Deinopidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Deinopidae
Deinopis subrufa smaller.jpg
Deinopis subrufa - giovane
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Arthropoda
Subphylum Chelicerata
Classe Arachnida
Ordine Araneae
Sottordine Araneomorphae
Superfamiglia Uloboroidea
Famiglia Deinopidae
C. L. Koch, 1850
Generi

Deinopidae C. L. Koch, 1850 è una famiglia di ragni appartenente all'ordine Araneae.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome deriva dal greco δεινός, deinòs, cioè terribile, tremendo, spaventoso, e ὄψ, òps, cioè aspetto, forma, atteggiamento, proprio a causa del loro aspetto esteriore, ed il suffisso -idae, che designa l'appartenenza ad una famiglia.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Questi ragni hanno corpo e zampe molto allungati e la costruzione della ragnatela avviene proprio fra le estremità delle zampe, in modo da poterla contrarre ed estendere a piacere, dirigendola verso la preda. In inglese sono appunto noti come net-casting spiders, cioè ragni che gettano la rete, in quanto allargando le zampe, possono avvolgere la preda nelle spire della tela. La loro eccellente visione notturna ha fatto sì che si sviluppassero particolarmente gli occhi mediani e posteriori in modo da poter afferrare le prede con precisione.

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Di giorno lo si può notare appeso con un filo di seta, capovolto, ad alcune fronde. Si desta di notte per mettere in pratica il suo sistema insolito di cattura delle prede.

Deinopidae - distribuzione

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il genere Deinopis è il più noto della famiglia, presente in Africa, Australia e nelle Americhe, pressoché cosmopolita nelle aree comprese fra i tropici[1]. Il genere Menneus ha l'opistosoma leggermente ingobbito.

Particolare della tela che il Deinopidae utilizzza per catturare la preda

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Attualmente, a giugno 2014, si compone di due generi e 60 specie[1]:

Generi inglobati[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Lista delle specie di Deinopidae e Famiglie di Araneae.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b The world spider catalog 15, Deinopidae URL consultato il 28 giugno 2014
  2. ^ Inglobato nel genere Menneus a seguito di un lavoro degli aracnologi Coddington, Kuntner & Opell del 2012
  3. ^ Inglobato nel genere Menneus a seguito di un lavoro degli aracnologi Coddington, Kuntner & Opell del 2012

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • C. L. Koch, 1850 - Übersicht des Arachnidensystems. Nürnberg, Heft vol.5, p. 1-77.
  • Coddington, J.A., M. Kuntner & B.D. Opell, 2012 - Systematics of the spider family Deinopidae with a revision of the genus Menneus. Smithson. Contrib. Zool. vol.636, pp.iv+61

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi