Dishonored

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo film, vedi Disonorata (film 1931).
Dishonored
videogioco
Dishonored.jpg
Emily e Corvo in una scena del gioco.
PiattaformaMicrosoft Windows, PlayStation 3, Xbox 360, PlayStation 4, Xbox One
Data di pubblicazioneGiappone 11 ottobre 2012[1]
Flags of Canada and the United States.svg 9 ottobre 2012[2]
Zona PAL 12 ottobre 2012[2]
Flag of Australasian team for Olympic games.svg 11 ottobre 2012[2]
Definitive Edition:
Flags of Canada and the United States.svg 25 agosto 2015
Zona PAL 28 agosto 2015
Generestealth
TemaFantascienza, Dieselpunk, Dark fantasy
SviluppoArkane Studios
PubblicazioneBethesda Softworks
DesignRaphaël Colantonio
Modalità di giocoGiocatore singolo
Periferiche di input
  • Sixaxis
  • Motore graficoUnreal Engine 3
    SupportoBlu-ray Disc, DVD, download
    Distribuzione digitalePlayStation Network, Steam
    Requisiti di sistemaMinimi: Windows Vista / 7, CPU 3.0 GHz dual core, RAM 4 GB, Scheda video 512 MB video RAM (NVIDIA GeForce GTX 460 / ATI Radeon HD 5850) compatibile con DirectX 9, Scheda audio compatibile con Windows, HD 9 GB
    Fascia di etàESRBM · PEGI: 18 · USK: 18
    EspansioniIl pugnale di Dunwall, Le streghe di Brigmore
    Seguito daDishonored 2

    Dishonored è un videogioco stealth del 2012, sviluppato da Arkane Studios e pubblicato da Bethesda Softworks per PlayStation 3, PlayStation 4, Xbox 360, Xbox One e Microsoft Windows.

    Il gioco è stato pubblicato in Nord America il 9 ottobre 2012 e in Europa tre giorni più tardi.[2] La Definitive Edition, comprendente le versioni per PlayStation 4 e Xbox One, è invece disponibile a partire dal 28 agosto 2015.[3]

    Trama[modifica | modifica wikitesto]

    Il gioco si svolge a Dunwall, città immaginaria dove tecnologia retrofuturistica e paranormale coesistono nell'ombra. La città è flagellata da tempo da un'epidemia dilagante di peste, diffusa da un numero costantemente in aumento di ratti. L'Imperatrice Jessamine Kaldwin invia la sua fidata guardia del corpo, Corvo Attano, in altre nazioni per cercare di trovare un rimedio al terribile morbo, chiedendo aiuto ai sovrani degli altri domini. Purtroppo Corvo, al suo ritorno, non porta buone notizie: Dunwall è la prima ad essere stata colpita da una peste così aggressiva, quindi gli altri regni non sanno come aiutarla. Mentre Corvo riferisce questo all'Imperatrice, un assassino si materializza davanti a lei e la trafigge con la spada, poi prende Emily, la figlia dell'Imperatrice, e svanisce nel nulla con la ragazzina. Le guardie reali accorrono subito e trovando Corvo solo con a fianco il cadavere della sovrana, lo accusano di regicidio, lo arrestano e lo condannano a morte. L'Imperatrice è morta lasciando la città flagellata dalla peste e guidata da un governo militare oppressivo e armato di tecnologie neo-industriali.

    Il giorno prima di raggiungere il patibolo, Corvo viene, tuttavia, aiutato a fuggire di prigione da alcuni Lealisti dell'impero. Questi, capeggiati dall'ammiraglio Havelock, hanno il loro covo all'Hound Pits Pub, un vecchio locale alla periferia di Dunwall ormai fatiscente, che sarà la roccaforte della resistenza, e danno al protagonista la possibilità di redimere la propria reputazione e salvare la principessa Emily. Corvo utilizzerà una maschera per mantenere l'anonimato e verrà dotato di abilità paranormali che gli saranno donate dall'Esterno, un misterioso essere soprannaturale e semi-divino.[4] Corvo si dedica, quindi, ad eliminare i cospiratori che hanno ordito l'assassinio dell'Imperatrice e preso il potere a Dunwall: l'Alto Sacerdote Campbell, capo della chiesa a Dunwall, i fratelli gemelli Pendleton, estremamente influenti in Parlamento, Lady Boyle, amante e finanziatrice del capo di governo, e il Lord Reggente, Hiram Burrows, l'uomo che sostituisce a tutti gli effetti l'Imperatrice e che ne detiene i poteri e i privilegi. Man mano che Corvo toglie di mezzo i nemici, le posizioni di potere che erano occupate dai bersagli vengono velocemente prese dai tre capi dei Lealisti: il sacerdote Martin diventa il nuovo Alto Sacerdote, Lord Pendleton, fratello minore dei gemelli, guadagna influenza in Parlamento, e Havelock sembra intenzionato a diventare capo della Milizia.

    Deposto il Lord Reggente, trovata Emily e terminato il suo compito, Corvo viene tradito dai Lealisti che lo vogliono morto e ordinano al barcaiolo Samuel (colui che traghettava Corvo ad ogni missione sul luogo interessato) di avvelenarlo. Tuttavia, il barcaiolo lo salva, somministrandogli solo metà del veleno e caricandolo su una chiatta alla deriva privo di sensi, ma non morto. Corvo si ritrova, quindi, nel Distretto Sommerso, dove viene preso prigioniero da Daud, l'assassino "fantasma" dell'Imperatrice. Si scopre, quindi, che Daud era stato assoldato dal Capospia di Corte, Hiram Burrows, per commettere il crimine e incastrare Corvo, in modo che il primo potesse salire al potere. Inoltre, Daud era riuscito a svanire nel nulla perché anche lui, in passato, aveva avuto dei contatti con l'Esterno e, quindi, era ed è tuttora dotato di poteri oscuri proprio come Corvo. Liberatosi e sconfitto Daud, Corvo fugge dal distretto e ritorna all'Hound Pits Pub, dove scopre che i tre capi dei Lealisti hanno ucciso quasi tutti gli altri membri della resistenza con l'intenzione di insabbiare quanto accaduto e di farlo passare per l'unico, vero colpevole di tutto. Inoltre, hanno preso in ostaggio Emily. In questo modo, sperano di mantenere il potere politico acquisito. Attraverso una lettera che Emily ha scritto a Corvo e che era nascosta nella sua stanza, l'ex guardia del corpo dell'Imperatrice scopre che i tre impostori si sono rifugiati al Faro sull'isola di Kingsparrow con Emily. D'ora in poi la situazione cambia a seconda dell'approccio usato durante tutta l'avventura e in base al numero di uccisioni e caos creato, portando il gioco ad avere tre finali differenti:

    • Finale Caos Basso: dopo aver eliminato Havelock, Emily succederà al trono a sua madre e Corvo Attano sarà al suo fianco per guidarla e proteggerla, la peste scomparirà e a Dunwall arriverà l'età dell'oro. Decenni dopo, Corvo morirà, ed Emily deporrà le sue spoglie vicino alla tomba della madre, poiché per lei Corvo fu più di una semplice guardia reale.
    • Finale Caos Alto/Emily sopravvissuta: dopo aver eliminato Havelock e salvato la vita ad Emily, Corvo la aiuterà a sopravvivere e a regnare in una città sull'orlo del baratro, dove caos e corruzione regnano sovrane e dove la peste non si fermerà. Decenni dopo, per Corvo sopraggiunge la morte ed Emily, ricordando ciò che aveva fatto per lei, deporrà le sue spoglie vicino alla tomba della madre.
    • Finale Caos Alto/Emily deceduta: Havelock si lancia giù dalla torre portando con sé Emily, e Corvo non potrà fare altro che osservare. Al suo ritorno in città, la peste avrà contagiato la maggior parte del popolo e i ratti avranno divorato le carcasse dei rimanenti, gettando Dunwall nel caos. Il filmato si conclude con la maschera e la spada di Corvo deposte sulla tomba dell'Imperatrice, mentre Corvo salpa su una nave.

    Missioni[modifica | modifica wikitesto]

    Le missioni presenti nella storia principale sono 9, con l'aggiunta di un prologo iniziale.

    • Prologo: Ritorno a casa: Corvo Attano ritorna a Dunwall dopo un viaggio di ricerca per la cura contro la peste. Sotto i suoi occhi, l'Imperatrice viene assassinata e Lady Emily Kaldwin viene rapita. Corvo stesso viene accusato di aver commesso i due crimini.
    • Senza onore: dopo sei mesi, l'esecuzione di Corvo si fa sempre più vicina. Un misterioso benefattore, però, lo aiuta a scappare, fuori dalla prigione e attraverso le fogne, fino all'uscita di queste ultime. Qui, Corvo incontra Samuel Beechworth, il barcaiolo dei Lealisti, che lo porta alla loro "sede": l'Hound Pits Pub. Coricatosi nella sua stanza, l'ex-protettore reale fa il suo primo incontro con l'Esterno.
    • L'Alto Sacerdote Campbell: i Lealisti assegnano a Corvo l'incarico di eliminare l'Alto Sacerdote Thaddeus Campbell, capo dell'Abbazia dell'Uomo Qualunque e colpevole di aver complottato contro l'Imperatrice con il Lord Reggente. Kalista Curnow, prima della missione, chiede a Corvo di risparmiare e salvare suo zio, il Capitano Geoff Curnow, che rischia di essere avvelenato dall'Alto Sacerdote. In questa missione, Corvo incontra per la prima volta Nonna Cencia.
    • Casa di piacere: grazie al diario dell'Alto Sacerdote, i Lealisti scoprono che Emily Kaldwin è prigioniera dei gemelli Morgan e Custis Pendelton, nella casa di piacere "Golden Cat". Qui, Corvo incontra Slackjaw, il capo della Banda di Bottle Street. Dopo aver salvato Emily ed essere ritornato dai Lealisti, Corvo riceverà un dono da Pendelton, se avrà eliminato i suoi fratelli in maniera non-letale (con l'aiuto di Slackjaw).
    • Il Medico Regio: Corvo viene incaricato di rapire Anton Sokolov, Medico Regio e capo dell'Accademia di Filosofia Naturale. Prelevato dalla sua abitazione, Sokolov verrà portato dai Lealisti e, con l'aiuto di Corvo, verrà utilizzato per pianificare la prossima mossa.
    • L'ultima festa di Lady Boyle: con le informazioni ottenute da Sokolov, Corvo procede con l'eliminazione di Lady Boyle, un'aristocratica sostenitrice e amante del Lord Reggente. Imbucatosi alla festa in maschera di Villa Boyle, Corvo indaga sulle sorelle Boyle per scoprire quale delle tre sia la sostenitrice del Lord Reggente e metterla fuori gioco.
    • Ritorno alla Torre: è giunto il momento di ritornare alla Torre di Dunwall ed eliminare il Lord Reggente Hiram Burrows. Se si procede con un'eliminazione non-letale, Corvo viene a conoscenza del fatto che i ratti della peste furono portati a Dunwall dal Lord Reggente per ridurre la popolazione povera. Tornato dai Lealisti, Corvo brinda insieme agli altri e si avvia verso la sua camera da letto.
    • Il Distretto Sommerso: avvelenato e tradito dai Lealisti Havelock, Martin e Pendelton, Corvo si ritrova nel Distretto Sommerso, dove Samuel lo ha portato per salvarlo. L'ex-protettore reale si ritrova a combattere contro Daud, l'assassino dell'Imperatrice, e i suoi Balenieri. Arrivato al duello finale, Daud dichiarerà di essere "cambiato" dal momento del regicidio. Starà a Corvo scegliere tra vendetta o pietà. Fuggito dalle fogne, incontrerà nuovamente Nonna Cencia e Slackjaw, e sarà costretto a decidere chi dei due salvare.
    • I Lealisti: ritornato all'Hound Pits Pub, Corvo scopre che molti inservienti dei Lealisti sono stati uccisi dai traditori. Egli, inoltre, incontra Piero e Sokolov che, nascosti, hanno creato un dispositivo in grado di stordire o uccidere tutte le guardie dell'Hound Pits, mettendo di nuovo l'ex-protettore reale di fronte ad una scelta. Grazie a Kalista, Corvo viene anche a conoscenza del fatto che Emily è tenuta prigioniera da Havelock al Faro di Burrows. Dunque, l'ex-protettore, si imbarca con Samuel per il suo ultimo viaggio.
    • La luce, infine: imbarcatosi per l'isola di Kingsparrow, Corvo si trova a fronteggiare le conseguenze delle proprie azioni, e il caos da esse generato. Il governo di Havelock, Martin e Pendelton è precario e starà a Corvo eliminare una volta per tutte i tre Lealisti da Dunwall e salvare Emily Kaldwin, futura Imperatrice del regno.

    Geografia[modifica | modifica wikitesto]

    L'impero è costituito da 4 isole (Gristol, Morley, Serkonos e Tyvia) ed è perciò chiamato "Impero delle isole".

    • Gristol: si trova al centro rispetto alle altre tre isole ed è la più grande, ospita le città di: Dunwall, Whitecliff, Baleton, Redmor, Driscol e Potterstead. Attraversata dalle principali vie commerciali dell'impero, Gristol è la più ricca e antica delle isole.
    • Morley: situata a nord di Gristol, ospita le città di: Alba, Arran, Caulkenny, Wynnedown e Fraeport. Conosciuti soprattutto per il loro buon vino e il delizioso cibo, gli abitanti di Morley hanno sempre preferito l'indipendenza. L'insurrezione di Morley è stata una violenta resistenza contro l'Impero; combattuta per lo più in mare, molte azioni di sabotaggio e spionaggio furono condotte a Gristol, la quale si impegnava ad aumentare le difese dell'isola e iniziarono le costruzioni di un faro sull'isola di Kingsparrow. La rivolta fu repressa, ma gli abitanti di Morley continuano a volere l'indipendenza.
    • Serkonos: situata a sud di Gristol, ospita le città di: Karnaca, Cullero, Saggunto e Bastillian. Considerata "il gioiello del sud", è meta di molti viaggi verso le sue vaste spiagge, i meravigliosi balli e i rinomati piatti speziati. Entrata da poco nell'Impero, ha costruito numerosi uffici di reclutamento e caserme, diventando la principale fonte di truppe dell'Impero. Gli abitanti di Serkonos hanno l'Ordine Oracolare, affiliato all'Abbazia dell'Uomo Qualunque.
    • Tyvia: situata all'estremo nord di Gristol, ospita le città di: Caltan, Dabokva, Alexin, Pradym, Meya, Tamarak, Samara e Yaro. Il suo clima freddo e le zone selvagge la rendono l'isola più inospitale dell'Impero. Produce un ottimo vino rinomato nelle isole e fornisce carne di balena in grandi quantità. Nelle zone interne ci sono diversi campi di lavoro senza mura, dove i prigionieri sono considerati liberi di scappare, ma se decidono di fuggire non sopravvivono a causa del freddo glaciale. Nelle città antiche si può trovare un particolare tipo di amuleti d'osso ricavato dalle zanne di foca.

    La capitale di Gristol è Dunwall, città nel pieno dell'industrializzazione, grazie alle recenti scoperte sulle potenzialità dell'olio di balena e il rafforzamento bellico. Recentemente colpita dalla piaga della peste e dall'assassinio di Jessamine Kaldwin, la città è stata isolata e il degrado va pian piano aumentando. Si possono ammirare numerosi edifici storici come l'Abbazia dell'Uomo Qualunque, l'Accademia di Filosofia Naturale, la Dunwall Tower e La prigione di Coldridge. Per non parlare delle ricchissime famiglie nobili e delle numerose fabbriche.

    Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

    Logo del gioco

    L'interfaccia di gioco è simile a quella di uno sparatutto in prima persona, anche se la meccanica è di tipo stealth e per molti elementi (anche di ambientazione) ricorda Thief: Deadly Shadows e la serie di BioShock.

    La trama si evolve come una serie di missioni che il giocatore deve svolgere in sequenza prestabilita. Tuttavia, all'interno di ogni missione vi sono una serie di obiettivi secondari (e spesso nascosti) che, in genere, aiutano lo svolgimento della missione principale o danno alcuni retroscena relativi alla trama. Spesso, le azioni compiute durante una missione si ripercuotono anche sulle missioni successive e sulla trama in generale.

    Lo svolgimento di ogni singola missione può avere diversi approcci, che vanno dal farsi strada uccidendo ogni nemico sul proprio cammino, all'evitare qualsiasi tipo di coinvolgimento utilizzando vie secondarie o metodi indiretti, come possedere topi e pesci per sgattaiolare attraverso cunicoli minuscoli o stordire le guardie anziché eliminarle.

    Tuttavia, il gioco si basa su un sistema (simile al karma utilizzato da molti giochi) in cui le decisioni prese avranno delle conseguenze future e in cui più sangue verrà sparso dal giocatore e più il mondo di gioco sarà cupo e ostile.

    Sulla base di questo meccanismo il gioco prevede tre finali alternativi.[5]

    Le azioni principali di gioco si svolgono tramite le due mani di Corvo: tramite la mano destra, Corvo controlla l'arma principale, una speciale spada a serramanico utilizzabile sia per i combattimenti diretti che per le uccisioni furtive. La stessa, con un po' di tempismo, serve ad effettuare le parate, con possibilità di eseguire rapidi contrattacchi in grado di uccidere i nemici con un colpo solo. Nella mano sinistra si concentrano, invece, le armi secondarie, gli oggetti e i poteri.

    Armi ed equipaggiamenti possono essere potenziati trovando i progetti nel mondo di gioco e comprandoli con le monete.

    Inoltre, Corvo può utilizzare dei poteri occulti che lo aiuteranno nel corso dell'avventura. L'utilizzo di queste speciali capacità magiche comporta il consumo di mana. I poteri sono acquistabili e potenziabili attraverso le Rune e ogni potere ha due livelli di potenza. Sono presenti speciali Amuleti d'Osso che forniscono nuove abilità a Corvo o potenziano quelle già esistenti.

    Le Rune e gli Amuleti d'osso sono ben nascosti nel mondo di gioco e, quindi, per trovarli è necessario usare il Cuore rivelatore, uno speciale strumento che ne rileva e ne traccia la posizione captando le frequenze magiche e oscure di tali oggetti. Più ci si avvicina a una Runa o a un Amuleto, più il Cuore batterà velocemente.

    Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

    • Corvo Attano: è il Protettore Reale. È originario dell'isola di Serkonos, quindi è uno straniero a Dunwall. Ha ottenuto l'incarico di servire l'Imperatrice come gesto diplomatico ed espleta lealmente le sue mansioni da agente e guardia del corpo. Per tutta la durata del gioco non si ode la sua voce, tranne che nel DLC "Il pugnale di Dunwall", dove è doppiato da Diego Baldoin.
    • Daud: conosciuto anche come "Il pugnale di Dunwall", è il leader dei Balenieri, un'organizzazione di assassini. Originario di Serkonos, si trasferisce a Dunwall dove viene marchiato dall'Esterno e perseguitato dall'Abbazia. È doppiato da Ivo De Palma.
    • L'imperatrice Jessamine Kaldwin: governa un impero in tumulto. Considera suo dovere proteggere il popolo dalla peste e spesso discute con il Capospia di Corte sul sistema migliore per affrontare la crisi. È doppiata da Maddalena Vadacca.
    • Emily Kaldwin: è la giovane figlia dell'Imperatrice ed erede al trono. Ha passato gran parte dell'infanzia sotto la protezione di Corvo. L'Esterno le appare in sogno ogni notte. È doppiata da Cinzia Massironi.
    • Teague Martin: originario di Morley, diventa Sacerdote nell'Abbazia dell'Uomo Qualunque e uno dei leader della Cospirazione Lealista. Ha proposto di far evadere Corvo. È doppiato da Gianluca Iacono.
    • L'Esterno: essere sovrannaturale che si manifesta a Corvo in svariati momenti. Non è chiara la sua natura, se sia buono o malvagio; offre a Corvo dei poteri oscuri per portare avanti la sua missione. L'Abbazia dell'Uomo Qualunque gli dà la caccia da secoli. È doppiato da Alessandro Germano.
    • Hiram Burrows : il Capospia di Corte di Dunwall. Ha una sua visione sul futuro di Dunwall e vuole metterla in atto. A suo parere, le cause di tutti i problemi della città sono l'Imperatrice e la pigrizia e mancanza di disciplina della gente comune. Ha importato i ratti della peste dal continente di Pandyssian per ripulire i quartieri poveri; purtroppo, la situazione gli è sfuggita di mano e i ratti della peste si sono rifugiati in tutta Dunwall, dando inizio alla più tragica epidemia dell'Impero. È doppiato da Pino Pirovano.
    • Ammiraglio Farley Havelock: è il capo dei Lealisti, un gruppo di ribelli che formano la resistenza contro gli assassini dell'Imperatrice e che vogliono ripristinare l'ordine nell'impero. Un tempo capitano della marina, Havelock si rivelerà poi essere un traditore. È doppiato da Natale Ciravolo.
    • Samuel Beechworth: è il barcaiolo dei Lealisti, trasporta Corvo ovunque si svolga la missione. Non lo tradirà. È doppiato da Antonello Governale.
    • L'Alto Sacerdote Thaddeus Campbell: è la principale figura religiosa di Dunwall e il capo dell'Abbazia dell'Uomo Qualunque. Ha raggiunto tale nomina grazie a inganni e ricatti. Nasconde una stanza segreta nei sotterranei dell'Abbazia. È doppiato da Mario Scarabelli.
    • Lord Trevor Pendleton: originario di Gristol, è uno dei leader della Cospirazione Lealista. Ha vissuto sotto le torture dei suoi fratelli, Morgan e Custis. È doppiato da Ruggero Andreozzi.
    • Piero Joplin: scienziato al servizio dei Lealisti che aiuta Corvo potenziando le sue armi e costruendo dispositivi utili nelle sue missioni. Viene contattato dall'Esterno ogni notte e spesso quest'ultimo gli consiglia nuove invenzioni. Lui non tradirà Corvo. È doppiato da Cesare Rasini.
    • Anton Sokolov: Medico Regio e capo dell'Accademia di Filosofia Naturale, ha inventato la maggior parte dei dispositivi tecnologici che hanno permesso a Dunwall di prosperare. I suoi talenti non si limitano alla filosofia naturale: infatti, la sua casa sul ponte di Kaldwin ospita i ritratti dei personaggi più eminenti della città, dipinti da lui stesso. Prima della peste, i quadri di Sokolov erano di gran voga e gli aristocratici di Dunwall pagavano cifre molte alte per averne uno. Ha un'ossessione per l'Esterno e ha cercato in ogni modo di contattarlo, spingendosi perfino nel continente di Pandyssian, dove pare aver scoperto antichi templi in rovina dedicati all'Esterno. È doppiato da Marco Pagani.

    Armi primarie, secondarie e oggetti[modifica | modifica wikitesto]

    Armi primarie[modifica | modifica wikitesto]

    • Spada retrattile: una speciale lama che si può allungare, accorciare e ritrarre nell'impugnatura che, quindi, ne costituisce anche il fodero. Tagliente, letale e silenziosa, è una delle creazioni di Piero Joplin.
    • Coltello: volgare lama che si può trovare fortuitamente ed equipaggiare nei momenti in cui Corvo è prigioniero ed è stato privato del suo equipaggiamento standard.
    • Lama dell'Esterno: speciale spada in dotazione ai sacerdoti, si può trovare fortuitamente ed equipaggiare nei momenti in cui Corvo è prigioniero ed è stato privato del suo equipaggiamento standard.
    • Sciabola: semplice spada di acciaio industriale, in dotazione alle guardie. Prima arma trovata nel gioco.
    • Carillon: un carillon in dotazione ai sacerdoti dell'Abbazia, le sue note inibiscono ogni forma di potere sovrannaturale collegato all'Esterno.

    Armi secondarie[modifica | modifica wikitesto]

    • Balestra: arma a distanza migliorabile tramite i potenziamenti. È possibile equipaggiare dardi normali, narcotizzanti o incendiari.
    • Pistola: rumorosa, ma letale in combattimento, può essere equipaggiata con munizioni esplosive.
    • Granate a frammentazione: potenti e devastanti, hanno un ampio raggio d'azione.
    • Mine taglienti di prossimità: una volta piazzate a terra, sono letali se fatte brillare da un ignaro nemico che vi cammina sopra.
    • Reindirizzatori: utilissimi per sabotare i circuiti elettrici e i sistemi di sicurezza.
    • Granate adesive: possono letteralmente incollarsi al bersaglio designato, decretandone un'immediata fine.

    Oggetti[modifica | modifica wikitesto]

    • Elisir ricostituente di Sokolov: una pozione di colore rosso che ripristina una modesta quantità di salute. È stata creata da Anton Sokolov, il medico regio della corte di Dunwall, ed è un buon rimedio contro la peste, seppur non ne costituisca una cura definitiva in grado di debellare il morbo. Per il fatto che è un lenitivo della malattia, tutti cittadini di Dunwall fanno uso dell'Elisir e Sokolov è diventato ricco grazie al brevetto.
    • Rimedio spirituale di Piero: un intruglio di colore blu che ripristina una modesta quantità di mana. È stato creato da Piero Joplin, un geniale scienziato dei Lealisti che decide poi di schierarsi dalla parte di Corvo. Questa pozione è in diretta concorrenza con l'Elisir di Sokolov, in quanto anche il Rimedio di Piero è una buona difesa contro la peste, seppur non sia una protezione totale. Tuttavia, l'Elisir ha avuto molto più successo e diffusione a Dunwall, in quanto Piero è stato screditato dai membri dell'Accademia di Filosofia Naturale, la più alta istituzione scientifica di Dunwall, di cui Sokolov è l'autorità massima.
    • Rune: sono delle incisioni fatte su delle ossa di balena che hanno delle proprietà occulte. Corvo le raccoglie e le utilizza per potenziare i suoi poteri sovrannaturali. Alcune Rune sono riposte su dei piccoli altari che consentono di mettersi in contatto direttamente con l'Esterno.
    • Amuleti d'osso: sono dei talismani ricavati dalle ossa di balena e sono impregnati dell'essenza oscura dell'Esterno. Migliorano determinate abilità di chi li possiede.
    • Cuore rivelatore: il cuore della defunta imperatrice donato a Corvo dall'Esterno, consente di scovare Rune e Amuleti d'osso nascosti nei livelli. Più ci si avvicina a uno di questi oggetti e più il Cuore batterà velocemente. Può essere usato su persone e oggetti per rivelarne i segreti.

    Poteri sovrannaturali[modifica | modifica wikitesto]

    I poteri, donati dall'Esterno, possono essere sia passivi che attivi e vengono sbloccati e potenziati spendendo le Rune trovate nei livelli di gioco.[6] Per usufruirne è necessario avere del mana a disposizione. Una volta esaurito, non si possono usare i poteri e l'unica soluzione è trovare un modo per ripristinare il mana (ad esempio, bevendo una pozione).

    I poteri attivi sono:

    • Traslazione: consente di teletrasportarsi quasi istantaneamente tra due punti.
    • Visione oscura: consente di vedere nel buio e osservare nemici, oggetti e macchinari anche attraverso le pareti.
    • Possessione: permette di manovrare esseri umani e animali per un breve periodo di tempo.
    • Distorsione: consente di rallentare il tempo o di fermarlo del tutto.
    • Branco famelico: evoca un branco di ratti che attacca e divora il nemico.
    • Ciclone: utilizzabile per spazzare via nemici, rompere porte o rimandare al mittente frecce o proiettili leggeri.

    I poteri passivi sono:

    • Morte invisibile: fa sì che i cadaveri dei nemici uccisi svaniscano nel nulla trasformandosi in cenere.
    • Sete di sangue: permette di essere più letali nei combattimenti corpo a corpo.
    • Agilità: permette salti più alti e movimenti più veloci.
    • Vitalità: aumenta e rigenera la salute.

    Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

    • A seconda delle scelte operate dal giocatore durante lo svolgersi della trama, si potranno ascoltare differenti dialoghi. In particolare, se si avrà un livello alto di caos, nell'ultima missione in cui bisognerà assassinare l'Alto Sacerdote Martin, ci verrà rivelato come Emily potrebbe essere la figlia segreta di Corvo e dell'imperatrice Jessamine. Tale supposizione deriva anche dal disegno che Emily farà per Corvo all'Hound Pits Pub: un ritratto del suo volto con la scritta "daddy", che in inglese significa "papino".
    • Il Cuore rivelatore, se utilizzato sul Lord Reggente, rivelerà che al suo stesso interno è contenuta l'essenza dell'anima della defunta Imperatrice.

    Sequel[modifica | modifica wikitesto]

    Il 15 giugno 2015 all'E3 2015 è stato annunciato ufficialmente il sequel Dishonored 2. Il gioco è stato pubblicato l'11 novembre 2016 per Microsoft Windows, PlayStation 4 e Xbox One e vede Emily Kaldwin e Corvo Attano come personaggi giocanti.[7]

    Note[modifica | modifica wikitesto]

    1. ^ ベセスダの新作『Dishonored』の国内発売日が決定! : Kotaku JAPAN
    2. ^ a b c d Data d'uscita annunciata Archiviato il 12 aprile 2013 in WebCite.
    3. ^ Massimiliano Conteddu, Dishonored Definitive Edition, dettagli e cover ufficiale, Eurogamer, 15 giugno 2015. URL consultato il 5 settembre 2015.
    4. ^ Trama Dishonored, su cronacaqui.it. URL consultato il 28 settembre 2012 (archiviato dall'url originale il 23 settembre 2015).
    5. ^ Recensione su videogame. it
    6. ^ I poteri di Corvo, su gamesvillage.it. URL consultato il 16-11-2012.
    7. ^ Massimiliano Conteddu, Dishonored 2: tutti i dettagli e alcune nuove immagini, Eurogamer, 15 giugno 2015. URL consultato il 5 settembre 2015.

    Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

    Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

    Controllo di autoritàVIAF (EN309577938 · GND (DE1038715784 · BNF (FRcb16770803w (data)