San Giorgio del Sannio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
San Giorgio del Sannio
comune
San Giorgio del Sannio – Stemma San Giorgio del Sannio – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Campania-Stemma.svg Campania
Provincia Provincia di Benevento-Stemma2.png Benevento
Amministrazione
Sindaco Mario Pepe (lista civica) dal 05/06/2016
Territorio
Coordinate 41°04′N 14°51′E / 41.066667°N 14.85°E41.066667; 14.85 (San Giorgio del Sannio)Coordinate: 41°04′N 14°51′E / 41.066667°N 14.85°E41.066667; 14.85 (San Giorgio del Sannio)
Altitudine 380 m s.l.m.
Superficie 22,34 km²
Abitanti 10 022[1] (1/1/2016)
Densità 448,61 ab./km²
Frazioni Cardarella Tuoppolo, Cesine, Cuocci Ambrosino, Ginestra, Marzani, Monterone, Porreta Fustelle, San Giovanni Marcopio, San Rocco, Sant'Agnese, Sterpara Costa D'Arco
Comuni confinanti Apice, Calvi, Paduli, San Martino Sannita, San Nazzaro, San Nicola Manfredi
Altre informazioni
Cod. postale 82018
Prefisso 0824
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 062058
Cod. catastale H894
Targa BN
Cl. sismica zona 1 (sismicità alta)
Cl. climatica zona D, 1 762 GG[2]
Nome abitanti sangiorgesi
Patrono san Giorgio martire
Giorno festivo 23 aprile
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
San Giorgio del Sannio
San Giorgio del Sannio
San Giorgio del Sannio – Mappa
Posizione del comune di San Giorgio del Sannio nella provincia di Benevento
Sito istituzionale

San Giorgio del Sannio è un comune italiano di 10 022 abitanti[3] della provincia di Benevento in Campania.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Quarto comune della provincia di Benevento per abitanti. È situato sull'appennino sannita tra i corsi dei fiumi Sabato e Calore Irpino, ai piedi del colle di Montefusco, a 9 km dal capoluogo di provincia, in ridente posizione dominante la vallata del Sabato, lambendo marginalmente anche quella del Calore. San Giorgio del Sannio si trova a 382 m sul livello del mare, con un'estensione di 22 km².

Clima[modifica | modifica wikitesto]

La cittadina, trovandosi nel cuore degli appennini, ha un clima che si trova a metà strada tra il clima temperato e il clima continentale, con estati calde (con massime anche di +30 gradi) ed inverni abbastanza freddi (con temperature spesso al di sotto dello 0). Durante irruzioni di aria fredda dai Balcani, San Giorgio del Sannio può essere coperta da una coltre di neve di oltre 50 cm. L'evento più recente si è avuto nel febbraio del 2012, quando la neve cadde sulla cittadina per 20 giorni consecutivi; infatti, nel centro città, si superò il metro di neve. Stessa situazione si è verificata nel gennaio 2017. In media ogni anno la neve cade per 3/4 giorni. Invece, quando in estate si ha il rinforzo dell'alta pressione, la colonnina di mercurio può toccare i 40 gradi. A causa dell'elevato tasso di umidità le precipitazioni sono frequenti. In estate spesso si formano dei temporali, che riversano al suolo l'acqua che dovrebbe cadere in un mese.

Origini del nome[modifica | modifica wikitesto]

L'attuale denominazione ha sostituito la vecchia[4] di San Giorgio della Montagna di Montefusco (dal feudo di Montefusco); il nome fu dapprima cambiato in "San Giorgio la Montagna", rimanendo tale fino al 1929 (si narra che Arturo Bocchini, capo della polizia e persona allora assai influente, stanco di essere chiamato il montanaro fece in modo che la denominazione del comune fosse cambiata in San Giorgio del Sannio)[5].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La zona più antica di San Giorgio del Sannio si stende lungo una dorsale collinare poco al di sopra dell'attuale paese, che solo da pochi anni è stata nuovamente rivalutata e abitata.

Il paese è formato da quattro frazioni: San Giorgio, Sant'Agnese, Ginestra (la frazione più antica, che era un vico romano) e San Rocco che, divise in passato, ora costituiscono un unico centro urbano.

Nel territorio comunale si trovano ancora il Piano ("Vecchio paese"), Monterone, Cesine, i Marzani e San Giovanni.

Le contrade di San Giorgio, Sant'Agnese, Ginestra e San Giovanni a Morcopio sono alcune delle zone abitate fin dai tempi dei romani grazie al passaggio della via Appia; anche se le prime date ufficiali risalgono al 1135, con la presenza di molte monete e cimeli romani che fanno pensare ad un insediamento romano.

Fino al 1811 furono casali autonomi, poi sottomessi al feudo di Montefusco, capoluogo dell'allora Principato Ultra..

Alcune ipotesi fanno risalire la chiesa posta in località Toppa all'anno 992, da cui la celebrazione dell'anniversario del millenario nel 1992. La località Toppa costituiva il luogo dove un tempo era il paese, che si chiamava Casalnuovo.

Un assetto importante al paese lo diede Carlo III Spinelli (1678-1742), che nell'attuale piazza Risorgimento fece costruire il suo palazzo, una fontana, un deposito e la nuova chiesa. Nel 1720 vi fondò un monastero di monache, che poi, aggiunto all'antico palazzo baronale, formò l'Educandado delle Salesiane.

Prima dei Principi Spinelli (1677), il paese era feudo degli Iamvilla, cui fu dato da Giovanna II, e poi dei Malanotte.

Oggi San Giorgio del Sannio si presenta come un paese in continua espansione; il boom demografico corrisponde alla ricostruzione del dopo-terremoto degli anni '80.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Altro[modifica | modifica wikitesto]

Piazze[modifica | modifica wikitesto]

  • Piazza Risorgimento
  • Piazza Immacolata
  • Piazza IV Novembre
  • Piazza D. Scarlatti
  • Piazza L. Bocchini
  • Piazza della Costituzione
  • Piazza De Gregorio
  • Piazza C. Bocchini (Marzani)
  • Piazza del Municipio
  • Piazza G. Leopardi

Palazzi signorili

  • Palazzo dei principi Spinelli, sito nella centrale piazza Risorgimento
  • Palazzo Nisco, in piazza Risorgimento
  • Palazzo del Cav. Enrico Nisco, nei pressi di piazza Risorgimento
  • Palazzo Bocchini ai Marzani, in piazza C. Bocchini
  • Palazzo Bocchini, posto sul viale principe Carlo III Spinelli
  • Palazzo Bocchini di Ginestra, sito in piazza L. Bocchini
  • Palazzo baronale Dell'Aquila, nel quartiere di Ginestra
  • Palazzo Baldassarre, posto in piazza Immacolata
  • Palazzo dei baroni Ventimiglia, nel quartiere di Sant'Agnese

Statue e monumenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Monumento ai caduti, di fronte alla casa comunale
  • Piazza Risorgimento, con al centro una fontana con 4 delfini, ricostruita nel 2004. Fu restaurata per la prima volta nel 1939, ampliata ed abbellita nel 1953.
  • Busto marmoreo, su capitello di marmo e lapide, in onore di Carlo III Spinelli, principe del paese, situato in un angolo di piazza Risorgimento, con la seguente dedica:

« Carlo III Spinelli, Principe di San Giorgio 8 marzo 1678 - 11 giugno 1742
conferi al paese lustro e dignità magnificando
con opere ed azioni,
l'amministrazione civica in memoria pose
23 aprile 2003 »

  • Statua della Madonna dell'Immacolata, nell'omonima piazza, su capitello di marmo con la seguente dedica:

« La civica amministrazione accogliendo i voti dei frati minori,
interpretando la fede e la pietà Mariana del popolo,
questo monumento eresse a ricordo del primo centenario
della definizione dogmatica della Concezione Immacolata di Maria.
San Giorgio del Sannio Anno Mariano 1954. »

  • Nel 2009, la locale società ciclistica Velo Club San Giorgio, con il patrocinio dell'amministrazione comunale ha collocata sul Viale Spinelli una scultura-monumento per ricordare la tappa del 70º Giro d'Italia del 1987. La scultura è posta nello stesso punto dove era sistemato il traguardo della più importante gara ciclistica italiana.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[6]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Istruzione[modifica | modifica wikitesto]

Nel comune è presente un circolo didattico comprendente la scuola dell'infanzia e la scuola elementare "Capoluogo" e la scuola dell'infanzia e la scuola elementare presso il quartiere di Ginestra. Vi è anche l'Istituto Comprensivo "Nicola Nisco" avente scuola materna, elementare (presso il quartiere di Sant'Agnese) e media inferiore. Il paese vanta, inoltre, un liceo classico plurisessantenario, meglio conosciuto come liceo ginnasio statale "Virgilio". Da circa un decennio questa istituzione si è arricchita anche di un liceo scientifico formando un polo d'eccellenza negli studi superiori nell'area del Medio Calore. La attuale denominazione è istituto d'istruzione superiore "Virgilio". Da sempre centro scolastico fondamentale della zona, oggi è rinomato centro di alta formazione culturale, grazie perlopiù alla ricchissima biblioteca che consta di oltre 5000 volumi, ad un museo storico-ambientale allestito all'interno della sede centrale e ad un personale altamente professionale. Esiste inoltre un istituto Chimico-Biologico sede coordinata dell'I.P.I.A Palmieri di Benevento; questo istituto dotato di laboratori di alto livello nel campo delle analisi chimiche e microbiologiche si pone come uno strumento di crescita della cultura ambientale del territorio e come un volano di sviluppo delle attività imprenditoriali dell'intero comprensorio. I ragazzi che frequentano questa scuola vivono, con la frequenza di stages in maniera sistemica il rapporto con il mondo del lavoro. Frequenti sono i contatti con le imprese e le associazioni di categoria e con i centri di eccellenza che afferiscono alla ricerca biotecnologica; in particolar modo sono stati attivati contatti con il centro BioGeM di Ariano Irpino e il C.N.R. di Avellino.

Persone legate a San Giorgio del Sannio[modifica | modifica wikitesto]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Si presenta come una cittadina moderna e commerciale, in continua espansione. Ha una superficie agricola utilizzata in ettari (ha) di 1530,81[8].

Prodotti: importante centro di coltivazione e lavorazione del tabacco, allevamento di suini e bovini, vino, olio, cereali, gelsi, frutta. Attività artigianali varie.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

I sindaci da quando è stata approvata la Legge 25 marzo 1993, n. 81 sono stati Bruno Boniello, Vincenzo Zampetti, Vincenzo Lubrano [9], Giorgio Nardone.

Il 24 maggio 2011 è stato eletto sindaco Claudio Ricci, che nell'ottobre del 2014 è stato eletto presidente della Provincia di Benevento.

Il 5 giugno 2016 Claudio Ricci ha perso il ruolo di sindaco per soli 76 voti a favore di Mario Pepe, già sindaco fra il 1973 e il 1980 e membro della Camera dei Deputati in tre legislature.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Ciclismo[modifica | modifica wikitesto]

Il Giro d'Italia ha toccato più volte il comune di San Giorgio del Sannio con partenze ed arrivi.

Nel 1987 il Giro arrivò e ripartì il giorno dopo dal comune sannita. Nella tappa che arrivò a San Giorgio del Sannio ci fu la vittoria di Paolo Rosola, nella tappa del giorno successivo, che partì da San Giorgio, ci fu la vittoria di Urs Freuler

Dopo 25 anni, nel 2012, il Giro tornò nel comune sannita con una partenza di tappa, la tappa arrivava a Frosinone e la vittoria andò a Francisco Ventoso

Nel 2015 San Giorgio tornò ad ospitare un arrivo di tappa del Giro la vittoria di tappa andò a Paolo Tiralongo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Popolazione Residente per età, sesso e stato civile al 1º gennaio 2016, Istituto nazionale di statistica. URL consultato il 18 giugno 2016.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ http://demo.istat.it/pop2016/index.html
  4. ^ Arturo Bocchini, potente capo della Polizia durante il regime fascista, infastidito dagli scherzosi ed ironici epiteti lanciati da amici e colleghi, quali "homo della montagna", "montanaro" e simili, si impegnò per l'emanazione di un decreto che mutasse il nome del paese di origine. Fonte: Cesare Rossi. Personaggi di ieri e di oggi. Milano, Casa editrice Ceschina, 1960, pagina 209.
  5. ^ Fucci, Le polizie di Mussolini, p. 95
  6. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  7. ^ Nisco
  8. ^ (Camera di Commercio di Benevento, dati e cifre, maggio 2007)
  9. ^ Commissario Prefettizio chiamato al posto del precedente sindaco e che restò in carica circa un anno

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Antonio Iamalio. La Regina del Sannio: descrizione coretnografica e storica della provincia di Benevento. (Ristampa anastatica dell'edizione del 1918). Ceppaloni (BN), AGM Editoriale Poligrafica, 2001

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN249388219
Benevento Portale Benevento: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Benevento