Zodariidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Zodariidae
Mallinella.fulvipes.male.-.tanikawa.jpg
Mallinella fulvipes, maschio
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Arthropoda
Subphylum Chelicerata
Classe Arachnida
Ordine Araneae
Sottordine Araneomorphae
Superfamiglia Zodaroidea
Famiglia Zodariidae
THORELL, 1881
Sottofamiglie

Zodariidae Thorell, 1881 è una famiglia di ragni appartenente all'ordine Araneae.

Etimologia[modifica | modifica sorgente]

Il nome deriva dal greco ζῳδάριον, zodàrion cioè animaletto, insetto, per la somiglianza di questi ragni con le formiche, ed il suffisso -idae, che designa l'appartenenza ad una famiglia.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Sono ragni di dimensioni da piccole a medie, da 2 a circa 20 millimetri, detti anche ragni-formica, per la forma e il comportamento simile a quelli di questi imenotteri.

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Oltre agli Zodariidae, anche altre famiglie di ragni sono di aspetto simili alle formiche e questo anche perché questi imenotteri costituiscono un'abbondante riserva di cibo e vale la pena di porre in atto tutte le strategie possibili per predarli con successo.

Gli Zodariidae hanno di speciale che, pur non essendo simili nell'aspetto alle formiche che predano, ne imitano in modo perfetto il comportamento, la qual cosa consente loro di entrare ed uscire dai formicai, pur con una certa circospezione. Infatti i loro nidi sono in prossimità di formicai e per evitare di essere scoperti ed uccisi dalle formiche, camminano anzitutto sulle tre paia di zampe posteriori e se, entrando nel formicaio, incontrano una formica, con il paio di zampe anteriori più sottili, toccano le antenne della formica, comportamento comune fra questi imenotteri per il riconoscimento reciproco. Se il ragno ha già catturato una formica e, uscendo dal formicaio ne incontra un'altra, gliela offre, proprio come farebbe una formica che porta una conspecifica morta all'esterno, quindi non desta alcun sospetto e riesce a portare la preda alla tana, in genere un piccolo cunicolo nel terreno.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Sono diffusi in America centrale e meridionale, in Europa, Asia centrale e Africa; in Giappone, India, Indocina e Indonesia, ad eccezione del Borneo; buona parte dei generi è diffusa in Australia[1].

Zodariidae, distribuzione

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Attualmente, a giugno 2014, si compone di 78 generi e 1075 specie[1] e sono stati rinvenuti esemplari di quattro generi fossili. Per la suddivisione in sottofamiglie si segue la classificazione dell'entomologo Joel Hallan:[2]

  • Adjutor Petrunkevitch, 1942 † (fossile)
  • Admissor Petrunkevitch, 1942 † (fossile)
  • Anniculus Petrunkevitch, 1942 † (fossile)
Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Lista dei generi di Zodariidae, Lista delle specie di Zodariidae e Famiglie di Araneae.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b The world spider catalog, version 15, Zodariidae URL consultato il 2 luglio 2014
  2. ^ Biology Catalog

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi