Leati Anoa'i

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Leati Joseph Anoa'i)
Joe Anoa'i
Reigns nell'aprile 2014.
Reigns nell'aprile 2014.
Nome Leati Joseph "Joe" Anoa'i
Ring name Roman Leakee
Leakee
Roman Reigns
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Nascita Pensacola, Florida
25 maggio 1985
Altezza 191 cm
Peso 120 kg
Allenatore FCW Staff
Debutto 2010
Federazione WWE
Progetto Wrestling
Joe Anoa'i
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Peso 130 kg
Football americano American football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Defensive tackle
Carriera
Giovanili
2003-2006 Stemma Georgia Tech Yellow Jackets Georgia Tech Yellow Jackets
Squadre di club
2007 Stemma Minnesota Vikings Minnesota Vikings
2007 Stemma Jacksonville Jaguars Jacks. Jaguars
2008 Stemma Edmonton Eskimos Edmonton Eskimos
 

Leati Joseph "Joe" Anoa'i (Pensacola, 25 maggio 1985) è un ex giocatore di football americano e wrestler statunitense.

Sotto contratto con la WWE, vi lotta con il ring name Roman Reigns. È stato WWE Tag Team Champion.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Football americano[modifica | modifica sorgente]

Anoa'i ha giocato a football per tre anni alla Pensacola Catholic High School e per un anno alla Escambia High School. In quel periodo è stato premiato come Difensore dell'anno dal Pensacola News Journal. In seguito ha frequentato il Georgia Institute of Technology, giocando con i Georgia Tech Yellow Jackets. A partire dal suo secondo anno è divenuto titolare, rimanendolo per i successivi tre. È stato nominato capitano della squadra e nel 2006 è stato inserito nella prima formazione ideale della Atlantic Coast Conference. Quell'anno ha terminato con 29 tackle for loss, inclusi 12 sack, il tredicesimo miglior risultato della storia di Georgia Tech. Non selezionato nel Draft NFL 2007, Anoa'i ha successivamente firmato con i Minnesota Vikings[1]. Dopo essere stato svincolato ha firmato coi Jacksonville Jaguars per rinfoltire il reparto dei defensive end. Nel 2008 ha firmato con gli Edmonton Eskimos, accettando un posto nella squadra di allenamento. Portando il numero 99, Anoa'i ha disputato cinque partite Eskimos, tre delle quali come titolare. È stato svincolato dopo una sola stagione[2].

World Wrestling Entertainment/WWE[modifica | modifica sorgente]

Florida Championship Wrestling (2010-2012)[modifica | modifica sorgente]

Roman Reigns insieme al cugino The Rock.

A luglio 2010, Anoa'i firma un contratto di sviluppo con la WWE e viene mandato in FCW per allenarsi: debutta il 9 settembre 2010, perdendo contro Richie Steamboat. Nei tapings FCW del 28 aprile 2011, sconfigge Bobby Dutch e in quelli del 19 maggio, vince contro Ricardo Rodriguez. Nei tapings del 2 giugno, Leakee partecipa ad un 3 on 1 handicap match in squadra con Mason Ryan e Seth Rollins contro il solo Johnny Curtis che riesce comunque a vincere. Nei tapings del 30 giugno, Leakee vince un 6-man tag team match insieme a Richie Steamboat e Bo Rotundo contro Alexander Rusev, Big E Langston e Calvin Raines. Successivamente, insieme a Titus O'Neil affronta e sconfigge Erick Rowan e James Bronson in un match di coppia. All'FCW Gainesville Show dell'8 luglio, Leakee non riesce a conquistare i titoli di coppia insieme a Donny Marlow venendo sconfitti da Big E Langston e Calvin Raines. Il 16 luglio, all'FCW Summer SlamaRama, Leakee e Richie Steamboat sconfiggono DeSean Bishop e Mack Hetfield in un match di coppia. Nei tapings del 21 luglio, Leakee sconfigge James Bronson. All'FCW Orlando Show del 27 luglio, Leakee perde un 6-man tag team match insieme a CJ Parker e Donny Marlow contro Kenneth Cameron, Tito Colon e Lucky Cannon. Nei tapings dell'11 agosto, sconfigge Damien Sandow. Nei tapings del 1º settembre, Leakee partecipa al torneo per decretare il nuovo campione FCW ma viene eliminato nelle qualificazioni da Damien Sandow. Nei tapings del 15 dicembre, Leakee vince un match di coppia insieme allo stesso Ambrose contro Leo Kruger e Damien Sandow. Nel primo show del 2012, Leakee batte il rientrante Eli Cottonwood. Vincendo un Triple Treath Match fra lui, Damien Sandow e Dean Ambrose, diventa ancora una volta primo sfidante al titolo FCW ma viene sconfitto dal campione Leo Kruger. Qualche giorno dopo però, batte Kruger in un match di coppia che lo vedeva collaborare con Bo Rotundo. Il compagno di Kruger era Eli Cottonwood. Ad un evento il 15 giugno a Palatka, Florida, conquista l'FCW Florida Tag Team Championship insieme a Mike Dalton, sconfiggendo i campioni Corey Graves e Jake Carter. All'Orlando Show del 20 giugno, difendono con successo i titoli dall'assalto degli ex campioni. Il 28 luglio, Dalton e Leakee perdono i titoli contro Brad Maddox e Rick Victor. Il 1º agosto, a Bull Bash VI, Leakee sconfigge Jake Carter. Dall'agosto 2012, la FCW chiude e tutti i talenti vengono spostati a NXT.

Anoa'i viene spostato ad NXT con la chisura della FCW e qui cambia ring name in Roman Reigns. Esordisce nella puntata di NXT del 31 ottobre, sconfiggendo CJ Parker. Due settimane dopo, batte anche Chase Donovan.

The Shield e WWE Tag Team Champion (2012-2014)[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi The Shield (wrestling).
Roman Reigns e lo Shield.

Il 18 novembre 2012, alle Survivor Series, interviene insieme a Dean Ambrose e Seth Rollins nel main event per il WWE Championship fra CM Punk, John Cena e Ryback, facendo mantenere il titolo a Punk; i 3, quindi, formano una stable chiamata "The Shield". A Main Event, inoltre, interferiscono nel match fra Santino Marella e Tyson Kidd. Nella puntata di Raw del 26 novembre, i tre hanno un'intervista con Micheal Cole principalmente condotta da Ambrose stesso che conferma il nome del gruppo (The Shield) e dice che loro stanno solo facendo la cosa giusta. A fine puntata attaccano Kane e Daniel Bryan, dopo che il primo perde un match proprio contro CM Punk, e il secondo perché era intervenuto per salvare il "Big Red Monster". Successivamente fa capolino sullo stage Ryback, che questa volta si libera dei tre debuttanti e attacca anche Punk ma, nel momento in cui abbassa la guardia, viene assalito ancora dai 3 ex-NXT.

A TLC: Tables, Ladders and Chairs, lo Shield sconfigge in un 6-Man TLC Tornado Tag Team Match Daniel Bryan, Kane e Ryback, grazie ad una Double Powerbomb dal paletto su di un tavolo ai danni di Bryan. Nella puntata di Raw del 17 dicembre, serata dedicata agli Slammy Awards, attaccano il leggendario Ric Flair sul ring, poi anche Daniel Bryan e Kane ma quest'ultimi vengono tratti in salvo dall'arrivo di Ryback. Più tardi, attaccano nel backstage prima Tommy Dreamer poi Ricardo Rodriguez. Il 7 gennaio, a Raw, lo Shield interviene nel TLC match valido per il WWE Championship fra CM Punk e Ryback, eseguendo su quest'ultimo una Triple Powerbomb. Nella puntata di Raw precedente alla Royal Rumble, lo Shield attacca The Rock. Viene poi rivelato che lo Shield era sempre stato sotto gli ordini di Punk e Paul Heyman ed erano pagati per le loro interferenze.

Reigns con Dean Ambrose (a sinistra) e Seth Rollins (sotto) che entra dall'arena come The Shield.

A Elimination Chamber, lo Shield ottiene la seconda vittoria in pay-per-view dal loro approdo in WWE, quando Seth Rollins effettua lo schienamento decisivo su Ryback nel 6-man Tag Team Match che li vedevano opposti a John Cena, Sheamus e Ryback. Il 15 marzo, a SmackDown, lo Shield sfida Sheamus e Randy Orton a trovare un partner per avere un match con loro a WrestleMania 29. Orton e Sheamus scelgono Ryback come partner. Più tardi nella stessa serata, durante il suo match contro Mark Henry, lo Shield ha interferito eseguendo una Triple Powerbomb su Ryback dopo aver attaccato Sheamus e Orton nel backstage. Ciò ha rimosso Ryback dal Tag Team match per affrontare Henry in un Singles match a WrestleMania, costringendo Sheamus e Orton alla ricerca di un nuovo partner, che si rivelerà essere Big Show. Il 7 aprile, a Wrestlemania 29, lo Shield esce vittorioso dal match a causa della mancanza di lavoro di squadra proprio di Big Show, Orton e Sheamus. Nella puntata di Raw del 22 aprile, lo Shield affronta e sconfigge la combinazione dei Brothers of Destruction e del Team Hell No (Kane, Daniel Bryan e The Undertaker). Nella puntata di Raw del 6 maggio, lo Shield sconfigge anche gli Usos e Kofi Kingston, quando Ambrose schiena lo United States Champion. A Extreme Rules Ambrose ha sconfitto Kofi Kingston per diventare il nuovo WWE United States Champion, facendo di questo il suo primo regno, quindi diventando così anche il primo titolo WWE ad essere in possesso dello Shield. Più tardi quella notte, Rollins e Reings hanno sconfitto il Team Hell No per diventare i WWE Tag Team Champions per la prima volta. Il 21 maggio, a Raw, lo Shield celebra le proprie vittorie sconfiggendo il Team Hell No e Kofi Kingston in un Six-Man Tag Team match. Nella puntata di SmackDown del 24 maggio, Ambrose difende il WWE United States Championship contro Kingston; tuttavia, il match termina in squalifica a favore di quest'ultimo quando Rollins e Reigns intervengono. Il trio comincia ad attaccare Kingston, ma arrivano Randy Orton e Sheamus a salvarlo, con Theodore Long che sancisce un Six-Man Tag Team match tra i sei, vinto dallo Shield. Nella puntata di Raw del 27 maggio, mentre Ambrose sconfigge nuovamente Kofi Kingston per confermarsi United States Champion, Rollins e Reigns difendono con successo i WWE Tag Team Championship contro il Team Hell No. Nella puntata di SmackDown del 31 maggio, mentre Rollins viene sconfitto da Kane, Reigns riesce a battere per squalifica Daniel Bryan proprio in seguito ad un intervento di Kane. Nella stessa serata il WWE United States Champion Dean Ambrose viene sconfitto per squalifica da Randy Orton quando Rollins e Reigns interferiscono nel match. Tuttavia, Bryan e Kane sono intervenuti in soccorso di Orton chiudendo lo show con Bryan che per dimostrare di non essere l'anello debole del Team Hell No riesce a liberare il ring dallo Shield praticamente da solo tra il tripudio del pubblico. Il 3 giugno, a Raw, lo Shield sconfigge nuovamente il Team Hell No e Randy Orton quando quest'ultimo colpisce accidentalmente Bryan, il quale viene schienato da Ambrose. Nella puntata di SmackDown del 7 giugno, i WWE Tag Team Champions Rollins e Reigns vengono sconfitti per squalifica da Bryan e Orton quando Ambrose è intervenuto nel match. Il 10 giugno, a Raw, in seguito a questa sconfitta viene annunciato Daniel Bryan e Randy Orton affronteranno in un match titolato Rollins e Reigns a WWE Payback.

Nella puntata di SmackDown del 14 giugno, la striscia di imbattibilità dello Shield nei televisivi six-man tag team matches termina per mano del Team Hell No e di Randy Orton, quando Daniel Bryan sottomette Seth Rollins. Il 16 giugno, a WWE Payback, Ambrose ha sconfitto Kane per countout per mantenere lo US title, mentre Rollins e Reigns hanno sconfitto Orton e Bryan per mantenere i tag team titles. Nella puntata di Raw del 17 giugno, Ambrose difende nuovamente con successo lo US title contro Kane quando Rollins e Reigns interferiscono nel match, terminato in squalifica. Il 19 giugno, a WWE Main Event, lo Shield sconfigge il team composto dagli Usos e da Justin Gabriel quando Ambrose schiena Gabriel. Nella puntata di SmackDown del 21 giugno interrompono un promo del rientrante Christian, il quale subisce la Triple Powerbomb. Nella puntata del 26 giugno di Main Event, Christian fa il suo debutto nello show affrontando Dean Ambrose. Christian vince il match per squalifica dopo essere stato attaccato da Rollins e Reigns. The Usos, che hanno vinto un triple threat tag team match che determinava i primi sfidanti ai Tag Team Championship nella puntata di Raw del 24 giugno, salvano Christian e viene annunciato che nella puntata di SmackDown del 28 giugno, Christian e gli Usos affronteranno lo Shield. Nella puntata del 28 giugno di SmackDown, Christian e The Usos hanno inflitto allo Shield la loro seconda sconfitta in un six man tag team match quando Christian ha eseguito una Spear su Dean Ambrose e lo ha schienato. Il 1º luglio a Raw, lo Shield ottiene la sua rivincita su Christian e gli Usos in un six-man tag team match quando Ambrose schiena Christian. Nella puntata di Raw dell'8 luglio, Rollins e Reigns sconfiggono i Tons of Funk, Brodus Clay e Tensai.[3] Il 12 luglio a SmackwDown Seth Rollins sconfigge Jey Uso.[4] Al Money in the Bank pay-per-view, dopo che Rollins e Reigns hanno sconfitti gli Usos in un match titolato, hanno interferito nel World Heavyweight Championship Money in the Bank Ladder match di Ambrose, ma gli Usos hanno attaccato lo Shield e Ambrose non è riuscito a vincere il match.[5] The Shield ha poi iniziato una faida con Mark Henry,[6] sconfiggendo Henry e The Usos in due six-man tag team match,[7][8] ma perdendo contro la squadra di Henry, Big Show e Rob Van Dam.[9] A Night of Champions difendono con successo i titoli all'assalto dei Prime Time Players che si erano valsi l'opportunità grazie alla vittoria del kick-off match in un Tag Team Turmoil match.

A Battleground Reings e Rollins affrontano Cody Rhodes & Goldust con in palio il posto di lavoro di questi ultimi e perdono. Nella puntata di RAW del 22 ottobre perdono i WWE Tag Team Championship proprio contro la Rhodes Dynasty a causa dell'interferenza di Big Show. A Hell in a Cell hanno un rematch in un Triple Threat Tag Team match in cui sono compresi anche gli Usos ma perdono. A Survivor Series nel classico 5 vs 5 Elimination Match lo Shield assieme ai Real Americans sconfiggono la Rhodes Dynasty, gli Usos e Rey Mysterio; Roman Reigns è l'ultimo sopravvissuto schienando quattro dei cinque avversari con altrettante Spear. Intanto iniziano i contrasti con Dean Ambrose che cerca di essere il leader del gruppo e spesso si scontra proprio con l'Ariete; pian piano Reigns da anello debole si trasforma in anello decisivo del gruppo risultando anche più tifato dai fan. A TLC affrontano in un 1 vs 3 Handicap match CM Punk, però perdono a causa della Spear involontaria di Reigns su Ambrose. Il feud con CM Punk continua e l'atleta di Chicago riesce a battere in dei single match i compagni di stable di Reigns, quali Rollins e Ambrose; così facendo Punk sfida Reigns in un match da disputarsi nella puntata di RAW del 7 gennaio. Nella puntata di RAW Old School del 7 gennaio Roman Reigns sconfigge CM Punk grazie alla distrazione fatta dal compagno di stable, Dean Ambrose. Nella punta di Smackdown! del 17 gennaio ufficializza assieme ai suoi compagni di stable il suo ingresso al Royal Rumble Match.

Reigns nel 2014

Al pay-per-view Royal Rumble 2014 entra con il numero 15 e stabilisce un nuovo record di eliminazioni, ben 12, superando di una il precedente totale di Kane: durante il match Dean Ambrose cerca di eliminare il samoano ma Seth Rollins glielo impedisce, scaturendo comunque l'ira di Roman, che li elimina entrambi. Viene poi eliminato per ultimo da Batista, che vince quindi il match, nonostante fosse molto tifato dal pubblico. Nella puntata di Raw lo Shield affronta John Cena, Danie Bryan e Sheamus e i vincitori sarebbero entrati nell'Elimination Chamber match per il titolo. Il match viene perso dallo Shield per squalifica per l'interferenza della Wyatt Family. Nei giorni a seguire, è stato ufficializzato che ad Elimination Chamber lo Shield affronterà la Wyatt Family. Nelle puntate successive a Raw ed a Smackdown, Roman Reigns ha avuto diversi problemi nei match con Ambrose, poiché quest'ultimo faceva il tag senza il consenso di Reigns. Ad Elimination Chamber 2014 lo Shield viene sconfitto dalla Wyatt Family in un match strepitoso nel quale la Wyatt Family annienta lo Shield. Nella puntata di Raw del 3 Marzo, hanno una rivincita contro la Wyatt Family uscendo anche questa volta sconfitti per il tradimento temporaneo di Seth Rollins nei confronti dello Shield. Nella puntata di SmackDown del 7 marzo, dopo alcune tensioni iniziali, soprattutto tra Ambrose e Rollins, lo Shield si chiarisce. A Smackdown del 14 marzo, Rollins affronta Damien Sandow e lo sconfigge con successo. Dopo il match, il malcapitato Sandow subirà una Triple Powerbomb.

A Raw, lo Shield si rifiuta di attaccare Jerry Lawler (dicendo che fanno solo il meglio per il business), per poi pestare Kane ed eseguire su di lui una Triple Powerbomb , facendo presagire un distacco dall'Authority. A Smackdown affrontano i 3MB, i Real Americans e i RybAxel in un n° 1 contenders Fatal-4-Way Tag Team Match, ma finisce in no contest poiché lo Shield viene attaccato da tutti gli altri tag team, dai New Age Outlaws e da Kane. Nella puntata di Raw del 26 marzo, lo Shield distrae i RybAxel per far vincere i Los Matadores di rapina; nel post match attaccano Ryback, e effettuano la Triple Powerbomb al centro del ring. Più tardi Rollins e Ambrose sconfiggono i Real Americans in un ottimo match e, dopo attaccano Cesaro per poi schiantarlo contro il tavolo dei commentatori con la Triple Powerbomb. Kane tiene un promo con i NAO dove annuncia che lo Shield li affronteranno a WrestleMania XXX in un Six-Man Tag Team match. A Smackdown Dean Ambrose e Seth Rollins battono sia i 3MB che i RyBaxel, ed eseguono una triple powerbomb su Ryback. A WM XXX lo Shield sconfigge L'Authority in soli tre minuti grazie alle mosse distruttive di Reigns ed ad una doppia Triple Powerbomb.[10] A Raw del 7 Aprile, durante un match titolato tra Daniel Bryan (WWE World Heavyweight Championship) e Triple H, lo Shield interviene appena prima che Triple H schieni Bryan (messo K.O. da Batista , Randy Orton e Kane) prima Reigns colpisce Triple H con una Spear mentre Ambrose e Rollins buttano fuori dal ring Batista e Orton e Kane per poi distrarre Triple H che poi subirà la knee plus da Daniel Bryan, così facendo lo Shield effettua definitivamente un Turn Face. Il 4 maggio a Extreme Rules lo Shield batte l'Evolution, grazie al suo schienamento ai danni di Batista ed alle spettacolari acrobazie di Seth Rollins e Dean Ambrose all'infuori del ring.[11] A Payback lo Shield sconfigge l'Evolution in un Six-Man Elimination Tag Team match.[12] Nella puntata di Raw del 2 giugno, Seth tradisce i suoi "fratelli" effettuando un Turn Heel attaccando Ambrose e Reigns con una sedia, alleandosi con Triple H e l'Authority.

Competizione singola (2014-presente)[modifica | modifica sorgente]

Nella puntata di Raw del 16 giugno, Roman vince la WWE World Heavyweight Championship Battle Royal qualificandosi al Money in the Bank Ladder match per il vacante WWE World Heavyweight Championship. A SmackDown, il 20 giugno, sconfigge, assieme a John Cena e Sheamus, Randy Orton, Cesaro, Bray Wyatt e Alberto Del Rio, effettuando lo schienamento vincente proprio su quest'ultimo; i tre si ripetono nella puntata successiva di Raw sempre contro Orton, Cesaro, Wyatt e Del Rio. A Money in the Bank, Reigns fallisce l'assalto al titolo, vinto da John Cena. La notte successiva, a Raw, Triple H inserisce Reigns nel Fatal 4-Way match per il WWE World Heavyweight Championship per Battleground, assieme a Randy Orton e Kane. Nel Pay-per-View, Reigns non riesce però a vincere il match per il WWE World Heayweight Championship, che rimane tra le braccia di John Cena. Il 21 luglio, a Raw, durante una discussione tra Triple H, Randy Orton e Kane per chi dovesse affrontare Cena a SummerSlam, lui interviene e successivamente attacca Kane. Dopo questo episodio, Triple H decide di far affrontare a Reigns immediatamente Orton e Kane in 2-1 handicap match. Tuttavia, Reigns, vince ugualmente grazie al mancato tag tra Orton e Kane, dove l'ex alfiere dello Shield colpisce la Big red machine prima con un Superman Punch e poi con la Spear, effettuando lo schienamento vincente sul Big red monster. Tutto ciò è il preludio alla sua faida con Randy Orton. Adesso, a Reigns spetterebbe il posto di affrontare Cena a Summer Slam, ma Triple H, invogliato da Paul Heyman, sceglie Brock Lesnar. Il 25 luglio, a SmackDown vince il main event contro Alberto del Rio. A Raw del 4 agosto vince un Last man standing match contro Kane. Nella puntata di SmackDowm pre-SummerSlam del 15 agosto, viene invitato al MizTv da The Miz, ma, interrotto più e più volte dallo stesso wrestler, finisce per tirare un pugno sull'Awesome One. La stessa sera, lo affronta e, mentre The Miz stava fuggendo, arriva Dolph Ziggler e, quando l'Intercontinental Champion si gira, riceve il Superman Punch dall'ex ariete dello Shield e viene poi schienato dopo aver subito una Spear. Nel Pay-per-View SummerSlam, sconfigge Randy Orton affondandolo con una Spear, dopo che si era riuscito a rialzare da una RKO della Vipera. La loro faida si conclude durante la puntata dell'8 settembre di Raw in uno Steel cage match, in cui Reigns viene sconfitto da Orton, aiutato da Kane e Seth Rollins. È proprio quest'ultimo l'avversario prescelto per il suo match a Night of Champions.

Finisher Mover[modifica | modifica sorgente]


Soprannomi[modifica | modifica sorgente]
  • "The Powerhouse"
  • "The Force"
  • "The King of the Roman empire"
  • "The Juggernaut"
Musiche d'ingresso[modifica | modifica sorgente]
  • "Army of the Dead"; usata a NXT
  • "Special Op" di Jim Johnston (WWE; 16 dicembre 2012-2 giugno 2014; usata come membro dello Shield)
  • "The Truth Reigns" di Jim Johnston (2 giugno 2014-presente; usata in competizione singola)
Fazioni[modifica | modifica sorgente]
  • Novembre 2012 - Marzo 2014: Heel
  • Marzo 2014 - presente: Face
Condotta in pay-per-view[modifica | modifica sorgente]

2012

2013

2014

Condotta a WrestleMania[modifica | modifica sorgente]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • È un membro della famiglia Anoa'i, celebre dinastia di wrestling samoano-americano: è figlio di Sika Anoa'i e fratello minore di Matt Anoa'i; The Rock è un suo lontano cugino in oltre è parente di Rikishi, Umaga, gli Usos e Yokozuna.
  • Nel Giugno del 2014 ha preso parte, assieme ad Alberto Del Rio e Titus O'Neil, ad una campagna di sensibilizzazione rivolta ai padri in cui compare in un video con sua figlia.

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Reigns con la cintura di WWE Tag Team Championship.

Florida Championship Wrestling

Pro Wrestling Illustrated

WWE

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Vikings Release Two Linemen, Vikings Scout, 30 maggio 2007. URL consultato il 10 luglio 2014.
  2. ^ (EN) Former Eskimo finds new career in professional wrestling, Edmonton Journal, 16 giugno 2013. URL consultato il 10 luglio 2014.
  3. ^ WWE Tag Team Champions The Shield def. Tons of Funk
  4. ^ Seth Rollins def. Jey Uso
  5. ^ Matt Bishop, Sandow, Orton big winners at WWE Money in the Bank in SLAM! Wrestling. URL consultato il 20 luglio 2013.
  6. ^ CALDWELL'S WWE RAW RESULTS 7/15 (Hour 1): Immediate MITB fall-out, Ziggler vs. Del Rio re-match, Orton vs. Fandango.
  7. ^ CALDWELL'S WWE RAW RESULTS 7/29 (Hour 1): McMahon talks Spontaneous Combustion with D-Bryan, Mark Henry vs. The Shield, RVD vs. Fandango, more in Pro Wrestling Torch. URL consultato il 17 agosto 2013.
  8. ^ CUPACH'S WWE MAIN EVENT RESULTS 8/7: Shield vs. Team Henry in big six-man tag, The Miz a Paul Heyman Guy?, more in Pro Wrestling Torch. URL consultato il 17 agosto 2013.
  9. ^ Greg Parks, PARKS'S WWE SMACKDOWN REPORT 8/16: Ongoing "virtual time" coverage of Friday show, including Van Dam & Henry & Big Show vs. The Shield in Pro Wrestling Torch. URL consultato il 17 agosto 2013.
  10. ^ The Shield def. Kane & The New Age Outlaws
  11. ^ The Shield def. Evolution, 04-05-14.
  12. ^ The Shield def. Evolution (No Holds Barred Elimination Match). URL consultato il 2 giugno 2014.
wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling