Fimbulvetr

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il Fimbulvetr, o Fimbulvinter (spesso anglicizzato come Fimbulwinter), è uno dei segni, secondo la mitologia norrena, che annunceranno la venuta del Ragnarǫk, la fine del mondo. La parola, alla lettera, significa "terribile inverno", e indica una lunga stagione fredda al termine della quale avverrà la destabilizzazione di tutti i rapporti sociali e la fine del mondo.

In Svezia, Norvegia e altri paesi nordici, "fimbulvetr" può essere anche usato per riferirsi ad un inverno particolarmente freddo e rigido, con tantissima neve.

Narrazione mitologica[modifica | modifica wikitesto]

L'avvento del Fimbulvetr sarà segnato da una lunga epoca di freddo: un primo inverno, mai interrotto da stagioni intermedie, avrà un durata di ben tre anni, durante i quali il Sole non darà né luce né calore. Seguirà quindi un secondo inverno di altri tre anni, in cui tutti i legami sociali cadranno in rovina.

Così secondo la Vǫluspá:

(NON)

«Bræðr munu beriask
ok at bönum verðask,
munu systrungar
sifium spilla,
hart 's í heimi,
hórdómr mikill,
skeggöld, skalmöld,
skildir klofnir,
vindöld, vargöld,
áðr veröld steypisk
mun engi maðr
öðrum þyrma.»

(IT)

«Si colpiranno i fratelli
e l'un l'altro si daranno la morte;
i cugini spezzeranno
i legami di parentela;
crudo è il mondo,
grande l'adulterio.
Tempo d'asce, tempo di spade,
gli scudi si fenderanno,
tempo di venti, tempo di lupi,
prima che il mondo crolli.
Neppure un uomo
un altro ne risparmierà.»

(Edda poetica - Völuspá - Profezia della Veggente XLV)

A seguito del Fimbulvetr, il Sole e la Luna saranno divorati rispettivamente dai lupi Skǫll e Hati che li hanno inseguiti sin dall'inizio dei tempi, e poi avrà inizio il Ragnarǫk vero e proprio.

Ci sono stati alcuni studi che hanno indagato la connessione tra questa credenza un eventuale cambiamento climatico avvenuto della tarda età del bronzo. Prima di questo cambiamento, le regioni nordiche erano abbastanza calde.

Fimbulvetr nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

  • Fimbulvetr è una potente arma magica di "livello A" nella serie di videogiochi Fire Emblem, nello specifico nei titoli per Game Boy Advance della serie: il suo utilizzo causa una forte tempesta che circonda l'avversario e lo intrappola nel ghiaccio.
  • In Fire Emblem: Fates Fimbulvetr è una arma magica di "livello C":essa, dunque, è la magia che, nell'ordine di potenza del gioco, viene prima di "Ragnarök", magia di "livello B"; ciò è possibile riferimento a come i Fimbulvetr preannuncino il Ragnarǫk
  • Nell'ambientazione Forgotten Realms del gioco di ruolo Dungeons & Dragons, Fibulvetr è il regno del gigante del ghiaccio Thrym (dal norreno Þrymr) nel piano chiamato Jotunheim (che si rifà al norreno Jǫtunheimr). Questo reame è descritto come una distesa sconfinata di ghiaccio e neve[1].
  • Fimbulwinter è un potente potere divino dell'ultima era nel videogioco per PC Age of Mythology: concesso dal Dio Týr, fa scendere la notte che impedisce l'utilizzo di altri poteri divini e crea dei lupi feroci all'interno delle città avversarie.
  • In The Witcher 3: Wild Hunt, la Caccia Selvaggia è accompagnata dal Bianco Gelo, un inverno congelante e duraturo che ha già distrutto altri mondi; per questo motivo gli abitanti delle isole Skellige (ispirati alle popolazioni vichinghe) accomunano l'arrivo della Caccia sulla loro nave "fatta con le unghie dei morti", il "Naglfar", con il Ragnarok, e il Bianco Gelo col Fimbulvinter

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Richard Baker, Travis Stout, James Wyatt, Guida del giocatore a Faerûn, Twenty Five Edition, 2001, ISBN 88-8288-121-0