Parole parole

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Parole parole
Artista Mina
Autore/i Leo Chiosso, Giancarlo Del Re, Gianni Ferrio
Featuring Alberto Lupo
Genere Musica leggera
Edito da PDU
Pubblicazione
Incisione Parole parole/Adagio
Data 1972
Etichetta PDU PA 1075
Durata 3 min 55 s

Parole parole è un brano musicale inciso dalla cantante italiana Mina, pubblicato su vinile a 45 giri il 13 aprile 1972[1] dalla PDU e poi inserito nell'album Cinquemilaquarantatre, pubblicato nel maggio dello stesso anno. È il pezzo che meglio rappresenta la proficua collaborazione fra la cantante ed il maestro Gianni Ferrio.[2]

La storia e contenuto[modifica | modifica wikitesto]

La canzone fu scritta come sigla televisiva della trasmissione Teatro 10, che andava in onda in prima serata il sabato sera ed era diretta da Alberto Lupo e da Mina (in qualità di ospite fissa)[3]. Il brano è costruito su una parte cantata (da Mina) ed un recitativo di Alberto Lupo; si tratta di un dialogo fra una coppia in cui l'uomo cerca di conquistare la donna con lusinghe e promesse ma la donna inizialmente lo rifiuta e si schernisce ripetendo il riff «parole, soltanto parole, parole fra noi».

Cover in italiano[modifica | modifica wikitesto]

versioni in francese ( Paroles... Paroles...)
versioni in spagnolo (Palabras, palabras)
versioni in portoghese (Palavras, palavras)
in tedesco (Worte, nur Worte)
in olandese (Die woorden, die woorden)
in turco
in giapponese (Amai Sasayaki)
altre versioni

Video[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Discografia Nazionale della Canzone Italiana
  2. ^ Ezio Guaitamacchi, 1000 canzoni che ci hanno cambiato la vita, Milano, 2009 on line dal 2011
  3. ^ E. Guaitamacchi, cit., vedi scheda
  4. ^ Paroles, paroles, joli motard su Bide et Musique
  5. ^ Billboard 22 dicembre 1973

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]