Pannarano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pannarano
comune
Pannarano – Stemma Pannarano – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Campania-Stemma.svg Campania
Provincia Provincia di Benevento-Stemma2.png Benevento
Amministrazione
Sindaco Fabio D'Alessio (Camba-Menti) dal 25-5-2014
Territorio
Coordinate 41°00′39″N 14°42′10″E / 41.010833°N 14.702778°E41.010833; 14.702778 (Pannarano)Coordinate: 41°00′39″N 14°42′10″E / 41.010833°N 14.702778°E41.010833; 14.702778 (Pannarano)
Altitudine 360 m s.l.m.
Superficie 11,8 km²
Abitanti 2 150[1] (1/1/2015)
Densità 182,2 ab./km²
Frazioni Borreca Caputi, Bosco Capitoli, Canate, Cuti, San Nicola, Selvetelle, Campitiello, Cerreto, Fontana Vecchia
Comuni confinanti Avella (AV), Pietrastornina (AV), Roccabascerana (AV), San Martino Valle Caudina (AV), Sperone (AV), Summonte (AV)
Altre informazioni
Cod. postale 82017
Prefisso 0824
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 062047
Cod. catastale G311
Targa BN
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Cl. climatica zona D, 1 725 GG[2]
Nome abitanti pannaranesi
Patrono san Giovanni Battista
Giorno festivo 24 giugno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Pannarano
Pannarano
Pannarano – Mappa
Posizione del comune di Pannarano nella provincia di Benevento
Sito istituzionale

Pannarano è un comune italiano di 2 150[1] abitanti della provincia di Benevento in Campania.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Pannarano è un'enclave all'interno della provincia di Avellino. Dista dal capoluogo di provincia 22 chilometri. Fa parte della Comunità montana Partenio - Vallo di Lauro nella quale vi ci si può accedere tramite la strada di via Carlangiona situata nel paese

Sul confine meridionale della provincia, il suo territorio è prevalentemente collinare.

Ha un'escursione altimetrica di ben 1377 metri, con un'altitudine che va da 221 m s.l.m. a 1598 m s.l.m.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

In origine ebbe nome "Ponderano" (da fundus Ponderanus) e la prima menzione risale al XIII secolo. Nel XIV secolo fu in possesso della famiglia Stendardi e passò successivamente ai Della Leonessa, ai Marziale ai Caracciolo-Rossi.

Nei primi anni del XVIII secolo il feudatario Benedetto Caracciolo, ospitò nel castello di Pannarano il poeta e commediografo napoletano Niccolò Amenta, il quale compose un capitolo della sua opera dedicato al paese.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Delle sette chiese un tempo esistenti, ne restano solo quattro:

  • chiesa di Santa Maria in Cannavile;
  • chiesa di San Giovan Battista;
  • chiesa di San Nicola;
  • chiesa Santa Maria del Carmelo,

Architetture militari[modifica | modifica wikitesto]

  • Castello Cocozza-Campanile oggi in stato di semi-abbandono e degrado;

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

Aree naturali[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Nel territorio comunale si producono vini di alto livello qualitativo[4].

Tra il settore terziario c'è il turismo.

Ha una superficie agricola utilizzata in ettari (ha) riferita all'anno 2000 di 197,96[5].

Prodotti tipici[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Il comune fa parte:

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Benevento Portale Benevento: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Benevento