Rovasenda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Rovasenda (disambigua).
Rovasenda
comune
Rovasenda – Stemma
Rovasenda – Veduta
Cortile interno del castello
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaProvincia di Vercelli-Stemma.png Vercelli
Amministrazione
SindacoGraziella Erbetta (lista civica) dall'08/06/2009
Territorio
Coordinate45°32′N 8°19′E / 45.533333°N 8.316667°E45.533333; 8.316667 (Rovasenda)Coordinate: 45°32′N 8°19′E / 45.533333°N 8.316667°E45.533333; 8.316667 (Rovasenda)
Altitudine221 m s.l.m.
Superficie29,27 km²
Abitanti998[1] (31-12-2010)
Densità34,1 ab./km²
Comuni confinantiArborio, Brusnengo (BI), Buronzo, Gattinara, Ghislarengo, Lenta, Masserano (BI), Roasio, San Giacomo Vercellese
Altre informazioni
Cod. postale13040
Prefisso0161
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT002122
Cod. catastaleH364
TargaVC
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climaticazona E, 2 592 GG[2]
Nome abitantirovasendesi
Patronosanta Maria Assunta
Giorno festivo15 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Rovasenda
Rovasenda
Sito istituzionale

Rovasenda (Roasenda in piemontese) è un comune italiano di 998 abitanti della provincia di Vercelli, in Piemonte.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il castello medioevale

Il territorio comunale di Rovasenda è interamente compreso nell'alta pianura vercellese (Baraggia) e si presenta pianeggiante e lievemente inclinato da nord verso sud. L'altitudine varia dai 259 ai 199 m s.l.m.; il Comune in senso nord-sud misura circa 9 km contro i poco più di 5 km in senso est-ovest. Confina a nord con Roasio e Gattinara, a est con Lenta, Ghislarengo e Arborio, a sud con San Giacomo Vercellese e Buronzo e ad ovest con Masserano e Brusnengo, questi ultimi in provincia di Biella.
Oltre al Torrente Rovasenda interessa il territorio comunale il Torrente Marchiazza, che ne rappresenta per un buon tratto il confine orientale. Numerosi canali irrigui distribuiscono l'acqua alle risaie circostanti; tra questi piuttosto importante è la Roggia del Marchese (o Roggia Marchionale).
L'insediamento umano è per la maggior parte concentrato nel capoluogo, il quale si trova circondato da ampie risaie punteggiate qua e là da cascine isolate; non esistono invece frazioni di dimensioni rilevanti.[3]
Rovasenda è servita da due linee ferroviarie (Ferrovia Santhià-Arona e Ferrovia Biella-Novara), che si intersecano nel capoluogo; in paese esistono curiosamente due stazioni distinte (Rovasenda sulla Biella-Novara e Rovasenda Alta sulla Santhià-Arona), poste una di fronte all'altra.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

In città sono presenti due distinti impianti ferroviari fra loro collegati. La stazione di Rovasenda, posta lungo la ferrovia Biella-Novara, fu attivata nel 1939[6] ed è servita da treni regionali svolti da Trenitalia nell'ambito del contratto di servizio stipulato con la Regione Piemonte; la stazione di Rovasenda Alta, sulla ferrovia Santhià-Arona, entrò in funzione il 16 gennaio 1905[7] e risulta priva di traffico dal 2012.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Il palazzo comunale, con al primo piano le scuole elementari
Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2004 2009 Giuseppe Delmastro lista civica Sindaco
2009 in carica Graziella Erbetta lista civica Sindaco

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1973 con Pontcharra (Isere - Francia), località dove nacque il Cavalier Bayard.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Carta Tecnica Regionale raster 1:10.000 (vers.3.0) della Regione Piemonte - 2007
  4. ^ Rovasènda - Sapere.it
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ Luigi Ballatore, Storia delle ferrovie in Piemonte, Il Punto, Torino, 2002, pp 165-166. ISBN 978-88-88552-00-2.
  7. ^ Mario Matto, Santhià e la ferrovia, una storia che dura da 150 anni, Editrice Grafica Santhiatese, Santhià 2006. ISBN 88-87374-95-3.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN246954066
Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte