15 dicembre 2010 è tornato sulla Stazione Spaziale Internazionale con la Sojuz TMA-20 per la missione MagISStra dell'ESA, l'ente spaziale europeo, come ingegnere di volo. Dopo 157 giorni trascorsi a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, il 23 maggio 2011 alle 4:27 (ora italiana) è rientrato sulla Terra a bordo della Sojuz insieme al russo Dmitri Kondratyev e alla statunitense Catherine Coleman, atterrando nelle steppe del Kazakistan e concludendo con successo l'Expedition 27.[2]

Il 26 giugno 2015 è stato assegnato all'equipaggio di Expedition 52/53 insieme al cosmonauta Fëdor Jurčichin e all'astronauta NASA Jack Fischer. Nespoli dovrebbe raggiungere la Stazione Spaziale Internazionale a bordo della Sojuz MS-05 con un lancio presumibilmente verso maggio 2017[3] [4].

In totale, nelle due missioni del 2007 e del 2010-2011 Paolo Nespoli è rimasto nello spazio per 174 giorni 9 ore e 40 minuti.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

È sposato con Alexandra Ryabova e hanno una figlia. Pratica diversi interessi, tra cui immersioni subacquee, pilotaggio di aerei, fotografia, costruzione di apparecchiature elettroniche e programmazione di software per computer.

Dopo aver perduto il padre nel 2007, ha subito il grave lutto della perdita della madre Maria Motta di 78 anni il 2 maggio 2011, durante il periodo di permanenza sulla Stazione Spaziale Internazionale. Durante i funerali, avvenuti nel primo pomeriggio del 4 maggio, nel momento di un transito della ISS sull'Italia è stato osservato per l'occasione un minuto di silenzio e di sospensione di tutte le attività di bordo.[5]

Presenza nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Paolo Nespoli ha scritto un libro, edito da Mondadori, Dall'alto i problemi sembrano più piccoli, in cui racconta la sua esperienza nello spazio e le lezioni di vita che ne ha ricavato.[6] Il libro è stato presentato il 13 ottobre 2012 in una conferenza stampa a Milano. L'astronauta ha inoltre ispirato alla scrittrice fiorentina Oriana Fallaci il personaggio di Angelo, protagonista del romanzo Insciallah.[7]

È stato protagonista con Topolino nella storia "Topolino, Paolo Nexp e l'orbita del domani" pubblicata in due tempi sui numeri 2872 e 2873.

È titolare del nominativo di stazione di radioamatore IZ0JPA con il quale ha effettuato molti collegamenti con scuole italiane a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) sulla frequenza VHF di 145,8 MHz in FM.

Il 21 gennaio 2011, in occasione del novantesimo compleanno dello scrittore italiano Eugenio Corti, Paolo Nespoli ha inviato dallo spazio una sua foto che lo ritrae all'interno della Stazione Spaziale Internazionale con in mano un biglietto di auguri di buon compleanno per lo scrittore.

Nel maggio dello stesso anno, in conclusione della missione MagISStra, ha indossato la maglia dell'Inter, club di cui è tifoso.[8]

Nel 2015 gli è stato conferito presso la Camera dei Deputati il Premio America della Fondazione Italia USA.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana
«Di iniziativa del Presidente della Repubblica»
— 19 novembre 2007[9]
Cavaliere dell'Ordine della Stella della solidarietà italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Stella della solidarietà italiana
— 2 aprile 2009[10]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Gli è stato dedicato un asteroide, 12405 Nespoli [11].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://archiviostorico.corriere.it/1999/settembre/19/generale_Angioni_riabbraccia_Mustafa_anni_co_0_9909194374.shtmlIl generale Angioni riabbraccia Mustafa' 15 anni dopo il Libano
  2. ^ Paolo Nespoli ritorna sulla Terra, la navetta Soyuz atterrata in Kazakhstan, in Adnkronos. URL consultato il 24 maggio 2011.
  3. ^ Un altro italiano sulla Stazione spaziale: è il veterano Paolo Nespoli, it.ibtimes.com. URL consultato il 10 luglio 2015.
  4. ^ Spazio, Paolo Nespoli torna tra le stelle: a 60 anni sarà il prossimo italiano a volare su Iss, repubblica.it. URL consultato il 30 luglio 2015.
  5. ^ Paolo Nespoli piange la perdita della madre, esa.int. URL consultato il 5 maggio 2011.
  6. ^ Paolo Nespoli, Dall'alto i problemi sembrano più piccoli, Mondadori, luglio 2012, ISBN 978-88-04-61440-1.
  7. ^ Quotidiano Net - Tecnologia - Ore 17,38: il Discovery è partito L'italiano Nespoli bacia la bandiera
  8. ^ L’astronauta Paolo Nespoli indossa la maglia dell’Inter nello spazio, panorama.it. URL consultato il 24 novembre 2011.
  9. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.
  10. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.
  11. ^ M.P.C. 61267 del 24 novembre 2007

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN267632917 · LCCN: (ENno2012118194 · ISNI: (EN0000 0003 8307 5659