If (Pink Floyd)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
If
Artista Pink Floyd
Autore/i Roger Waters
Genere Rock progressivo
Pubblicazione
Incisione Atom Heart Mother
Data 1970
Durata 4:30
Atom Heart Mother – tracce
Precedente
Successiva

If è il pezzo d’apertura del secondo lato di Atom Heart Mother, scritto e interpretato da Roger Waters.

Il brano[modifica | modifica wikitesto]

Un semplice arpeggio di chitarra introduce la voce di Roger Waters. È una delle canzoni più intime scritte dal bassista e si riferisce agli aspetti più difficili del suo carattere. Qualche critico ha affermato che il brano rappresenta il primo tentativo di esprimere i sensi di colpa provati da Waters per il modo in cui lui si era comportato con Syd Barrett, estromettendolo di fatto dalla band (era stato proprio lui a comunicare all'amico che il suo contributo nel gruppo non era più gradito).

Testo[modifica | modifica wikitesto]

« se fossi un treno sarei in ritardo...

...se fossi un buon uomo parlerei più spesso con te...

...se dovessi impazzire vi prego non mettetemi i fili nel cervello...

...E se impazzisco, mi farete ancora partecipare al gioco?... »

Emerge in questi versi tutta l’impotenza di Waters per non aver saputo in qualche modo salvare Syd dall’abisso della follia.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Musicisti
Tecnico del suono

Cover e riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

Neil Hannon, cantante e leader dei Divine Comedy, si è ispirato alla canzone per la sua If, contenuta in A Short Album About Love del 1997. Nel 2003 il cantautore italiano Morgan ha inciso una reinterpretazione del brano in lingua italiana (con il titolo Se) nel suo album Canzoni dell'appartamento.

rock progressivo Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock progressivo