Ferrari 166 Inter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altre automobili Ferrari con nome simile, vedi Ferrari 166.
Ferrari 166 Inter
Ferrari 166 Inter Coupé Touring 1949.jpg
Ferrari 166 Inter Touring Coupé del 1949
Descrizione generale
Costruttore Italia  Ferrari
Tipo principale Coupé
Altre versioni Cabriolet
Produzione dal 1948 al 1950
Sostituita da Ferrari 195 Inter
Esemplari prodotti 37[1]
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 3950 mm
Larghezza 1410 mm
Altezza 1390 mm
Passo 2420 mm
Massa 900 kg
Altro
Stessa famiglia Ferrari 166 F2
Ferrari 166 MM
Ferrari 166 S
Ferrari 166 Inter Touring (8205784169).jpg

La Ferrari 166 Inter è la prima autovettura costruita dalla Ferrari, prevalentemente destinata ad un uso stradale, che venne presentata nel 1948 al Salone dell'automobile di Torino e venne prodotta sino al 1950 in 37 esemplari totali[1].

Il contesto[modifica | modifica wikitesto]

Una 166 Inter carrozzata Stabilimenti Farina

La progettazione dell'autovettura si deve perlopiù ad Aurelio Lampredi per la parte telaistica e a Gioachino Colombo per la parte motoristica ed è derivata direttamente dai modelli da corsa di quegli anni: la 166 F2, la 166 S e la 166 MM che aveva vinto nelle classiche gare di durata come la Mille Miglia e la 24 Ore di Le Mans. La denominazione Inter era mutuato dalla omonima scuderia automobilistica dei fratelli Besana che, spesso, schieravano in gara la 166 SC, dal pubblico ribattezzata Ferrari Inter o, più semplicemente, Inter.

Il numero "166" rappresentata invece la cilindrata unitaria del propulsore, appunto 166,25 cm³.

Come molte vetture dell'epoca, il telaio della vettura veniva consegnato ad un carrozziere scelto dal cliente, per realizzare la carrozzeria. Le carrozzerie, per la maggior parte delle 166 Inter, sono state realizzate dalla Touring e dalla Ghia, ma vi sono anche esemplari allestiti dalla Vignale e dagli Stabilimenti Farina, oltre all'esemplare unico a 4 posti commissionato da Enzo Ferrari alla Bertone. Perlopiù la configurazione scelta è stata quella di coupé, pur essendoci stati anche alcuni esemplari cabriolet.

Il propulsore installato in posizione anteriore longitudinale era un motore V12 che raggiungeva quasi i 2 l, precisamente i 1.995 cm³ di cilindrata, e la potenza erogata era di 90 CV. La trazione era sulle ruote posteriori e il cambio era a 5 rapporti oltre la retromarcia.

Venne sostituita nel 1950 da un modello di maggior cubatura, la Ferrari 195 Inter, dove, anche in questo caso, la numerazione rappresentava la cilindrata unitaria del motore.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Caratteristiche tecniche - Ferrari 166 Inter Touring
Configurazione
Carrozzeria: coupé Posizione motore: anteriore longitudinale Trazione: posteriore
Dimensioni e pesi
Ingombri (lungh.×largh.×alt. in mm): 3950 × 1410 × 1390 Diametro minimo sterzata:
Interasse: 2420 mm Carreggiate: anteriore 1250 - posteriore 1200 mm Altezza minima da terra:
Posti totali: 2 Bagagliaio: Serbatoio: 72 litri
Meccanica
Tipo motore: 12 cilindri a V di 60° con basamento testata in lega leggera Silumin; rapporto di compressione: 8,0:1. Raffreddamento a liquido con radiatore anteriore e lubrificazione a carter umido Cilindrata: (alesaggio e corsa: 60 x 58,8 mm); cilindrata unitaria 166,25 , cilindrata totale 1.995 cm³
Distribuzione: 2 valvole per cilindro, 1 albero a camme in testa Alimentazione: 1 carburatore oppure 3 Weber 32 DCF
Prestazioni motore Potenza: massima 90 CV a 5600 giri/min
Accensione: 2 spinterogeni Impianto elettrico: 12 V, batteria 45 Ah
Frizione: monodisco a secco Cambio: 5 velocità + RM
Telaio
Corpo vettura Telaio tubolare - Carrozzeria in alluminio
Sospensioni anteriori: a ruote indipendenti, quadrilateri trasversali, balestra trasversale / posteriori: a ponte rigido, balestre semiellittiche longitudinali, barra stabilizzatrice
Freni anteriori: a tamburo / posteriori: a tamburo
Pneumatici "5.90x15" o 5.50x15" / Cerchi: in acciaio stampato o a raggi Borrani-Rudge da 15 pollici
Prestazioni dichiarate
Velocità: 170 km/h Accelerazione:
Altro
Altro Tubi di scarico singoli o due in uno - Coppa dell'olio in lega leggera Silumin
Fonte dei dati: [1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Ferrari 166 Inter sul sito ufficiale, su auto.ferrari.com. URL consultato il 10 novembre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]