Legione d'Argento d'America

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Legione d'Argento d'America
(EN) Silver Legion of America
Leader William Dudley Pelley
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Fondazione 30 gennaio 1933
Dissoluzione 1941
Ideologia Fascismo
Collocazione Estrema destra
Iscritti 15 000 (1934)
5 000 (1938)

La Legione d'argento d'America (nome originale in inglese: Silver Legion of America) è stata una organizzazione politica e paramilitare fascista statunitense, fondata da William Dudley Pelley il 30 gennaio 1933. Gli aderenti furono comunemente noti come camicie d'argento (Silver Shirts).

Storia dell'organizzazione e simbolismo[modifica | modifica sorgente]

L'emblema dell'organizzazione era caratterizzato da una lettera L scarlatta, che si riferiva al nome del gruppo e rappresentava inoltre le iniziali delle parole lealtà (agli Stati Uniti d'America) e liberazione (dal materialismo e dagli ebrei).

La divisa dei membri della Legione d'argento consisteva di un copricapo identico a quello indossato dalle truppe d'assalto tedesche, pantaloni blu, gambali, cravatta, e camicia di colore grigio argento, con "L" rossa ricamata sul cuore. Gli aderenti vennero dunque rinominati "camicie d'argento" in modo analogo alle camicie nere italiane della Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale e alle camicie brune della Sturmabteilung naziste.

Nel 1934, la Legione d'argento aveva circa 15.000 membri, di cui la maggior parte apparteneva alla classe operaia. La forza del movimento dopo il 1934, ovvero dopo la presa del potere di Hitler in Germania, risultò notevolmente ridimensionata. Quattro anni più tardi il numero degli aderenti all'organizzazione era sceso a 5.000 iscritti. Nel 1941, dopo l'attacco giapponese a Pearl Harbor e la successiva dichiarazione di guerra degli Stati Uniti alla Germania nazista e all'Italia fascista, il governo, con una legge federale, dichiarò illegale l'organizzazione, che venne quindi perseguita dall'FBI, provocandone in breve la scomparsa.

Riferimenti nella cultura di massa[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • John Werly. The Millenarian Right: William Dudley Pelley and the Silver Legion of America. Tesi di dottorato, Syracuse University, 1972.
  • Leo Pual Ribuffo. Protestants on the Right: William Dudley Pelley, Gerald B. Winrod and Gerald L.K. Smith (2 vol.). New Haven, Yale University Press, 1976.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]