Quando tu mi spiavi in cima a un batticuore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
...quando tu mi spiavi in cima a un batticuore...
Quando tu mi spiavi Mina 1970.jpg

Artista Mina
Tipo album Studio
Pubblicazione novembre 1970
Durata 44 min : 17 s
Dischi 1
Tracce 12
Genere Folk
Pop
Musica leggera
Etichetta PDU PLD A 5030
Arrangiamenti Augusto Martelli,
B3 e B6 Gianni Ferrio
Formati LP, CD
Mina - cronologia
Album precedente
(1970)
Album successivo
(1971)
Singoli
  1. Una donna, una storia/Dominga
    Pubblicato: febbraio 1971

...quando tu mi spiavi in cima a un batticuore... è il dicinnovesimo album della cantante italiana Mina, pubblicato su LP a novembre del 1970 dall'etichetta discografica di proprietà della cantante PDU.[1]

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Ristampato più volte, almeno quattro, distinguibili per la variazione dell'intensità di colore della copertina e dell'immagine interna. La prima edizione ha la copertina apribile e un risvolto con l'elenco dei brani, le successive della EMI sono a busta chiusa. È stato successivamente ristampato anche su CD (PDU CDP 790272).

Ancorché costituito quasi interamente da brani inediti, dal disco sono stati estratti diversi 45 giri promozionali privi di copertina fotografica, che comprendono quasi tutti i brani dell'album compresi quelli già pubblicati. Per esempio Insieme viene riproposto con un lato B differente rispetto all'edizione commercializzata.

Tecnico del suono è Nuccio Rinaldis, arrangiamenti di Augusto Martelli, escluse Una donna, una storia e Questa cosa chiamata amore in cui sono di Gianni Ferrio.

L'album raggiunge nel corso del 1971 il primo posto nella classifica delle vendite dei 33 giri, a fine anno sarà il settimo disco più acquistato.[2]

I brani[modifica | modifica wikitesto]

  • Io tra di voi
    Si ritrova anche con grafia iniziale del titolo leggermente diversa: E io tra di voi oppure Ed io tra di voi, si tratta della cover del brano Et moi dans mon coin di Charles Aznavour, inciso in italiano anche dall'autore lo stesso anno.
Un frammento video tratto dalla trasmissione Teatro 10 (terza edizione, sesta puntata del 15 aprile 1972) è presente nel DVD Gli anni Rai 1972-1978 Vol. 1, inserito in un cofanetto monografico di 10 volumi pubblicato da Rai Trade e GSU nel 2008.
  • Adagio
    Nel 1972 sarà lato B del celeberrimo singolo Parole parole. Lo stesso anno Mina lo canta anche in spagnolo, col titolo Despacio si trova nell'album Amor mio (Odeon J 062-93.778) venduto sui mercati discografici di lingua latina.
  • Il mio nemico è ieri
    Lato B del già citato singolo non ufficiale che contiene Nessuno al mondo.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Lato A
  1. Nessuno al mondo (No Arms Can Ever Hold You) – 2:34 (testo: Nino Rastelli – musica: Jimmy Nebb; edizioni musicali Metron)
  2. Dominga – 3:00 (testo: Paolo Limiti – musica: Jorge Ben Jor; edizioni musicali Domingas/PDU)
  3. Io tra di voi (Et moi dans mon coin) – 4:32 (testo: Giorgio Calabrese – musica: Charles Aznavour; edizioni musicali RCA)
  4. L'uomo della sabbia – 3:52 (testo: Paolo Limiti – musica: Augusto Martelli; edizioni musicali Bixio-Sam/PDU)
  5. Ero io, eri tu, era ieri – 4:33 (testo: Paolo Limiti – musica: Augusto Martelli; edizioni musicali Southern/PDU)
  6. Adagio – 3:30 (testo: Paolo Limiti, Giovanni Bonoldi – musica: Vittorio Buffoli, Mario Nobile; edizioni musicali PDU)
Lato B
  1. Il mio nemico è ieri – 3:03 (testo: Paolo Limiti – musica: Alessandro Gelmetti; edizioni musicali PDU)
  2. Insieme – 4:05 (testo: Mogol – musica: Lucio Battisti; edizioni musicali Acqua Azzurra/PDU)
  3. Una donna, una storia – 5:08 (testo: Antonio Amurri – musica: Gianni Ferrio; edizioni musicali Curci/PDU)
  4. Che meraviglia (Que maravilha) – 2:25 (testo: Sergio Bardotti – musica: Jorge Ben Jor, Toquinho; edizioni musicali Domingas/PDU)
  5. Mi guardano – 3:40 (testo: Leo Chiosso "Roxy Bob" – musica: Umberto Prous; edizioni musicali Ducale/PDU)
  6. Questa cosa chiamata amore – 3:55 (testo: Antonio Amurri – musica: Gianni Ferrio; edizioni musicali Curci/PDU)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Discografia album, Mina Mazzini, sito ufficiale. URL consultato il 21 luglio 2017.
  2. ^ Classifica annuale vendite album 1971, Hit Parade Italia. URL consultato il 21 luglio 2017.
  3. ^ (EN) Nessuno al mondo/Il mio nemico è ieri, su Discogs, Zink Media. URL consultato il 21 luglio 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]