Pholcidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pholcidae
Pholcus phalangioides.png
Pholcus phalangioides
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Protostomia
Phylum Arthropoda
Subphylum Chelicerata
Classe Arachnida
Ordine Araneae
Sottordine Araneomorphae
Superfamiglia Pholcoidea
Famiglia Pholcidae
C. L. Koch, 1850
Generi
Generi di Pholcidae

Pholcidae C. L. Koch, 1850 è una famiglia di ragni appartenente all'ordine Araneae.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome deriva dal greco φολκός, folkòs cioè dalle gambe storte, epiteto inizialmente attribuito all'eroe omerico Tersite, che rende bene l'idea della conformazione delle zampe lunghissime di questi ragni, ed il suffisso -idae, che designa l'appartenenza ad una famiglia.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Sono comunissimi nelle abitazioni e hanno perciò parecchi nomignoli: ragni-gambalunga, ragni di cantina, ragni di casa, in toscana ragni benedetti ecc. Di costituzione molto fragile, il bodylenght di questi ragni varia da 2 a 10 millimetri, mentre le zampe possono superare tranquillamente i 30 millimetri. Il colore varia da grigio a bruno con varie striature. I generi Pholcus e Smeringopus hanno il corpo a forma del guscio di un'arachide.

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Costruiscono tele dal disegno irregolare, aggrovigliato, su cui rimangono appesi a testa in giù. I luoghi preferiti sono in genere bui, quali caverne, cantine, magazzini, sotto pietre o in tane di mammiferi abbandonate.

Pholcidae, particolare del pattern oculare

La ragnatela non ha capacità adesive, ma è strutturata e intricata in tal modo da rendere difficile la fuga all'insetto che vi capita dentro. Il ragno corre subito ad avvolgere la preda con più fili e mangiarla quasi subito o accumularla se non ha fame. Poiché i chelicheri sono molto piccoli e poco perforanti, quasi mai vengono utilizzati per avvelenare la vittima.

Tolti dalla loro ragnatela, assumono andature goffe e traballanti, come da ubriachi. Nel caso la preda impigliata sia troppo grande e cominci a distruggere la ragnatela, comincia a vibrare e a roteare su sé stesso, al fine forse di spaventare l'intruso e di non fargli comprendere con chiarezza dove si trova. Anche altre famiglie di ragni esibiscono questo comportamento. Spesso va su altre ragnatele a cibarsi delle uova o dei piccoli di altri ragni, in particolare Tegenaria.

Pholcidae, distribuzione

Pericolosità[modifica | modifica wikitesto]

Un tempo si riteneva il morso di questi ragni, e degli opilioni cui rassomigliano per struttura, pericoloso per gli uomini, ma non sono documentati casi di morso ad esseri umani che abbiano comportato più di qualche arrossamento cutaneo. Alcuni autori (Pinto-da-Rocha et al. , 2007) hanno attribuito la presunta pericolosità di questi ragni al fatto che non esitano ad attaccare anche la vedova nera il cui morso è velenoso per l'uomo, e solo per questo dovrebbero essere ritenuti più pericolosi.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Sono cosmopoliti.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Attualmente, a febbraio 2015, si compone di 79 generi e 1434 specie[1]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Lista dei generi di Pholcidae, Lista delle specie di Pholcidae e Famiglie di Araneae.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ World Spider Catalogue, versione 16, Famiglie di ragni, con numero di generi e specie - URL consultato il 28 febbraio 2015

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi