Scytodidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Scytodidae
Scytodes.fusca.female.-.tanikawa.jpg
Scytodes fusca, femmina
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Arthropoda
Subphylum Chelicerata
Classe Arachnida
Ordine Araneae
Superfamiglia Scytodoidea
Famiglia Scytodidae
Blackwall, 1864
Generi
vedi testo

Scytodidae Blackwall, 1864 è una famiglia di ragni appartenente all'ordine Araneae.

Etimologia[modifica | modifica sorgente]

Il nome deriva dal greco σκυτὼδης, skytòdes cioè simile al cuoio, per la colorazione del corpo di questo colore, ed il suffisso -idae, che designa l'appartenenza ad una famiglia.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Sono detti anche ragni sputatori, in quanto colpiscono le loro prede sputando un fluido che al contatto diventa una massa velenosa e appiccicaticcia. Ciascuno dei due fori dei cheliceri può emettere questa sostanza, anche contemporaneamente. La grandezza varia dai tre ai sei millimetri, zampe incluse.

Hanno sei occhi sistemati su tre paia e sono aplogini, cioè le femmine sono mancanti di organi genitali evidenti, al pari dei Sicariidae e dei Diguetidae. Ne differiscono nell'avere un carapace sagomato a cupola e chiazzato con ghirigori che a noi occidentali sembrano ricordare caratteri arabi o cinesi.

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Sono ragnetti di abitudini notturne e vanno verso la preda con un ondeggiante zig-zag, percorrendo sul terreno una sorta di Z all'avvicinarsi ad essa.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Sono pressoché cosmopoliti, ad eccezione delle regioni settentrionali del Canada e della Russia.

Scytodidae, distribuzione

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Attualmente, a giugno 2014, si compone di cinque generi e 229 specie:[1]:

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Lista delle specie di Scytodidae e Famiglie di Araneae.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ The world spider catalog, version 15, Scytodidae URL consultato il 27 giugno 2014

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi