Radeon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Logo della serie Radeon.

Radeon è un marchio registrato di AMD, precedentemente detenuto da ATI Technologies (prima di essere dismessa il 30 agosto 2010)[1], che indica una serie di GPU per personal computer prodotte dal 2000, succeduto al brand ATI Rage. Radeon si contrappone nel mercato al brand GeForce di Nvidia Corporation. Il più grande fornitore a livello mondiale di schede video basate su tecnologia AMD è Sapphire Technology.
A ottobre 2010 AMD, con le soluzioni Radeon, risultava la seconda costruttrice di soluzioni grafiche (integrate e dedicate) al mondo garantendosi una quota di mercato pari al 22,3%, preceduta da Intel con il 55,6%.[2] A dicembre 2015 AMD è slittata in terza posizione, con il 13,1% delle quote di mercato, preceduta da Intel con il 70,6% e da NVIDIA con il 16,1%. Analizzando solo le soluzioni grafiche dedicate AMD è seconda sia nel mercato desktop (21,2% contro il 78,8% di NVIDIA), che in quello Laptop (35,1% contro il 64,9% di NVIDIA).[3]

Generazioni[modifica | modifica wikitesto]

Architettura fixed-pipeline[modifica | modifica wikitesto]

OpenGL 1.3 - DirectX 7[modifica | modifica wikitesto]

R100[modifica | modifica wikitesto]

Con il chip R100, introdotto nel 2000, ATI introdusse il supporto alle librerie DirectX 7 e OpenGL 1.3. Con la tecnologia HyperZ ATI ottenne un incremento nel bandwidth e nel fillrate.

Le prime schede furono le Radeon SDR, DDR e 7000, il modello finale fu Radeon 7500.

OpenGL 1.4 - DirectX 8[modifica | modifica wikitesto]

R200[modifica | modifica wikitesto]

Il secondo chip di ATI, progettato con tecnologia a shader programmabili, supportava il pixel shader 1.4, il più flessibile prima dell'introduzione del 2.0

La generazione, cominciata con le schede Radeon 8500, finì con la Radeon 9250.

ATI Radeon 9800

OpenGL 2 - DirectX 9[modifica | modifica wikitesto]

R300[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito nel 2002, RD300, supportando le librerie DirectX 9, rese ATI leader nel settore, grazie alle sue prestazioni nel pixel shading. La generazione comprende le schede Radeon 9500, 9550, 9600, 9700, 9800 e le X300, X550 e X600, mentre per le schede integrate si hanno le Xpress 200, con caratteristiche differenti a seconda del processore da abbinare[4]

R420[modifica | modifica wikitesto]

Vennero aggiunte le funzioni delle DirectX 9.0b, tra cui il Shader model 2b, grande passo avanti nella programmabilità. Nel 2004 ATI introdusse l'utilizzo di una tecnologia di produzione a 130 nm, mediante l'utilizzo di wafer low-k.

Il chip fu utilizzato nelle schede Radeon X700, X800 e X850.

Serie X1000[modifica | modifica wikitesto]

Lanciata nell'ottobre 2005, questa generazione di processori ATI supporta il Shader Model 3.0, oltre che la tecnologia di rendering a virgola mobile per l'applicazione di effetti High dynamic range rendering e di Antialiasing.

Include le schede X1300, X1600, X1650, X1800, X1900 e X1950.

Architettura TeraScale[modifica | modifica wikitesto]

OpenGL 3 - DirectX 10[modifica | modifica wikitesto]

Serie HD 2000[modifica | modifica wikitesto]

Il core grafico R600 è composto da 320 stream processors riuniti in matrici SIMD. A differenza delle precedenti generazioni, questa generazione ha deluso un po' gli appassionati del marchio perché, nonostante il prezzo di vendita inferiore, le soluzioni ATI serie HD2000 sono generalmente meno veloci delle schede Nvidia concorrenti.
Questa generazione è la prima di ATI con supporto alle DirectX 10, introdotte nel sistema operativo Microsoft Windows Vista, e ad utilizzare un'architettura a shader unificati.

Include le schede Radeon HD2900XT, HD2900PRO, HD2900GT, HD2600XT, HD2600PRO, HD2400XT e HD2400PRO. Nell'estate 2007 sono anche state presentate le GPU DX10 per notebook dell'azienda: Mobilty Radeon HD2600 e HD2400.

Serie HD 3000[modifica | modifica wikitesto]

Il 15 novembre 2007 AMD ha presentato la famiglia di GPU Radeon basate sul chip RV670 (die shrink di R600), prima GPU ad essere prodotta a 55 nm e con il supporto per le librerie grafiche Microsoft DirectX 10.1. Queste schede, commercializzate sotto il nome di Radeon HD3800, portano anche una nuova nomenclatura.
Il 28 gennaio 2008 AMD ha presentato la scheda Radeon HD3870X2 (nome in codice R680), prima scheda ATI basata su due GPU (2*RV670) collegate in CrossFire sullo stesso PCB.

Serie HD 4000[modifica | modifica wikitesto]

Il 25 giugno è invece uscito il chip RV770, evoluzione di RV670 di cui ne condivide l'architettura con molte migliorie. Il chip, essendo dotato di funzionalità di risparmio energetico, consuma poco più dell'RV670 pur contenendo il doppio di stream processor e di TMU. Questa è stata la prima VGA ad utilizzare memorie GDDR5.
Nel settembre 2008 è uscita la (2*RV770).
A fine ottobre 2008, la società canadese ha presentato la Radeon HD4830; tale scheda è composta da un processore RV770LE, con clock a 575 MHz, che dispone di un numero di stream processors ridotto a 640 rispetto agli 800 delle schede HD4850 e HD4870.
Il 28 aprile 2009 ATI ha presentato la prima scheda video al mondo prodotta con processo produttivo a 40 nm; la scheda video denominata HD4770 dispone di un clock di 750 MHz e di memoria GDDR5.

OpenGL 4 - DirectX 11[modifica | modifica wikitesto]

Serie HD 5000[modifica | modifica wikitesto]
ATI Radeon HD5850

Il 23 settembre 2009 ha debuttato la famiglia di GPU ATI Radeon basate sul chip RV870 cypress, la prima GPU DirectX 11 al mondo. L'RV870 è prodotto con tecnologia a 40 nm, contiene 1600 Stream Processor e ha potenza di calcolo di picco pari a 2,7 TeraFLOPS nella sua versione più potente, il doppio rispetto a RV770. Le schede video che montano questa GPU prendono il nome di ATI Radeon HD 5800, sono tutte dotate di memorie GDDR5 con un'interfaccia a 256 bit e frequenze che aumentano di quasi un gigahertz rispetto alle precedenti proposte high end. Per la prima volta dopo 7 anni (l'ultima volta fu nel tardo 2002 con la 9700PRO), ATI arriva in anticipo con una nuova architettura di maggiore potenza rispetto alla rivale Nvidia. Nei mesi a seguire sono giunti sul mercato i derivati dell'RV870, tutti prodotti con processo a 40 nm, completando così la serie ATI Radeon HD 5000. L'intera famiglia di schede grafiche è dotata di tecnologia Eyefinity (possibilità di collegare fino a 6 monitor per singola scheda video per immagini ad altissime risoluzioni video) e supporta Open Physics (tramite openCL), in risposta alla tecnologia Physx della rivale Nvidia.

Curiosità sulla serie HD 5000[modifica | modifica wikitesto]

In una presentazione delle Radeon 5800 series, AMD-ATI apostrofa le soluzioni Fermi della concorrente NVIDIA con il nomignolo scherzoso di "paper dragon" ovvero "dragone di carta", in quanto mentre la casa canadese aveva già le proprie radeon sugli scaffali dei negozi, NVIDIA dal canto suo pubblicizzava unicamente gli impressionanti dati delle sue future GPU Fermi, ancora su carta, senza rendere possibile un confronto tangibile e diretto con le ATI.

Serie HD 6000[modifica | modifica wikitesto]
Logo AMD Radeon

È la prima serie a presentare il brand AMD anziché ATI, marchio commerciale dismesso il 30 agosto 2010.[5]

Sono una famiglia di GPU prodotte a 40 nm con nome in codice Northern Islands, compatibili con le Directx 11. Le prime schede di questa famiglia a debuttare il 22 ottobre 2010 sono state le AMD Radeon HD 68XX, nei modelli 6850 e 6870 (nomi in codice Barts Pro e XT), seguite dalle HD 69XX nei modelli 6950 e 6970 presentate il 15 dicembre 2010 (nomi in codice Cayman Pro e XT) e l'8 marzo 2011 dalla HD 6990 soluzione a doppia GPU (nome in codice Antilles).

Architettura Graphics Core Next[modifica | modifica wikitesto]

OpenGL 4 - DirectX 11[modifica | modifica wikitesto]

Serie HD 7000[modifica | modifica wikitesto]

GPU prodotte a 28 nm con nome in codice Southern Islands, furono le prime a implementare l'architettura Graphics Core Next. Vennero presentate fra il 2009 e il 2013 in tre famiglie: 79xx (Tahiti), 78xx (Pitcairn), e 77xx (Cape Verde).

Serie HD 8000[modifica | modifica wikitesto]

GPU prodotte a 28 nm con nome in codice Sea Islands, con piccole variazioni sulla serie HD 7000, presentate a fine 2012.

Serie Rx 200[modifica | modifica wikitesto]

GPU prodotte a 28 nm, nome in codice Volcanic Islands, presentate fra il 2013 e il 2014.

Vulkan - DirectX 12[modifica | modifica wikitesto]

AMD ha annunciato durante il 2015 il supporto completo a DirectX 12 e Vulkan per tutte le GPU con architettura GCN.[6][7]

Schema della numerazione dei prodotti[modifica | modifica wikitesto]

A partire dalla serie 9xxx, ATI ha utilizzato uno schema fisso per la nomenclatura dei suoi prodotti:

Categoria Nome della scheda Suffisso Esempi
Fascia alta/top (high-end) x9xx

x8xx

XTX, XT, XT PE, PRO 9800, X800, X1950, HD2900XT
Fascia medio-alta (performance) x9xx

x8xx x7xx x65x

XT, PRO, GT, GTO, GTO2 X1650XT, X1950GT, X1950PRO, HD2900PRO
Fascia media (Mainstream) x7xx

x6xx x5xx

PRO, SE, XT 9700, X700, X1650PRO, HD2600
Fascia bassa (Budget/Value) x4xx

x3xx x2xx

XT, PRO, SE, HyperMemory 9000, X300, X1400, HD2400

Con le nuove Radeon HD 2000, AMD ha creato un nuovo tipo di nomenclatura, in cui i suffissi (XT, PRO..) vengono convertiti con numeri. La nuova nomenclatura è stata ovviamente utilizzata anche per le serie successive.

Categoria Numero di generazione Numero di fascia Numero di prestazioni Esempi
Fascia alta/performance HD2xxx (R600 e derivati), HD3xxx (RV670 e derivati), HD4xxx (RV770 e derivati), HD5xxx (RV870 e derivati).. HDx9xx

HDx8xx HDx7xx

HDxx3x (=GT), HDxx5x (=PRO), HDxx7x (=XT), HDxx9x (=XTX) + suffisso X2 per VGA multi GPU non usato nella serie HD5000, la soluzione a doppia GPU prende il nome di HD5970 (in vecchia nomenclatura sarebbe HD5870X2) HD4850 (RV770, performance, PRO) - HD3870X2 (2*RV670, performance, XT)
Fascia media (Mainstream) HD2xxx (R600 e derivati), HD3xxx (RV670 e derivati), HD4xxx (RV770 e derivati), HD5xxx (RV870 e derivati).. HDx6xx

HDx5xx

HDxx3x (=GT), HDxx5x (=PRO), HDxx7x (=XT) HD3670 (RV635, mainstream, XT)
Fascia bassa (Budget/Value) HD2xxx (R600 e derivati), HD3xxx (RV670 e derivati), HD4xxx (RV770 e derivati).. HDx4xx

HDx3xx HDx2xx

HDxx3x (=HM/SE), HDxx5x (=PRO), HDxx7x (=XT) HD3450 (RV620, value, PRO)

Driver[modifica | modifica wikitesto]

I driver ufficiali AMD possono essere scaricati dal sito web support.amd.com, http://support.amd.com/it-it/download .. Per le distribuzioni GNU/Linux sono disponibili anche i driver open-source liberi RadeonHD, scaricabili attraverso i gestori dei pacchetti. radeon, wiki.ubuntu-it.org.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Addio al marchio ATI
  2. ^ JPR
  3. ^ Mercury Research, Fourth Quarter 2015 Market Release (PDF), su http://www.mercuryresearch.com/, Mercury Research, 11 Dicembre 2015. URL consultato il 13 Gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 13 Gennaio 2016).
  4. ^ Radeon Xpress 200: Chipset per AMD e Intel
  5. ^ Addio al marchio ATI
  6. ^ Tom's Hardware, DirectX 12 compatibili con le GPU attuali, ecco i dettagli, su http://www.tomshw.it/, Tom's Hardware, 20 Marzo 2014. URL consultato il 13 Gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 2 Maggio 2015).
  7. ^ (EN) AMD, DirectX® 12 Technology, su http://www.amd.com/, 5 Settembre 2015. URL consultato il 13 Gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 5 Gennaio 2016).
Informatica Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di informatica