Electronic Entertainment Expo 2015

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da E3 2015)
Jump to navigation Jump to search

L'Electronic Entertainment Expo 2015, noto semplicemente come E3 2015, è stata la ventunesima edizione dell'Electronic Entertainment Expo. L'evento si è svolto tra il 14 giugno e il 18 giugno 2015 al Convention Center di Los Angeles (California).[1]

Veduta esterna del Los Angeles Convention Center.

Conferenze stampa[modifica | modifica wikitesto]

Bethesda[modifica | modifica wikitesto]

Bethesda ha tenuto la conferenza il 14 giugno alle 19:00 (PDT).[2][3]

La conferenza è iniziata con la presentazione del nuovo Doom in uscita a primavera 2016, con l'annesso tool Doom Snapmap, che permetterà di creare a proprio piacimento le mappe di gioco e di condividerle. Viene mostrato un trailer di Battlecry, sparatutto concentrato sui combattimenti a squadre. Poi è il turno di Dishonored 2, seguito del precedente capitolo che si mostra con un nuovo trailer. Annunciato anche Dishonored Definitive Edition, riadattamento per current-gen di Dishonored che conterrà inoltre tutti i DLC usciti. Un breve lasso di tempo viene dedicato su The Elder Scrolls Online, uscito da poco su PS4 e Xbox One. L'attenzione si è poi spostata su Fallout 4. Molte le sequenza di gameplay mostrate e vengono annunciate le Collector's Edition, oltre alla data di uscita che è stata fissata al 10 novembre 2015. Annunciato inoltre Fallout Shelter, spin-off della serie Fallout che uscirà su iOS.[4][5]

Microsoft[modifica | modifica wikitesto]

Microsoft ha tenuto la conferenza il 15 giugno alle 9:30 (PDT).[3] È durata 90 minuti.[6]

«Xbox è il posto dove giocare[7]»

Phil Spencer introduce così la conferenza Microsoft, che parte con Halo 5: Guardians, dove viene presentata una modalità multiplayer completamente riprogettata. Annunciato poi un nuovo progetto, ReCore, ideato da Keiji Inafume, sviluppato da Comcept e Armature Studio che uscirà come esclusiva Xbox One in primavera 2016.[8] Viene poi viene annunciato che i titoli Xbox One saranno riproducibili in streaming su Windows 10, inoltre viene annunciata la retrocompatibilità su Xbox One, che sarà in grado tramite contenuti digitali a riprodurre i giochi Xbox 360 nella risoluzione nativa di Xbox One. Tramite questa nuovissima funzione viene mostrato un gameplay di Mass Effect su Xbox One. Successivamente si ripresenta Fallout 4, già visto nella precedente conferenza di Bethesda, dove viene annunciato che per l'Xbox One il gioco sarà in bundle con Fallout 3, inoltre quest'ultimo conterrà tutte le varie mod uscite su PC.[9] Presentato poi un nuovo controller firmato Xbox One denominato Controller Elite che va a migliorare il precedente pad e la possibilità di apportare modifiche estetiche, oltre che la completa compatibilità con Windows 10. Annunciate le beta di Gicantic e Tom Clancy's The Division, entrambe in esclusiva Microsoft, che arriveranno rispettivamente a agosto (PC) e dicembre (Xbox One). Mostrato un breve trailer di Ashen, sempre un'esclusiva Microsoft che arriverà nel 2016, e la versione Xbox One di Elite Dangerous e DayZ. Vengono mostrati i trailer di Plants vs. Zombies: Garden Warfare 2 e Forza Motorsport 6; di quest'ultimo è stata fissata la data di uscita al 15 settembre 2015. Mostrato poi a sorpresa Dark Souls III con un brevissimo trailer. Confermato Rise of the Tomb Rider di Square Enix che rimane esclusiva temporale Microsoft, dopo di che viene mostrata una sequenza gameplay giocata in tempo reale di Minecraft con il nuovo Microsoft HoloLens. Mostrato Gears of War 4, che si presenta con un nuovo video gameplay molto esteso. Annunciato inoltre Gears of War Ultimate Edition, re-boot per Xbox One del primo Gears of War.[7][10]

Electronic Arts[modifica | modifica wikitesto]

Electronic Arts ha tenuto la conferenza il 15 giugno alle 13:00 (PDT).[3] È durata un'ora.[11][12][13]

La conferenza di EA parte con un teaser di pochi secondi di Mass Effect: Andromeda, per poi subito dopo aprire le danze con il nuovo Need for Speed, che sembra sempre più ritornare alle proprie origini con una grande varietà di personalizzazione dei propri veicoli. Annunciata poi una nuova espansione per Star Wars: The Old Republic. Poi si passa alla presentazione di un nuovo progetto chiamato Unravel, gioco sviluppato da un gruppo di sviluppatori svedesi. Mostrato nuovamente Plants vs. Zombies: Garden Warfare 2, già visto nella precedente conferenza Microsoft dove sono state mostrate diverse sequenze di gameplay. Il gioco arriverà a primavera 2016. Si passa ai titoli sportivi, che riceveranno tutti una parte Ultimate Team, modalità già vista sulla serie FIFA. NHL 16 riceverà una nuova league e NBA Live 16 completamente rimodernato dal punto di vista grafico e nella fisionomia della palla, presentato inoltre Madden NFL 16. Per la presentazione di FIFA 16, ospite d'eccezione fa il suo ingresso sul palco Pelé, battezzato nel suo ingresso "Miglior giocatore della storia", dove esprime il suo amore per lo sport del calcio. FIFA 16 presenta rispetto al capitolo precedente un gameplay completamente nuovo che lo rende molto più accurato, affinando ogni dettaglio, sarà molto più semplice gestire i reparti di gioco. Si chiude il sipario sui titoli sportivi e vengono annunciati per dispositivi mobile Minion Paradise e Star Wars: Galaxy of Heroes. Il primo incentrato sui celebri Minions, creature del franchise di Cattivissimo me, e il secondo è uno spin-off della saga videoludica di Star Wars. Poi è il turno di Mirror's Edge Catalyst, seguito del precedente che seguiva le vicende di Faith, sarà completamente open world. Infine è il turno di Star Wars: Battlefront che si mostra con un trailer gameplay abbastanza ampio.[14]

Ubisoft[modifica | modifica wikitesto]

Ubisoft ha tenuto la conferenza il 15 giugno alle 15:00 (PDT).[3][15]

Ubisoft inizia la conferenza con South Park: The Fractured but Whole, sequel di South Park: The Stick of Truth, videogame del celebre cartone animato statunitense South Park. Annunciato un nuovo progetto chiamato For Honor sviluppato da Ubisoft Montreal. Il gioco si prospetta essere concentrato sui combattimenti corpo a corpo con spada in un ambiente medioevale. Presentata una nuova espansione per The Crew denominata The Crew: Wild Run. Mostrato un nuovo trailer di Tom Clancy's The Division, il videogioco post-apocalittico già visto al precedente E3 che ha riscosso enorme successo. Fissata la data di uscita all' 8 marzo 2016 dopo il precedente rinvio. Annunciato Anno 2205, simulatore di vita ambientato sulla Luna. Tante novità nel nuovo Just Dance, Just Dance 2016. I comandi di movimento non saranno limitati a prodotti come Kinect ma basterà semplicemente utilizzare la fotocamera del proprio smartphone, e sarà distribuito in 6 console differenti. Per le console di ultima generazione sarà anche disponibile un servizio in abbonamento chiamato Just Dance Unlimited che permetterà tramite aggiornamenti di aggiungere nuove canzoni e coreografie. Presentato Tom Clancy's Rainbow Six Siege, che godrà di tante nuove modalità di gioco. Annunciato Trackmania Turbo, racing game con circuiti a creazione completamente casuale. La conferenza non si può non chiudere con il nuovo Assassin's Creed.Il videogioco a ciclo annuale di casa Ubisoft torna con Assassin's Creed: Syndicate che si presenta al pubblico con un nuovo video gameplay. A sipario ormai chiuso, viene annunciato Tom Clancy's Ghost Recon Wildlands, open world MMO giocabile sia in modalità cooperativa che in single player.[16]

Sony[modifica | modifica wikitesto]

Sony ha tenuto la conferenza il 15 giugno alle 18:00 (PDT).[3][17][18]

Nintendo[modifica | modifica wikitesto]

Per il terzo E3 consecutivo, Nintendo ha deciso di rinunciare a ospitare una conferenza stampa tradizionale in favore di un annuncio pre-registrato, annunciando il Nintendo Digital Event, che è stato trasmesso in streaming on-line il 16 giugno alle 9:00 (PDT).[3]. Purtroppo Satoru Iwata non ha potuto partecipare per problemi di salute. L'11 luglio 2015 Iwata è venuto a mancare.

Square Enix[modifica | modifica wikitesto]

Square Enix ha tenuto una conferenza il 16 giugno alle 9:00 (PDT).[19][3]

PC Gaming Show[modifica | modifica wikitesto]

Una conferenza stampa concentrata sui giochi per PC si è tenuta il 16 giugno alle 17:00 (PDT) dalla rivista gaming PC Gamer e AMD.Diverse aziende tra cui Blizzard Entertainment, Bohemia Interactive, Paradox Interactive, Obsidian Entertainment, così come Tripwire Interactive, Square Enix, Cloud Imperium Games e Devolver Digital erano presenti durante la conferenza. il convegno è stato ospitato da Sean Plott.[20]

Videogiochi presentati[modifica | modifica wikitesto]

[21]


Activision
Treyarch
Aurora 44

Bethesda

BioWare
Capcom
Comcept e Armature Studio

Electronic Arts

FromSoftware
Guerrilla Games
Hello Games
Media Molecule

Microsoft

MDHR

Nintendo

Rare
Sherida Halatoe

Square Enix

Sony

Ubisoft

Premi[modifica | modifica wikitesto]

I vincitori per questa edizione sono stati annunciati il 7 luglio 2015.[28]

in grassetto i vincitori per categoria

Nota: Deus Ex: Mankind Divided, Tom Clancy's Ghost Recon Wildlands e XCOM 2 sono stati esclusi dalle nomination in quanto non sono stati resi giocabili ai giudici.[29][30]

Miglior presentazione Gioco più originale Miglior gioco per Console da casa
Miglior gioco per Dispositivi portatili Miglior gioco per PC Miglior Hardware presentato
Miglior gioco d'azione Miglior gioco d'avventura Miglior gioco di ruolo
Miglior gioco di corsa Miglior gioco sportivo Miglior gioco Casual
Miglior gioco Multiplayer Miglior gioco indie Premio speciale

Uncharted 4: Fine di un ladro (Naughty Dog/SCE)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Show Hours, E3 2015. URL consultato il 15 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 2 aprile 2015).
  2. ^ (EN) Bethesda Hosting its First Ever E3 Conference in 2015, su IGN, 10 febbraio 2015. URL consultato il 15 maggio 2015.
  3. ^ a b c d e f g (EN) E3 2015 Conference Schedule, Game Informer, 13 maggio 2015. URL consultato il 15 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 15 maggio 2015).
  4. ^ Speciale Conferenza Bethesda: il riassunto, su spaziogames.it, 15 giugno 2015. URL consultato il 15 giugno 2015.
  5. ^ Riassunto della conferenza Bethesda all'E3 2015, su gameback.it, 15 giugno 2015. URL consultato il 15 giugno 2015.
  6. ^ La conferenza Microsoft all'E3 durerà 90 minuti, eurogamer.it, 22 maggio 2015. URL consultato il 22 maggio 2015.
  7. ^ a b E3 2015 e Xbox: la conferenza di Microsoft, Corriere della Sera.
  8. ^ E3 2015 - Recore annunciato con un trailer, games.it (archiviato dall'url originale il 19 giugno 2015).
  9. ^ Fallout 4: Fallout 3 e mods nella versione Xbox One!, games.it.
  10. ^ Speciale Conferenza Microsoft: il riassunto, spaziogames.it.
  11. ^ (EN) E3 2015: EA Announces When It Is Holding Its Press Conference, IGN, 1º maggio 2015. URL consultato il 15 maggio 2015.
  12. ^ (EN) EA Dates E3 Press Conference for June 15, GameSpot, 1º maggio 2015. URL consultato il 13 maggio 2015.
  13. ^ (EN) Here's when EA is hosting its E3 2015 press conference, GameZone, 1º maggio 2015. URL consultato il 15 maggio 2015.
  14. ^ Speciale Conferenza EA: il riassunto
  15. ^ (EN) Ubisoft E3 Press Conference Slated for June 15, GameSpot, 13 maggio 2015. URL consultato il 15 maggio 2015.
  16. ^ E3 2015, conferenza Ubisoft: tutti gli annunci e i trailer, ibtimes, 16 giugno 2015. URL consultato il 20 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 21 giugno 2015).
  17. ^ (EN) Sony's E3 Press Conference Time and Dates Revealed - IGN, IGN Entertainment, 16 maggio 2015. URL consultato il 16 maggio.
  18. ^ Ecco la data e l'orario della conferenza Sony all'E3 2015, eurogamer.it, 16 maggio 2015. URL consultato il 16 maggio.
  19. ^ (EN) Square Enix Announces Press Conference Plans for E3 2015, su IGN, 23 aprile 2015. URL consultato il 15 maggio 2015.
  20. ^ (EN) There's Now an E3 Press Conference For The PC, Kotaku, 30 aprile 2015. URL consultato il 15 maggio 2015.
  21. ^ E3 2015: l'elenco dei giochi, su IGN, 12 maggio 2015. URL consultato il 17 maggio 2015.
  22. ^ Il prossimo Need for Speed sarà un reboot, su Eurogamer, 21 maggio 2015. URL consultato il 21 maggio 2015.
  23. ^ (EN) Ecco il teaser ufficiale del nuovo Plants vs Zombies: Garden Warfare, su Polygon, 8 giugno 2015. URL consultato l'8 giugno 2015.
  24. ^ (EN) Star Wars Celebration: Battlefront Does Not Have A Campaign, su IGN, 17 aprile 2015. URL consultato il 15 maggio 2015.
  25. ^ (EN) Forza 6 Gets Holiday 2015 Release Window, su IGN, 23 febbraio 2015. URL consultato il 15 maggio 2015.
  26. ^ (EN) Halo 5: Guardians Cover Art Reveals New Spartans, su Xbox Wire, Microsoft, 28 aprile 2015. URL consultato il 15 maggio 2015.
  27. ^ (EN) Star Fox Wii U will be playable at this year's E3, su IGN, 8 gennaio 2015. URL consultato il 15 maggio 2015.
  28. ^ http://www.gamecriticsawards.com/winners.html Archiviato il 1º luglio 2014 in Internet Archive.
  29. ^ http://www.gamecriticsawards.com/nominees.html
  30. ^ http://www.gamecriticsawards.com/nom-stats-2015.html

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi