Parole parole/Adagio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Parole parole/Adagio
ArtistaMina
Tipo albumSingolo
Pubblicazioneaprile 1972
GenereMusica leggera
EtichettaPDU
ArrangiamentiGianni Ferrio lato A
Augusto Martelli lato B
Formati7"
Mina - cronologia
Singolo successivo
(1972)

Parole parole/Adagio è il 110° singolo di Mina, pubblicato ad aprile del 1972 su vinile a 45 giri dall'etichetta privata dell'artista PDU e distribuito dalla EMI Italiana.[1][2][3]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Anticipa l'album Cinquemilaquarantatre e, come il singolo precedente, contiene sul lato principale un brano di grandissimo successo: Parole parole famoso per il duetto Mina - Alberto Lupo; sul retro il meno noto Adagio, altro pezzo scritto da Paolo Limiti.

Nelle due canzoni gli arrangiatori Gianni Ferrio e Augusto Martelli dirigono le rispettive orchestre.

Successo e classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Parole parole compare in classifica il 20 maggio, quando Grande, grande, grande della stessa Mina detiene ancora la prima posizione, ma sta per iniziare la sua discesa. Successivamente i due brani cercheranno di contendersi un posto sul podio, ma la posizione di testa diventerà appannaggio permanente di Lucio Battisti con la sua I giardini di marzo.

Classifica Italia 1972[4] Posizione Settimane
20 maggio 8 1
27 maggio 2 1
3 giugno 3 1
10 - 17 giugno 2 2
24 giugno 3 1
1 luglio 4 1
8 luglio 5 1

Chiuderà il 1972 al 15º posto nelle vendite dei singoli, con Grande, grande, grande campione assoluto di incassi.[5]

Parole parole[modifica | modifica wikitesto]

Brano immancabile in qualsiasi compilation riguardante Mina; per citare le principali: Del mio meglio n. 2 (1973), Minantologia (1997), e The Platinum Collection (2004).[6]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Parole parole.

Adagio[modifica | modifica wikitesto]

Già pubblicato sull'album ...quando tu mi spiavi in cima a un batticuore... del 1970, troverà posto nell'antologia della EMI Scritte per Mina. Firmato Paolo Limiti (2013).[7]

Sempre nel 1970, Mina lo incide anche in spagnolo, col titolo Despacio. Questa versione, mai pubblicata su CD, è inclusa nella raccolta Amor mio (Odeon J 062-93.778), distribuita solo sui mercati discografici di lingua latina.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Lato A
  1. Parole parole (feat. Alberto Lupo) – 3:55 (testo: Leo Chiosso, Giancarlo Del Re – musica: Gianni Ferrio; edizioni musicali Curci/Music Union)
Lato B
  1. Adagio – 3:30 (testo: Paolo Limiti, Giovanni Bonoldi – musica: Vittorio Buffoli, Mario Nobile; edizioni musicali PDU/Music Union)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Discografia singoli, Mina Mazzini, sito ufficiale. URL consultato l'8 agosto 2017.
  2. ^ Parole parole/Adagio, in Discografia Nazionale della Canzone Italiana, ICBSA. URL consultato l'8 agosto 2017.
  3. ^ Link alla copertina ufficiale.
  4. ^ Classifica settimanale vendite singoli 1972, Hit Parade Italia. URL consultato l'8 agosto 2017.
  5. ^ Classifica annuale vendite singoli 1972, Hit Parade Italia. URL consultato l'8 agosto 2017.
  6. ^ Dal 2012 tutte le raccolte NON fanno più parte della discografia ufficiale.
  7. ^ (EN) Scritte per Mina. Firmato Paolo Limiti, su Discogs, Zink Media. URL consultato l'8 agosto 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]