Vocca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vocca
comune
Vocca – Stemma
Vocca – Veduta
Il municipio di Vocca
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Vercelli-Stemma.png Vercelli
Amministrazione
Sindaco Giacomo Gagliardini (lista civica) dal 5-6-2016
Territorio
Coordinate 45°50′N 8°12′E / 45.833333°N 8.2°E45.833333; 8.2 (Vocca)Coordinate: 45°50′N 8°12′E / 45.833333°N 8.2°E45.833333; 8.2 (Vocca)
Altitudine 506 m s.l.m.
Superficie 20,26 km²
Abitanti 174[1] (31-12-2015)
Densità 8,59 ab./km²
Frazioni Centro, Chiesa (sede comunale e parrocchiale), Bettola, Isola, Mogliane, Fossati, Sassiglioni.
Comuni confinanti Balmuccia, Borgosesia, Cravagliana, Postua, Scopa, Varallo
Altre informazioni
Cod. postale 13020
Prefisso 0163
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 002166
Cod. catastale M106
Targa VC
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climatica zona E, 2 928 GG[2]
Nome abitanti vocchesi
Patrono San Maurizio
Giorno festivo 22 settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Vocca
Vocca
Sito istituzionale

Vocca (Voca in piemontese) è un comune italiano di 174 abitanti della provincia di Vercelli, in Piemonte.[3]

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Vocca è un piccolo paese del Piemonte situato nella parte nord-occidentale della provincia di Vercelli, nella Valsesia settentrionale, a pochi chilometri da Varallo.[4] Il territorio comunale di Vocca, suddiviso in sette frazioni[5], presenta delle variazioni altimetriche molto accentuate: la parte più bassa del fondovalle è posta a circa 490 metri di quota, mentre il punto più alto è a 1827 m s.l.m.[3]

Origini del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il nome Vocca potrebbe derivare da "Ovago" (nord), in quanto, vista l'esposizione, alcune sue frazioni sono prive di sole per due mesi all'anno[4][5][6] Secondo altri, invece, il nome deriverebbe dalla parola spagnola "Oveja", data la presenza di vari greggi nella zona[7], altri ancora sostengono che il toponimo più antico sia "Oveca"[8], per la presenza sul territorio di molti terrazzamenti anticamente coltivati a vite, che producevano un vino locale testimoniato in diverse guide della Valsesia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Principali avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Le prime notizie di Vocca risalgono al XII secolo. In passato Vocca era parte della parrocchia di Varallo. Nei secoli si è poi distinta per giurisdizione, devozione e contributi artistici: diverse sono le opere sacre di Antonio Orgiazzi, Deominici e Jan De Grott.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa parrocchiale pievana di San Maurizio Martire, in località Chiesa[modifica | modifica wikitesto]

La parrocchiale di San Maurizio

È situata nel centro dell'abitato in località "Chiesa", lungo la strada statale (oggi provinciale).

L'edificio attuale, edificato tra il 1769 e il 1777, sostituisce l'antica chiesa parrocchiale, probabilmente in stile romanico, che sorgeva con diverso orientamento, ma nello stesso sito, lungo l'antica strada regia che collegava Varallo all'alta valle. Del precedente edificio rimane oggi soltanto il vetusto campanile: il nuovo infatti fu progettato, ma mai realizzato.

L'imponente facciata, in pietra a vista, richiama uno stile tardobarocco, seppure con lineamenti molto semplici.

All'interno la chiesa conserva preziose opere artistiche tra le quali si possono ricordare: un'antica pala d'altare dipinta su legno, risalente al 1567, raffigurante la Vergine con il Bambino e i Santi Maurizio e Marco; le dodici tele con le storie della Vergine del pittore Luigi Realis (XVII secolo); diversi affreschi dell'Orgiazzi; il dipinto raffigurante la Vergine con i Santi Fabiano e Sebastiano, opera realizzata nel 1833 dal Dedominici; il dipinto del XVIII secolo, di autore anonimo, raffigurante la Beata Panacea, Santa Lucia e i Santi Apostoli Pietro e Paolo; molteplici arredi e paramenti liturgici di grande pregio.

Una speciale menzione merita il grande organo, opera del XIX secolo dei fratelli Lorenzo e Pietro Bernasconi di Varese, brillante esempio di strumento sinfonico orchestrale del tardo Ottocento italiano a trasmissione meccanica: è dotato di una tastiera, con pedaliera a leggio, composto da 31 registri reali oltre a campanelli, rullante, gran cassa e sistro.

Oratorio di San Giovanni Battista, in località Centro[modifica | modifica wikitesto]

Oratorio di San Grato (in stato di abbandono), in località Centro[modifica | modifica wikitesto]

Oratorio di San Bernardo da Mentone, in località Isola[modifica | modifica wikitesto]

Oratorio di San Michele Arcangelo, in località Mogliane[modifica | modifica wikitesto]

Oratorio dello Sposalizio della Beata Vergine Maria, in località Fossati[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa della Madonna della Neve, in località Sassiglioni[modifica | modifica wikitesto]

Municipio, in località Chiesa[modifica | modifica wikitesto]

Palazzo Antonini, in località Sassiglioni[modifica | modifica wikitesto]

Ponte pensile, in località Isola[modifica | modifica wikitesto]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Lo storico ruolo dell'agricoltura, con il tempo, ha perso la sua rilevanza. Data la vicina presenza del fiume Sesia, nel corso degli anni Vocca è diventato un importante centro turistico per gli appassionati di canottaggio e pesca sportiva.

Un tempo Vocca, e in particolar modo la località Mogliane, era divenuta piuttosto popolare per i suoi artigiani che erano abili nel realizzare con i trucioli di legno di tiglio vari cestini in legno, gerle e culle valsesiane.[5]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[9]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2015.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ a b Comune di Vocca (VC), tuttitalia.it.
  4. ^ a b Guida turistica - Un po' di storia, comune.vocca.vc.it.
  5. ^ a b c Vocca, immobiliarevalsesia.it.
  6. ^ Vocca, monterosavalsesia.com.
  7. ^ Vocca (VC), italiapedia.it.
  8. ^ C. G. MOR, Le antiche carte Valsesiane, Torino, SPABA, 1933.
  9. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN244355037
Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte