Canzoni dell'appartamento

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Canzoni dell'appartamento
ArtistaMorgan
Tipo albumStudio
Pubblicazione9 maggio 2003
Durata48:31
Dischi1
Tracce12
GenerePop rock
Musica d'autore
EtichettaColumbia Records
ProduttoreMarco Castoldi, Roberto Colombo
RegistrazioneOfficine Meccaniche Recording Studios, Milano (Italia)
Morgan - cronologia
Album precedente
Album successivo
(2004)

Canzoni dell'appartamento è il primo album da solista del cantautore italiano Morgan, pubblicato nel 2003 dalla Columbia Records[1] e premiato con una Targa Tenco come migliore opera prima nello stesso anno.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Il genere spazia tra canzone d'autore italiana e pop moderno, con testi quasi minimali e con arrangiamenti finemente curati.

L'album contiene due cover: Non arrossire, canzone scritta da Maria Monti e Giorgio Gaber (ed incisa da entrambi gli artisti) e Se, traduzione di If, canzone di Roger Waters incisa dai Pink Floyd nell'album Atom Heart Mother.

Il testo della canzone Heaven in my cocktail (Tears in her eyes) contiene una citazione dal titolo dell'album Gentlemen Take Polaroids dei Japan.[2]

La genesi del disco[modifica | modifica wikitesto]

Morgan sulla realizzazione del disco: Doveva essere un disco di covers, ma l'aveva appena fatto egregiamente Battiato (Fleurs), poi esce Robbie Williams con gli 'standards swing', allora dico: “è meglio se scrivo io dei brani originali e fingo di farne delle covers. Saranno così delle auto-covers”. Del progetto di cover rimangono comunque due brani: la versione hard-core di 'Non arrossire' (di Gaber-Pennati-Mogol) e la 'poppizzazione' di 'Se (If)', con traduzione italiana molto aderente del testo originale di Roger Waters. Ho registrato il pianoforte nell'appartamento in orari diurni, predisponendo microfoni anche all'esterno del palazzo, così da poter avere la contemporaneità fra la musica e i continui rumori metropolitani, su piste indipendenti. Questo ha fornito al disco una parvenza di musica concreta, in alcuni passaggi di 'Me' e di 'Canzone per Natale'. Le sessioni di registrazione acustica sono avvenute nell'appartamento di Milano, quelle elettriche negli studi 'vintage' di Mauro Pagani e presso gli studi 'Registrazioni Moderne' di Roberto Colombo. L'orchestra sinfonica è stata diretta e registrata presso il Teatro Umberto Giordano di Foggia. Io, l'autore ho composto le musiche e i testi, ho co-prodotto l'album assieme a Roberto Colombo, gli arrangiamenti d'orchestra sono in parte miei, in parte del compositore comasco Carlo Carcano. Nonostante anche un ascoltatore attento potrebbe essere ingannato dall'atmosfera 'acustica' e 'classica' del disco, la sua sostanza è invece interamente elettronica, non perché siano stati usati sistemi di programmazione musicale o suoni campionati, ma semplicemente perché una volta composto e registrato nel disco rigido, ho scomposto l'intero lavoro per rimontarlo infine digitalmente, È 'house music'?[3]

"C'è un luogo (l'appartamento a Milano)
un tempo (un'imprecisata epoca sicuramente collocata nel passato recente)
tre personaggi reali (me stesso, the baby, Aria)
dei personaggi ‘mediati’ (Paul McCartney-attraverso un VHS, Napoleone-attraverso una fiaba inventata, il famosissimo attore americano-attraverso la TV, Maometto-attraverso un libro, il matto-attraverso una canzone)
dei fenomeni atmosferici (vento, pioggia, temporali, luce del sole)
una natura fantastica (alberi e montagne che camminano, luce commestibile, piogge che ‘ragionano’)
una natura svanita (fiori che appassiscono, alberi che scompaiono)
animali (le formiche, il cigno, l'elefante) abiti e gioielli simbolici (la giacca dell'anno scorso, ‘quella gonna’, gli strani anelli)."

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Altrove - 5:43
  2. The Baby - 3:39
  3. Crash (Storia di un inventore) - 4:18
  4. Aria - 5:45
  5. Evaporazione - 0:26
  6. Non arrossire - 2:17
  7. Me - 6:20
  8. Se (if) - 3:26
  9. Italian violence (Ballata dell'amore dopo la conquista) - 3:21
  10. Heaven in my cocktail (Tears in her eyes) - 5:05
  11. Le ragioni delle piogge - 4:05
  12. Canzone per Natale - 3:08

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

  • Morgan - voce, basso, battito delle mani, celesta, chitarra acustica, chitarra elettrica, chitarra plectrum, chitarra Sherman, loops, mellotron, organo, organo Hammond, organo Hammond B3, organo Tiger Eco, percussioni, percussioni vocali, piano Fender, piano kawai, piano elettrico Fender Rhodes, piano elettrico wurlitzer, pianoforte, rumori, sintetizzatore, synth Korg MS20, synth MS20, theremin, vocoder, cori
  • Sergio Carnevale - batteria, battito delle mani, percussioni
  • Agostino Nascimbeni - battito delle mani
  • Roberto Colombo - battito delle mani, piano elettrico wurlitzer, organo Hammond, organo Hammond B3
  • Alessandro Pacho - berimbau, cimbali, gong, m'bira, miscellaneous, percussioni, shaker, tamburi d'acqua, toy typewriter
  • Marco Carusino - chitarra, chitarra acustica a 12 corde, chitarra elettrica, chitarra slide
  • Vincenzo Conteduca - clarinetto
  • Massimiliano Mauthe - contrabasso
  • Matteo De Padova - contrabasso
  • Simone Lovino - corno
  • Fernando Saracino - fagotto
  • Antonio Amenduni - flauto
  • Phil Drummy - nacchere, percussioni
  • Domenico Sarcina - oboe
  • Michele Mitola - percussioni
  • Giuseppe Lentini - sassofono
  • Luciano Pischetola - trombone
  • Daniele - vocoder
  • Marco Balzano - viola
  • Paolo Castellitto - viola
  • Pierluigi Minicozzi - viola
  • Raffaele Vena - viola
  • Clelia Sguera - violino
  • Federico Valerio - violino
  • Laura Aprile - violino
  • Luisa Scolletta - violino
  • Michele Trematore - violino
  • Orazio Sarcina - violino
  • Ornela Koka - violino
  • Valentino Corvino - violino
  • Daniele Miatto - violoncello
  • Francesco Montaruli - violoncello
  • Gianni Cuciniello - violoncello
  • Remo Ianniruberto - violoncello

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Federico Guglielmi, Rock (in) italiano: 50 album fondamentali (2001-2010), in Mucchio Extra, Stemax Coop, #37 primavera 2012.
  2. ^ Morgan - Live@kataweb - Intervista su Canzoni dell'appartamento (13/05/2003) - YouTube
  3. ^ Comunicato Stampa: Morgan in concerto al Tenax, su rockol.it, 28 ottobre 2003. URL consultato il 17 marzo 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica