Quinto Vercellese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Quinto Vercellese
comune
Quinto Vercellese – Stemma
Quinto Vercellese – Veduta
Castello degli Avogadro
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Vercelli-Stemma.png Vercelli
Amministrazione
Sindaco Giuseppe Ghisio (lista civica) dall'11/05/2011
Territorio
Coordinate 45°23′N 8°22′E / 45.383333°N 8.366667°E45.383333; 8.366667 (Quinto Vercellese)Coordinate: 45°23′N 8°22′E / 45.383333°N 8.366667°E45.383333; 8.366667 (Quinto Vercellese)
Altitudine 140 m s.l.m.
Superficie 10,9 km²
Abitanti 417[1] (31-12-2010)
Densità 38,26 ab./km²
Comuni confinanti Caresanablot, Collobiano, Olcenengo, Oldenico
Altre informazioni
Cod. postale 13030
Prefisso 0161
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 002108
Cod. catastale H132
Targa VC
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti quintini o quintesi
Patrono santi Nazario e Celso
Giorno festivo 28 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Quinto Vercellese
Quinto Vercellese
Sito istituzionale

Quinto Vercellese (Quint in piemontese) è un comune italiano di 417 abitanti della provincia di Vercelli in Piemonte

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Castello[modifica | modifica wikitesto]

Sorse probabilmente, su una preesistente struttura, tra la fine del XII e l'inizio del XIII secolo, a seguito dell'insediamento nel feudo della famiglia degli Avogadro. Se ne ha prima testimonianza nel 1219 quando venne citata l'esistenza di una cappella, tuttora esistente e dedicata a San Pietro. Una seconda e massiccia fase costruttiva fu attuata in epoca rinascimentale, a seguito della conquista del vercellese da parte dei Savoia che permise gli Avogadro di rientrare in possesso del maniero. Con la progressiva diffusione della coltivazione del riso la fortezza venne lentamente trasformata in una grande azienda agricola.

Nella cappella castrense di San Pietro si conserva una complessa stratificazione di affreschi che coprono l'arco temporale che va dal XIII al XVI secolo, alcuni dei quali venuti alla luce durante recenti restauri.

Chiesa parrocchiale dei Santi Nazario e Celso[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa parrocchiale dei Santi Nazario e Celso, già testimoniata nel 964 è considerabile una delle più rappresentative architetture romanico-gotiche della regione. Osservando la facciata sono ben distinguibili le tre principali fasi costruttive: la porzione corrispondente alla navata centrale, costituita da materiali di recupero (mattoni romani, frammenti di marmo lavorato, cocci di tegole e ciottoli di fiume) è di epoca preromanica, la navata sinistra fu aggiunta durante il periodo romanico mentre la navata destra risale al periodo gotico. Il campanile fu realizzato intorno al 1466 in stile tardo romanico. Anche all'interno si possono distinguere facilmente le fasi costruttive: due massicce arcate a tutto sesto sorreggono le campate della navata sinistra mentre più agili campate a sesto acuto formano la navata destra. Buona parte della superficie interna appare ricoperta da affreschi: quelli dell'abside, dove campeggia un Cristo Pantocratore, sono riconducibili al periodo romanico; le figure laterali dei Santi Pietro e Paolo sono ascrivibili alla fine del Trecento. La prima campata della navata sinistra, detta "cappella degli Apostoli", fu affrescata tra la fine del XV secolo e l'inizio del secolo successivo. La seconda campata è chiamata "cappella dei Dottori". Nella navata destra si trovano la "cappella del Battesimo", con una decorazione floreale gotica, e la "cappella della Vergine" per le raffigurazioni che rappresentano quattro episodi della sua vita.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]

Castello-Vista primo cortile

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 1879 e il 1933 Quinto Vercellese fu servito dalle tranvie Vercelli-Aranco e Vercelli-Biella.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Castello di Quinto, foglio informativo della XXI giornata FAI di primavera, a cura della Delegazione FAI di Vercelli, 2013.
  • Chiesa dei SS. Nazario e Celso, foglio informativo della XXI giornata FAI di primavera, a cura della Delegazione FAI di Vercelli, 2013.
Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte