Nemesiidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Nemesiidae
MelbourneTrapdoorSpider-scale.jpg
Aname atra
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Arthropoda
Subphylum Chelicerata
Classe Arachnida
Ordine Araneae
Sottordine Mygalomorphae
Infraordine Tuberculotae
Superfamiglia Nemesioidea
Famiglia Nemesiidae
Simon, 1889
Generi

vedi testo

Nemesiidae Simon, 1889 è una famiglia di ragni appartenente all'ordine Araneae. Fino al 1987 erano inseriti nella famiglia Dipluridae.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Sono ragni di dimensioni piuttosto cospicue, le femmine del genere Atmetochilus hanno il legspan (lunghezza del corpo incluse le zampe) di dimensioni anche maggiori di 4 centimetri. Sono di colore marrone e hanno zampe abbastanza robuste.

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Costruiscono cunicoli nel terreno o nel fogliame che richiudono accuratamente con una porta-trappola per non farli individuare dalle prede. Appena un incauto insetto passa nelle vicinanze, aprono la porta-trappola e lo tirano giù nel cunicolo per cibarsene. Alcune specie scavano anche un cunicolo laterale, per deposito cibo. Solo del genere Sinopesa non si hanno prove che costruisca cunicoli.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Nemesiidae, distribuzione

Sono diffusi nell'America meridionale e nell'Africa meridionale; in gran parte dell'Asia centrale, Indonesia e Australia. I generi Brachythele, Iberesia e Nemesia sono presenti anche nella Penisola iberica.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Attualmente, a giugno 2014, si compone di 43 generi di complessive 367 specie[1]; la suddivisione in sottofamiglie segue quella dell'entomologo Joel Hallan[2]:


Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Lista delle specie di Nemesiidae e Famiglie di Araneae.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The world spider catalog, version 15, Nemesiidae URL consultato il 27 giugno 2014 2014
  2. ^ Biology Catalog

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi