Bucciano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Bucciano (disambigua).
Bucciano
comune
Bucciano – Stemma Bucciano – Bandiera
Bucciano – Veduta
Vista di Bucciano ai piedi del Taburno
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Campania-Stemma.svg Campania
Provincia Provincia di Benevento-Stemma2.png Benevento
Amministrazione
Sindaco Domenico Matera (Per Bucciano) dal 15/04/2008
Territorio
Coordinate 41°04′39.22″N 14°34′08.33″E / 41.07756°N 14.56898°E41.07756; 14.56898 (Bucciano)Coordinate: 41°04′39.22″N 14°34′08.33″E / 41.07756°N 14.56898°E41.07756; 14.56898 (Bucciano)
Altitudine 276 m s.l.m.
Superficie 7,94 km²
Abitanti 2 100[1] (1/1/2016)
Densità 264,48 ab./km²
Frazioni Pastorano
Comuni confinanti Airola, Bonea, Moiano, Tocco Caudio
Altre informazioni
Cod. postale 82010
Prefisso 0823
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 062010
Cod. catastale B239
Targa BN
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Cl. climatica zona D, 1 573 GG[2]
Nome abitanti buccianesi
Patrono San Giovanni Battista
Giorno festivo 24 giugno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Bucciano
Bucciano
Bucciano – Mappa
Posizione del comune di Bucciano nella provincia di Benevento
Sito istituzionale

Bucciano è un comune italiano di 2 087 abitanti[1] della provincia di Benevento in Campania.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Dista dal suo capoluogo di provincia circa 24 km.

Sito sulla falda meridionale del monte Taburno.

Il suo territorio è compreso fra un'altitudine di 240 ed i 1275 m s.l.m., pari ad un'escursione altimetrica di 1.035 m.

Fa parte della Regione Agraria n. 3, monti Taburno-Camposauro

Non molto tempo fa vi era un'acqua molto rinomata in paese, scorreva da una fontana che veniva chiamata "Fontana del Duca"

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Seguì il dominio feudale di Airola di cui fu sempre casale, tanto che allora dicevasi Airola-Bucciano.

La sua ortografia primitiva era Gucciano o Cucciano, molto probabilmente da quella villa di Cocceio < super Caudi cauponas >, di cui Orazio, nella Sat. V; donde un proedium Coccejanum.

E da una simile forma di possessione prediale deve essere derivato anche Pastorano a circa 2 km da Bucciano.

Antichità. Un'antica lapide, smarrita, dell'epoca romana, con il nome di Cuccejanus.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Fu costruito sulle pendici del monte Taburno nel XV secolo: secondo la tradizione, ciò avvenne in seguito alla guarigione miracolosa di una pastorella sordomuta che trovò una statua della Vergine Maria in una vicina grotta. Fu sede di un convento dei frati domenicani dal 1498 al 1743; seguirono periodi di abbandono che si alternarono a restauri parziali, fino alla riapertura progressiva a partire dal 2007. Il santuario è una popolare meta di pellegrinaggi. Notevole la chiesa con le sue volte gotiche, e gli affreschi trovati durante gli ultimi restauri.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Via San Giovanni nella frazione Pastorano, col Taburno sullo sfondo

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]


Economia[modifica | modifica wikitesto]

Ha una superficie agricola utilizzata (dato aggiornato all'anno 2000) di ettari (ha) 258,84 (fonte Camera di Commercio di Benevento, dati e cifre maggio 2007).

Prodotti: cereali, frumento, olio, vino, gelsi, mais e legumi.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Il comune fa parte della Comunità montana del Taburno.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo musicale Napoli Centrale parla dei buccianesi nella traccia chiamata, per l'appunto, 'A gente 'e Bucciano, contenuta nell'album d'esordio del 1975. Il testo (che fa del comune una pars pro toto dei piccoli centri rurali del Meridione) è una riflessione sull'emigrazione verso il Nord Italia, in cerca di lavoro e di benefici che in realtà non arrivano mai.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Alfonso Maria Iannucci, Il pellegrinaggio al Santuario del monte Taburno. Memorie religiose, storiche, archeologiche. Morano, Napoli 1891
  • Alfonso Maria Iannucci, La Vergine del Monte Taburno. Divozione dei popoli, frequenza de' pellegrinaggi e nuova polemica sulle Forche Caudine. Dell'Aquila, Scafati, 1893.
  • Antonio Iamalio, La Regina del Sannio ed. P & Federico Ardia, Napoli, 1918
  • Claudio Carofano, Il santuario del Monte Taburno. Storia, fede, tradizione. Kat edizioni, 2008

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Benevento Portale Benevento: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Benevento