Trematoda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Trematodi
Botulus microporus.jpg
Dermophtirius sp., un parassita dei pesci
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Superphylum Protostomia
(clade) Platyzoa
Phylum Platyhelminthes
Classe Trematoda
Sottoclassi

I Trematodi (Trematoda) sono una classe di vermi appartenente al phylum dei Platelminti (Platyhelminthes), lunghi pochi centimetri, con corpo appiattito o cilindrico.

Sono tutti parassiti e hanno ventose o uncini con cui aderiscono all'ospite, possono dividersi in monogenei e digenei, a seconda di quante ventose dispongono. La specie più nota è Fasciola hepatica.

Anatomia e fisiologia[modifica | modifica sorgente]

Come tutti i Platelminti, i Trematodi sono acelomati ed aprocti. Sono più o meno tutti endoparassiti. Si ritiene derivino da progenitori simili agli attuali rabdocelidi (turbellari con cavità rettilinea). Sono ermafroditi con sviluppo indiretto, hanno cioè lo stadio larvale.

Rispetto ai turbellari presentano delle modifacazioni strutturali: - perdita delle ciglia epiteliali - maggiore sviluppo di cellule ghiandolari - presenza di strutture che permettono al parassita di aderire all'ospitante (ventose, uncini o entrambe le cose) - perdita degli occhi.

Sistematica[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

animali Portale Animali: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di animali