Protostomia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Protostomi
Caribbean reef squid.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Superphylum Protostomia
cladi e phyla:

I Protostomi costituiscono un vastissimo ed eterogeneo raggruppamento animale. Da un punto di vista sistematico sono considerati da alcuni autori un ramo e da altri un superphylum dei Bilateria.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

La caratteristica comune più rilevante di questo raggruppamento consiste nell'omologia fra il blastoporo e la regione buccale dell'embrione. Ciò significa che il blastoporo formatosi dalla gastrulazione genera nelle fasi successive dell'accrescimento direttamente la bocca o il suo territorio. La metameria, quando presente, è quasi completa e riguarda quasi tutti i sistemi organici. Il sistema nervoso è tipicamente gangliare, costituito da gangli cefalici sopraintestinali e catena nervosa gangliare sottointestinale. Per questa ragione sono detti anche gastroneurali. La circolazione del sangue avviene tipicamente in senso cefalo-caudale nei vasi ventrali e in senso caudo-cefalico nel vaso dorsale. Non esiste mai dermascheletro di origine mesodermica.

Lo sviluppo embrionale avviene attraverso segmentazione determinativa, primariamente spirale. Il mesoderma si origina da una sola cellula iniziale, segregatasi durante la segmentazione dell’uovo. Il celoma si forma per fissurazione entro la massa delle cellule del mesoderma (schizocelia). Stadi larvali tipici sono la trocofora o forme trocoforo-simili, a “trottola” cigliata.

Phyla tipici e maggiormente ricchi di specie sono gli Anellidi e gli Artropodi. I molluschi, pur essendo protostomi, hanno cominciato a divergere relativamente presto nel ramo schizocelico, e ciò è dimostrato dalla scarsa o nulla segmentazione del loro corpo.

Classificazione[modifica | modifica sorgente]

Nel gruppo o superphylum dei Protostomi è stato proposto in passato un differente tipo di tassonomia con 3 divisioni che raggruppano i phyla in modo controverso, incompleto ed oscuro in alcuni punti, oggi considerato polifiletico ed obsoleto con Acelomati, Pseudocelomati e Celomati; i Phyla, a partire dagli anni ottanta e novanta, vengono invece raggruppati con tre categorizzazioni monofiletiche precise, ma non pienamente classificate, dette cladi Ecdysozoa, Lophotrochozoa e Platyzoa.

Clade Ecdysozoa[modifica | modifica sorgente]

Un platelminte turbellario

Clade Lophotrochozoa[modifica | modifica sorgente]

Clade Platyzoa[modifica | modifica sorgente]

Non assegnato[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Biologia Portale Biologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biologia