Phil Spencer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Phil Spencer nel 2015

Phillip Spencer, detto Phil Spencer (Ridgefield, 12 gennaio 1968), è un dirigente d'azienda statunitense, dal 2022 amministratore delegato di Microsoft Gaming e principale referente delle piattaforme videoludiche di Xbox e Windows[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Phil Spencer si è laureato presso l'Università del Washington di Seattle nel 1988;[1] poco tempo dopo si è unito a Microsoft con ruoli tecnici, guidando lo sviluppo di prodotti su CD-ROM come Microsoft Encarta, Microsoft Money e Microsoft Works.[2]

Spencer è stato direttore operativo di Microsoft Game Studios fino al 2008, lavorando al fianco di alcune software house di videogiochi come Lionhead Studios e Rare.[3] Nel 2009 è diventato direttore generale del gruppo e dal 2010 ha iniziato ad apparire alle conferenze dell'Electronic Entertainment Expo di Los Angeles.[4]

Nel 2014 l'amministratore delegato di Microsoft, Satya Nadella, ha annunciato che Spencer sarebbe diventato il principale referente delle piattaforme videoludiche di Xbox e Windows;[5] nel 2017 è stato promosso a vicepresidente di Microsoft Game Studios:[6] da allora si è occupato del miglioramento del cross-platform tra Xbox e Windows e della retrocompatibilità con le vecchie console, oltre a lanciare diversi servizi importanti come il Game Pass e xCloud.[7]

Nel 2022, in seguito all'acquisizione di Activision Blizzard,[8] Spencer è diventato amministratore delegato di Microsoft Gaming.[9]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Spencer è sposato e ha due figli.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Phil Spencer, su xbox.com. URL consultato il 6 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 21 giugno 2016).
  2. ^ (EN) Kinect Accelerator Mentor: Phil Spencer, su microsoft.com. URL consultato il 6 aprile 2014.
  3. ^ (EN) Matt Peckham, Welcome Phil Spencer, Microsoft's New Xbox-Everything Honcho, su time.com, 31 marzo 2014. URL consultato il 6 aprile 2014.
  4. ^ (EN) Nick Cowen, E3 2010: Phil Spencer interview, su telegraph.co.uk, 15 luglio 2010. URL consultato il 6 aprile 2014.
  5. ^ (EN) Satya Nadella email to employees on tuning our organization, su microsoft.com, 31 marzo 2014. URL consultato il 6 aprile 2014.
  6. ^ (EN) Matt Weinberger, Microsoft Xbox boss Phil Spencer just got a big promotion, and will now report directly to CEO Satya Nadella, su businessinsider.com. URL consultato il 19 settembre 2017.
  7. ^ (EN) Laura Parker, Phil Spencer Is Exactly Who You Think He Is, su gamespot.com, 19 dicembre 2019. URL consultato il 19 gennaio 2020.
  8. ^ (EN) Tom Warren, Microsoft to acquire Activision Blizzard for $68.7 billion, su theverge.com, 18 gennaio 2022.
  9. ^ (EN) Tom Warren, Read Microsoft Gaming CEO's email to staff about the Activision Blizzard acquisition, su theverge.com, 18 gennaio 2022.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]