If (Pink Floyd)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
If
Artista Pink Floyd
Autore/i Waters
Genere Rock progressivo
Pubblicazione
Incisione Atom Heart Mother
Data 1970
Durata 4:30
Atom Heart Mother – tracce
Precedente Successiva
Atom Heart Mother Summer '68

If è il pezzo d’apertura del secondo lato di Atom Heart Mother, scritto e interpretato da Roger Waters.

Il brano[modifica | modifica sorgente]

Un semplice arpeggio di chitarra introduce la voce di Roger Waters. È una delle canzoni più intime scritte dal bassista e si riferisce agli aspetti più difficili del suo carattere. Qualche critico ha affermato che il brano rappresenta il primo tentativo di esprimere i sensi di colpa provati da Waters per il modo in cui lui si era comportato con Syd Barrett, estromettendolo di fatto dalla band (era stato proprio lui a comunicare all'amico che il suo contributo nel gruppo non era più gradito).

Testo[modifica | modifica sorgente]

« se fossi un treno sarei in ritardo...

...se fossi un buon uomo parlerei più spesso con te...

...se dovessi impazzire vi prego non mettetemi i fili nel cervello...

...E se impazzisco, mi farete ancora partecipare al gioco?... »

Emerge in questi versi tutta l’impotenza di Waters per non aver saputo in qualche modo salvare Syd dall’abisso della follia.

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Musicisti
Tecnico del suono

Cover e riferimenti[modifica | modifica sorgente]

Neil Hannon, cantante e leader dei Divine Comedy, si è ispirato alla canzone per la sua If, contenuta in A Short Album About Love del 1997. Nel 2003 è stata incisa in italiano da Morgan (con il titolo Se) nel suo album Canzoni dell'appartamento.

Rock progressivo Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock progressivo