Rossa (Italia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rossa
comune
Rossa – Stemma
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaProvincia di Vercelli-Stemma.svg Vercelli
Amministrazione
SindacoAlex Rotta (lista civica Costruiamo il futuro) dal 5-6-2016
Territorio
Coordinate45°50′N 8°09′E / 45.833333°N 8.15°E45.833333; 8.15 (Rossa)Coordinate: 45°50′N 8°09′E / 45.833333°N 8.15°E45.833333; 8.15 (Rossa)
Altitudine813 m s.l.m.
Superficie11,84 km²
Abitanti184[1] (31-12-2020)
Densità15,54 ab./km²
FrazioniCà dei Bianchi, Cà dei Secchi, Cerva, Folecchio, Fontane, Piana di Rossa, Rainero, Salerio
Comuni confinantiAlto Sermenza, Balmuccia, Boccioleto, Cervatto, Cravagliana, Fobello
Altre informazioni
Cod. postale13020
Prefisso0163
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT002121
Cod. catastaleH577
TargaVC
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)[2]
Cl. climaticazona F, 3 361 GG[3]
Nome abitantirossesi
Patronosanta Maria Assunta
Giorno festivo15 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Rossa
Rossa
Rossa – Mappa
Posizione del comune di rossa all'interno della provincia di Vercelli
Sito istituzionale

Rossa (Rossa in piemontese, pronuncia [ˈrʊsa][4]; Russu in walser[5]) è un comune italiano di 184 abitanti della provincia di Vercelli in Piemonte. Si trova sul ripido versante sud del Pizzo Tracciora di Cervatto, 200 metri più in alto del fondovalle, e per questo sempre al sole anche in inverno. Nel paese è presente un'unica strada accessibile in macchina, mentre alle frazioni si arriva solo a piedi.

Il panorama dal paese è molto suggestivo sul massiccio dei Denti di Gavala e si nota anche la Torre delle Giavine di Boccioleto.

Di Rossa don Luigi Ravelli da’ la seguente descrizione, nel suo “Valsesia e Monte Rosa” (1924): “Pochi comuni vantano una posizione così amena come Rossa: il clima vi è straordinariamente mite, sicché il suolo produce quasi ogni sorta di frutta, portando a maturanza perfino le pesche e l’uva. La posizione sua poi è delle più felici e le numerose frazioni che costituiscono il comune paiono seminate da una mano gentile delicatissima, che abbia avuto cura di stenderle sul tappeto più verde e di disporle in modo che tutte abbiano a vedersi a valle e tutte possano inebriarsi al sole…”[6].

Lo stesso indicava nel dialetto rossese il vero dialetto valsesiano.

Nel 1986 venne usata come location per alcune puntate della famosa serie televisiva Love Me Licia[7]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa parrocchiale Maria Vergine Assunta, sec. XIX
  • Oratorio di san Rocco
  • Oratorio della Madonna della Neve (loc. Giavinelle)
  • Oratorio della Madonna del Sasso
  • Oratorio di san Giovanni il Vecchio (fraz. Piana), sec. XV
  • Oratorio di san Giovanni (fraz. Piana), sec. XIX
  • Oratorio della visitazione di Maria Vergine (fraz. Rainero), sec. XVIII
  • Oratorio di santa Lucia (fraz. Salerio)
  • Oratorio di Sant'Antonio da Padova (fraz. Ca' dei Bianchi)
  • Oratorio dei santi Fabiano e Sebastiano (fraz. Folecchio)
  • Oratorio di san Giacomo e san Francesco di Sales (loc. Piane di Folecchio)
  • Oratorio di san Bernardo (fraz. Cerva)

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[8]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2020.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Vittorio Dell'Aquila, Appunti di fonetica storica del valsesiano con particolare attenzione al vocalismo nella parlata di Rossa, in: Gabriele Iannàccaro, Massimo Vai, Vittorio Dell'Aquila (eds.) «Féch, cun la o cume fuguus». Per Romano Broggini in occasione del suo 85º compleanno, gli amici e allievi milanesi, Alessandria: Dell'Orso, 2010. Academia, su academia.edu.
  5. ^ Sergio Gilardino, I Walser e la loro lingua dal grande nord alle Alpi. Dizionario della lingua walser di Alagna Valsesia, Magenta, Centro Studi Zeisciu, 2008
  6. ^ Don Luigi Ravelli, "Valsesia e Monte Rosa. Guida alpinistica, artistica, storica"
  7. ^ https://teatroemusicanews.com/2020/04/26/cip-barcellini-produssi-love-me-licia-dopo-la-prima-puntata-volevo-emigrare-invece/
  8. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte