Mimetidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Mimetidae
Mimetus.ryukyus.female.-.takinawa.jpg
Mimetus ryukyus - femmina
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Arthropoda
Subphylum Chelicerata
Classe Arachnida
Ordine Araneae
Sottordine Araneomorphae
Superfamiglia Mimetoidea
Famiglia Mimetidae
Simon, 1881
Generi

Mimetidae Simon, 1881 è una famiglia di ragni appartenente all'ordine Araneae.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome deriva dal greco μιμητής, mimitìs cioè imitatore, che imita, per la loro notevole capacità di mimetizzarsi nell'ambiente, ed il suffisso -idae, che designa l'appartenenza ad una famiglia.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Sono noti comunemente come ragni-pirata, in quanto sono feroci predatori di altri ragni. Il colore varia da giallo a marrone e la lunghezza di questi piccoli ragni varia da 3 a 7 millimetri. Possono essere riconosciuti dalle zampe anteriori lunghe dotate di una serie di processi spinosi in apparenza simili a piccoli peli, progressivamente più corti man mano che si va verso l'ultimo segmento delle zampe stesse.

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Sono ragni cacciatori: si avvicinano alle ragnatele di altri aracnidi e ne muovono i fili simulando o un insetto che vi fosse caduto sopra o una compagna che cerca di attirare il ragno per accoppiarsi; all'arrivo del ragno lo afferrano e lo immobilizzano per poi nutrirsene.

La loro capacità di adattarsi ai colori dell'ambiente circostante fa sì che la povera preda non si accorga del pericolo se non quando è troppo tardi. Questa tattica crea loro però non pochi problemi quando vogliono accoppiarsi, in quanto non si è ancora compreso quali segnali inviano alle loro compagne affinché non si creino equivoci e vengano divorate. Solo i maschi del genere Gelanor, dell'America meridionale, hanno lunghe appendici la cui funzione inequivocabile è quella dell'accoppiamento.

Mimetidae, distribuzione

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Pressoché cosmopoliti, all'infuori del Canada, Stati Uniti settentrionali e alcune zone dell'Africa[1].

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Ero aphana, femmina

Tassonomicamente, a livello di superfamiglia, a volte sono raggruppati nei Palpimanoidea, a volte negli Araneoidea. Attualmente, a giugno 2014, si compone di 13 generi e 158 specie[1]; la suddivisione in sottofamiglie segue quella adottata dall'entomologo Joel Hallan[2]:

  • Oarcinae Simon, 1890
    • Gnolus Simon, 1879 - America meridionale (Cile, Argentina)
    • Oarces Simon, 1879 - America meridionale (Argentina, Cile, Brasile)
Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Lista delle specie di Mimetidae e Famiglie di Araneae.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b The world spider catalog, version 15, Mimetidae URL consultato il 28 giugno 2014
  2. ^ Biology Catalog

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi