Licciana Nardi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Licciana Nardi
comune
Licciana Nardi – Stemma Licciana Nardi – Bandiera
Castello di Terrarossa
Castello di Terrarossa
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Tuscany.svg Toscana
Provincia Provincia di Massa-Carrara-Stemma.png Massa e Carrara
Amministrazione
Sindaco Enzo Manenti (PD) dal 07/05/2012
Territorio
Coordinate 44°16′N 10°02′E / 44.266667°N 10.033333°E44.266667; 10.033333 (Licciana Nardi)Coordinate: 44°16′N 10°02′E / 44.266667°N 10.033333°E44.266667; 10.033333 (Licciana Nardi)
Altitudine 210 m s.l.m.
Superficie 55,68 km²
Abitanti 4 944[1] (31-08-2015)
Densità 88,79 ab./km²
Frazioni Apella, Bastia, Cisigliana, Monti, Panicale, Pontebosio, Taponecco, Tavernelle, Terrarossa, Varano.
Comuni confinanti Aulla, Bagnone, Comano, Fivizzano, Monchio delle Corti (PR), Podenzana, Tresana, Villafranca in Lunigiana
Altre informazioni
Cod. postale 54016
Prefisso 0187
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 045009
Cod. catastale E574
Targa MS
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti liccianini
Patrono san Giacomo
Giorno festivo 25 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Licciana Nardi
Licciana Nardi
Posizione del comune di Licciana Nardi all'interno della provincia di Massa e Carrara
Posizione del comune di Licciana Nardi all'interno della provincia di Massa e Carrara
Sito istituzionale

Licciana Nardi (Liciana nel dialetto della Lunigiana) è un comune italiano di 4.944 abitanti[2] della provincia di Massa e Carrara in Toscana. Il comune fa parte del Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano ed è sulla Via del Volto Santo.

Nel 1933 il paese di Licciana aggiunse l'attuale secondo nome in omaggio ai patrioti Anacarsi Nardi e Biagio Nardi, nativi della frazione di Apella[3][4].

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Frazioni[modifica | modifica wikitesto]

Le frazioni del comune di Licciana Nardi sono: Amola - paese ove si tiene la sagra delle focaccette -, Apella, Baccana, Bastia, Canalescuro, Cisigliana, Corte, Costamala, Cuccarello, Deglio, Galea, Maestà dei Saldi, Masero - l'area commerciale -, Monti - anticamente chiamato Venelia, è il paese più grande e in continua espansione: conta attualmente più di 2000 abitanti; vi è collocata la famosa pieve di Venelia -, Panicale, Paretola, Ponte Taverone, Pontebosio, Ripola, Salano, Taponecco, Tavernelle, Terrarossa, Varano e Villa di Panicale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Architetture militari[modifica | modifica wikitesto]

Comunicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Persone legate a Licciana Nardi[modifica | modifica wikitesto]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
11 giugno 1985 28 maggio 1990 Enzo David Belli Democrazia Cristiana Sindaco [6]
28 maggio 1990 24 aprile 1995 Sauro Chiappini Partito Comunista Italiano Sindaco [6]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Sauro Chiappini centro-sinistra Sindaco [6]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Enzo Manenti centro-sinistra Sindaco [6]
25 giugno 2004 8 giugno 2009 Enzo Manenti Democratici di Sinistra Sindaco [6]
8 giugno 2009 24 ottobre 2011 Albino Fontana lista civica Sindaco [6]
7 maggio 2012 in carica Enzo Manenti lista civica: Onestà trasparenza Sindaco [6]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ [1] - Popolazione residente al 31 agosto 2015.
  2. ^ http://demo.istat.it/bilmens2015gen/index02.html
  3. ^ Regio Decreto 18 agosto 1933, n. 1198
  4. ^ Modifica del nome di Licciana Nardi
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ a b c d e f g http://amministratori.interno.it/

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN235230139
Toscana Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Toscana