Luna (colonia romana)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 44°03′51.95″N 10°01′01.7″E / 44.06443°N 10.01714°E44.06443; 10.01714

Luna (colonia romana)
Il sito archeologico di Luni
Il sito archeologico di Luni
Civiltà romana
Localizzazione
Stato Italia Italia
Comune Luni
Amministrazione
Ente Soprintendenza speciale per i beni archeologici della Liguria
Responsabile dott.ssa Lucia Gervasini
Visitabile si
sito web

La colonia romana di Luna fu dedotta nel 177 a.C., alle foci del fiume Magra, nell'agro conquistato ai Liguri Apuani. La città che fu un porto fluviale e marittimo, di rigoroso impianto coloniale, dovette sorgere su un sito preesistente, probabilmente un emporio etrusco controllato dai Liguri. Il toponimo di Portus Lunae è conosciuto e citato dalle fonti in periodo precedente alla fondazione della colonia. La colonia si sviluppò per tutto il periodo repubblicano e dovette crescere in importanza a partire dal primo periodo imperiale parallelamente all'intensificarsi dello sfruttamento delle vicine cave di marmo. Un terremoto, avvenuto nel corso del IV secolo, pose fine alla città imperiale. La zona fu comunque frequentata durante i successivi periodi fino al quasi totale abbandono avvenuto intorno alla fine del IX secolo.

I resti della colonia romana di Luna si trovano nell'odierna frazione di Luni nel territorio del Comune di Ortonovo.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Anna Maria Durante, Lucia Gervasini - Luni. Zona Archeologica e Museo Nazionale, "Itinerari dei musei, gallerie, scavi e monumenti d'Italia", n.s., 48, Ministero per i beni e le attività culturali, Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato - Libreria dello Stato, Roma, 2000, ISBN 88-240-3639-2

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]