Loricifera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Loriciferi
Pliciloricus enigmatus
Pliciloricus enigmatus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Superphylum Protostomia
(clade) Ecdysozoa
Phylum Loricifera
Generi

Il Phylum Loricifera (dal latino: lorica = lorica; fero = portare) è stato scoperto negli anni '80 e ancora non si conosce molto su questo gruppo di animali.

Anatomia[modifica | modifica sorgente]

I Loriciferi sono organismi microscopici pseudocelomati, probabilmente predatori, che vivono tra i granelli di sabbia delle spiagge umide e che assomigliano superficialmente ai Rotiferi. Negli individui adulti si distingue una testa, un collo, un torace e un addome, quest'ultimo rivestito da un involucro cuticolare, o lorica, dal quale prende il nome il phylum e nel quale l' animale può ritirarsi completamente in caso di pericolo. Il capo è munito di una bocca tubolare e flessibile, anch'essa retraibile.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

La loro biologia è in gran parte ignota. I Loriciferi sono animali dioici a fecondazione interna. Dallo zigote si forma una larva dotata di una lorica poco spessa e di una coppia di piedi caudali che le permettono di nuotare, a differenza degli adulti che sono sedentari e vivono ancorati ai granelli di sabbia.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Sono stati scoperti solo nel 1983, la loro rilevazione è difficile perché hanno meccanismi di adesione ai granelli di sabbia molto efficaci che ostacolano la loro separazione dalla matrice.

Sono stati riconosciuti due generi, Nanaloricus e Pliciloricus, ritrovati nelle coste della Francia, della Carolina, della Florida e delle Isole Azzorre.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Dorit R., Walker W., Barnes R. Zoologia, Zanichelli, 2001

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Biologia Portale Biologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biologia