Death Magnetic

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Death Magnetic
Artista Metallica
Tipo album Studio
Pubblicazione 12 settembre 2008[1]
Durata 74:41
Dischi 1
Tracce 10
Genere Heavy metal[2]
Thrash metal[2]
Hard rock[2]
Etichetta Warner Bros.
Produttore Rick Rubin
Registrazione 12 marzo 2007[3]–marzo 2008 ai Sound City Studios di Van Nuys (California); agli Shangri La Studios di Malibù (California) e agli HQ Studios di San Rafael (California)
Formati CD, LP, download digitale
Certificazioni
Dischi d'oro Brasile Brasile[4]
(Vendite: 45.000+)
Francia Francia[5]
(Vendite: 75.000+)
Giappone Giappone[6]
(Vendite: 83.000)
Regno Unito Regno Unito[7]
(Vendite: 100.000+)
Turchia Turchia[8]
(Vendite: 5.000)
Dischi di platino Argentina Argentina[9]
(Vendite: 40.000+)
Australia Australia (2)[10]
(Vendite: 140.000+)
Belgio Belgio[11]
(Vendite: 30.000+)
Canada Canada (4)[12]
(Vendite: 320.000+)
Colombia Colombia[13]
(Vendite: 10.000+)
Danimarca Danimarca[14]
(Vendite: 30.000+)
Europa Europa[15]
(Vendite: 1.000.000)
Finlandia Finlandia (2)[16]
(Vendite: 79.415+)
Germania Germania (2)[17]
(Vendite: 400.000+)
Grecia Grecia[18]
(Vendite: 15.000+)
Messico Messico[19]
(Vendite: 100.000+)Polonia Polonia (2) [20]
(Vendite: 40.000)
Portogallo Portogallo[21]
(Vendite: 20.000+)
Rep. Ceca Rep. Ceca[22]
(Vendite: 20.000+)
Stati Uniti Stati Uniti (2)[23]
(Vendite: 2.000.000+)
Svizzera Svizzera[24]
(Vendite: 30.000+)
Metallica - cronologia
Album precedente
(2003)
Album successivo
(2011)
Singoli
  1. The Day That Never Comes
    Pubblicato: 21 agosto 2008
  2. My Apocalypse
    Pubblicato: 26 agosto 2008
  3. Cyanide
    Pubblicato: 2 settembre 2008
  4. The Judas Kiss
    Pubblicato: 9 settembre 2008
  5. All Nightmare Long
    Pubblicato: 15 dicembre 2008
  6. Broken, Beat & Scarred
    Pubblicato: 3 aprile 2009

Death Magnetic è il nono album in studio del gruppo musicale statunitense Metallica, pubblicato il 12 settembre 2008 dalla Warner Bros. Records.[1]

L'album è il primo del gruppo registrato con il bassista Robert Trujillo, oltre ad essere il primo prodotto da Rick Rubin, dopo che il suo predecessore Bob Rock, già bassista nel disco precedente, aveva prodotto gli album del gruppo dall'album omonimo fino a St. Anger. L'album ha venduto oltre 5 milioni di copie e risulta al quinto posto come album più venduto del 2008.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Composizione[modifica | modifica wikitesto]

Agli inizi del 2004, il frontman James Hetfield rivelò che i Metallica avevano già provato del nuovo materiale durante alcune sessioni in studio, senza menzionare tuttavia piani per un nono album in studio al momento.[25] Il bassista Robert Trujillo affermò successivamente che il gruppo compilò circa 50 ore di musica tra centinaia di riff, progressioni di accordi e linee di basso.[26] Il 30 settembre 2004, Launch Radio rivelò da un'intervista con Hetfield che il gruppo sperava di ritornare in studio nella primavera del 2005 per iniziare a registrare il nono album in studio per la Warner Bros. Records.[27]

Il 10 marzo 2006 Rolling Stone riportò che i Metallica pianificarono di utilizzare i sei mesi successivi per comporre il materiale per l'album, in aggiunta ai due mesi precedenti che il gruppo spese per scrivere musica.[28] Il batterista Lars Ulrich inoltre affermò che il gruppo stava andando molto d'accordo in studio rispetto agli anni in cui realizzarono St. Anger.[29] Il 6 aprile, lo stesso Ulrich rivelò che i Metallica aveva composto sei-sette canzoni (ad esclusione delle parti vocali), prendendo spunto dai vari riff registrati durante i pre-concerti del Madly in Anger with the World Tour.[30]

Il 20 maggio il chitarrista Kirk Hammett rivelò che erano state composte 15 nuove canzoni mentre Hetfield elogiò il nuovo produttore Rick Rubin per il suo stile di produzione nel dare al gruppo molta libertà e mantenere le tensioni al minimo.[31] Una settimana più tardi i Metallica aggiornarono il proprio sito ufficiale con un video mostrante informazioni relative all'album;[32] all'interno del video, Ulrich disse del nuovo album:[33]

« Ai giorni d'oggi quando sei in studio di registrazione, ognuno presume che tu stia lavorando a del materiale nuovo, cosa che noi tecnicamente abbiamo fatto. La differenza sostanziale tra questo momento e quello passato è che in questi mesi non ci sono state separazioni reali tra la stesura dei brani e la registrazione dei suddetti. Con St. Anger nessuno prese spunto da abbozzi precedenti, è stato realizzato sul momento. Con questo nuovo album invece stiamo facendo esattamente ciò che facemmo con gli album precedenti. »

Registrazione[modifica | modifica wikitesto]

Per la produzione dell'album sono stati utilizzati tre diversi studi di registrazione: i Sound City Studios di Van Nuys, i Shangri La Studios di Malibù e gli HQ di San Rafael. In un'intervista alla rivista Revolver Magazine, Ulrich affermò che il gruppo vorrebbe concepire l'album esattamente come fecero con gli album realizzati prima dell'arrivo dell'ex-produttore Bob Rock: sedendosi, scrivendo un numero limitato di canzoni per poi entrare in studio a registrarle. Inoltre quotò Rubin dicendo che egli "non vuole iniziare il processo di registrazione fino a quando ogni canzone che deve essere portata in studio non fosse il più completa possibile al 100%."[34] Più tardi Ulrich affermò che i Metallica restrinse 25 potenziali canzoni a 14, le quali sarebbero state registrate nella settimana successiva.[35]

Il 4 giugno Robert Trujillo affermò che soltanto alcune parti di due canzoni inedite (The New Song e The Other New Song, portate al debutto rispettivamente il 6 giugno 2006 a Berlino e il 12 agosto dello stesso anno a Tokyo) sarebbero state inserite all'interno dell'album.[36] Il gruppo sperò di completare l'album tra ottobre o novembre, dopodiché sarebbe potuto entrare nella fase di missaggio,[37] la quale sarebbe stata curata da Greg Fidelman.[38] Ulrich inoltre aggiunse che l'album sarebbe uscito nella primavera del 2008.[37]

Il 15 maggio 2008 Ulrich confermò che i Metallica hanno registrato undici canzoni per Death Magnetic, nonostante ne siano apparse soltanto dieci a causa del superamento del limite di durata del CD.[39] L'undicesima traccia, intitolata Shine, era una canzone a detta di Hetfield "basata su Layne Staley, un martire rock & roll magnetizzato dalla morte."[40]

Il titolo[modifica | modifica wikitesto]

Kirk Hammett giocò un ruolo fondamentale per l'ispirazione del titolo, quando portò una foto del passato cantante degli Alice in Chains Layne Staley in studio mentre i Metallica stavano registrando. "Quella foto era lì da molto tempo," disse Hammett, "Penso abbia pervaso la psiche di James."[40] Hetfield, chiedendosi perché qualcuno con così grande talento avesse scelto la strada della morte, decise di scrivere una canzone (intitolata Rebel of Babylon) basata su questa domanda.[40]

Il 16 luglio 2008 Hetfield commentò il titolo definitivo dell'album:[41]

« Death Magnetic, almeno il titolo, per me è iniziato come sorta di tributo alle persone cadute nella nostra attività, come Layne Staley e molte altre persone che hanno perso la vita, in fondo. Pensando alla morte, alcune persone sono come attratte da essa, come un magnete, [e] altre invece hanno paura di essa e la respingono. Il concetto che tutti noi moriremo a volte è troppo discusso e a volte non se ne parla affatto — nessuno vuole tirare fuori questo argomento; è il classico elefante nella stanza. Ma prima a poi arriverà un momento in cui noi avremo a che fare con la morte. »

Il titolo è stato preso da una strofa del brano My Apocalypse. Secondo Hammett, un altro titolo considerato per l'album era Songs of Suicide and Forgiveness.[40]

Tracce inedite[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Beyond Magnetic.

Alcune canzoni inedite, tra cui la già menzionata Rebel of Babylon, ma anche Hell and Back e Hate Train, furono scartate da Death Magnetic. I titoli furono confermati da Hammett e da Ulrich nel video di MetOnTour del 20 dicembre 2008.[42]

In occasione delle quattro date del concerto del 30º anniversario dei Metallica, avvenuto agli inizi del mese di dicembre 2011, i Metallica portarono al debutto Hate Train, Just a Bullet Away (precedentemente intitolata Shine), Hell and Back e Rebel of Babylon. Il giorno dopo ogni concerto, i membri del fan club ufficiale ricevettero un'e-mail con un codice per scaricare gratuitamente una versione in studio del brano eseguito al concerto.[43][44][45][46]

I quattro brani furono successivamente inseriti nell'EP Beyond Magnetic, pubblicato inizialmente sull'iTunes Store il 13 dicembre 2011.

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Kirk Hammett e James Hetfield a Londra nel 2008

Durante l'Escape from the Studio '06 Tour, i Metallica suonarono due brani inediti: The New Song, eseguita per la prima volta il 6 giugno 2006 a Berlino,[47] e The Other New Song eseguita per la prima volta il 12 agosto 2006 a Tokyo.[48]

Nonostante nessuna delle due canzoni inedite furono inserite in Death Magnetic, il riff iniziale di The End of the Line e l'interludio di All Nightmare Long provengono da The New Song.[36]

Il 9 agosto 2008, all'Ozzfest di Dallas, i Metallica portarono al debutto il primo brano proveniente da Death Magnetic, Cyanide,[49] mentre il 22 agosto, al Leeds Festival, il gruppò portò al debutto il primo singolo The Day That Never Comes.[50]

Il 2 settembre un negozio di dischi di Parigi mise erroneamente in vendita Death Magnetic dieci giorni prima dell'uscita ufficiale.[51] Questo ha portato alla diffusione dell'album sulla rete prima della data prevista, i Metallica si sono rivolti a tale faccenda dichiarando: "Siamo nel 2008, oggi funziona così, e va bene così. Siamo felici."[52] Inoltre circolò la voce che la Universal Music stesse prendendo la decisione di anticipare ufficialmente l'uscita di Death Magnetic per il 9 settembre anziché il 12,[53] fatto prontamente smentito sia dai Metallica che dalla Universal stessa.[54]

Critiche sul mastering[modifica | modifica wikitesto]

Come mostra la forma d'onda, la versione in CD di Death Magnetic (in alto) è più compressa (meno dinamica) rispetto alla versione pubblicata su Guitar Hero (in basso).

L'album è stato criticato per aver compromesso la qualità del suono, a causa di un'elevata compressione del livello audio.[55] Sean Michaels di The Guardian spiegò che "i problemi audio sono il risultato della loudness war, una pratica dell'industria discografica che porta le registrazioni al volume più alto possibile".[56]

I fan notarono che i problemi sonori non erano presenti nel pacchetto scaricabile nel videogioco Guitar Hero III: Legends of Rock, in cui le tracce sono presenti separatamente a causa delle meccaniche di gioco ed erano state inviate ai produttori del gioco prima che il processo di mastering iniziasse.[57]

I Metallica e Rubin inizialmente rifiutarono di rilasciare dichiarazioni relative al problema, mentre il manager del gruppo Cliff Burnstein affermò che coloro che si lamentano del sound erano in minoranza e che la risposta sull'album era "assolutamente positiva".[58] Ulrich più tardi confermò in un'intervista alla rivista Blender, che un certo controllo creativo sulla produzione dell'album era stato effettivamente trasferito a Rubin, ma sottolineò anche la sua soddisfazione per il prodotto finale.[59][60]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi di James Hetfield, musiche di James Hetfield, Lars Ulrich, Kirk Hammett e Robert Trujillo.

  1. That Was Just Your Life – 7:08
  2. The End of the Line – 7:52
  3. Broken, Beat & Scarred – 6:25
  4. The Day That Never Comes – 7:56
  5. All Nightmare Long – 7:57
  6. Cyanide – 6:39
  7. The Unforgiven III – 7:46
  8. The Judas Kiss – 8:00
  9. Suicide & Redemption – 9:57
  10. My Apocalypse – 5:01
Coffin Box (Death Magnetic Deluxe Edition)[61]
  • Demo Magnetic
  1. Hi Guy – 7:11
  2. Neinteen – 7:35
  3. Black Squirrel – 6:13
  4. Casper – 8:15
  5. Flamingo – 7:59
  6. German Soup – 6:31
  7. UN3 – 7:46
  8. Gymbag – 7:55
  9. K2LU – 9:30
  10. Ten – 5:18
  • Making Magnetic
  1. That Was Just Your Life – 12:01
  2. The End of the Line – 12:12
  3. Broken, Beat & Scarred – 13:20
  4. The Day That Never Comes – 10:48
  5. All Nightmare Long – 9:59
  6. Cyanide – 13:30
  7. The Unforgiven III – 10:26
  8. The Judas Kiss – 12:36
  9. Suicide & Redemption – 12:12
  10. My Apocalypse – 11:50

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Altri musicisti

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2008) Posizione
massima
Argentina[62] 1
Australia[63] 1
Austria[63] 1
Belgio (Fiandre)[63] 1
Belgio (Vallonia)[63] 2
Brasile[64] 4
Canada[65] 1
Colombia[13] 1
Croazia[66] 1
Danimarca[63] 1
Europa[67] 1
Finlandia[63] 1
Francia[63] 1
Germania[63] 1
Giappone[68] 3
Grecia[63] 1
Irlanda[69] 1
Italia[63] 1
Messico[63] 1
Norvegia[63] 1
Nuova Zelanda[63] 1
Paesi Bassi[63] 1
Polonia[70] 1
Portogallo[63] 1
Regno Unito[71] 1
Repubblica Ceca[72] 1
Spagna[63] 2
Stati Uniti[73] 1
Stati Uniti (digital albums)[74] 1
Stati Uniti (alternative albums)[75] 12
Stati Uniti (hard rock albums)[76] 1
Stati Uniti (rock albums)[77] 1
Svezia[63] 1
Svizzera[63] 1
Ungheria[78] 2

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Death Magnetic, Metallica.com. URL consultato il 12 dicembre 2012.
  2. ^ a b c (EN) Death Magnetic in Allmusic, All Media Network. URL consultato il 13 giugno 2014.
  3. ^ (EN) Newsferatu, Metallica To Start Recording March 12th, KNAC.com, 9 febbraio 2007. URL consultato il 3 settembre 2008.
  4. ^ (EN) METALLICA Receives Gold, Platinum In Brazil, Blabbermouth.net, 1º febbraio 2010. URL consultato il 14 febbraio 2010.
  5. ^ (FR) Certifications Albums Or - année 2008, DisqueEnFrance.com, 29 settembre 2008. URL consultato l'11 febbraio 2009.
  6. ^ (JA) ゴールド等認定作品認定 2008年9月, RIAJ.or.jp. URL consultato il 24 febbraio 2009.
  7. ^ (EN) Certified Awards, BPI.co.uk. URL consultato il 28 novembre 2013.
  8. ^ (TR) 2009 MÜ-YAP MÜZİK ENDÜSTRİSİ ÖDÜLLERİ, MU-YAP.org. URL consultato il 28 novembre 2013.
  9. ^ (ES) Discos de Oro y Platino, Cámara Argentina de Productores de Fonogramas y Videogramas. URL consultato il 10 febbraio 2009.
  10. ^ (EN) ARIA Charts - Accreditations - 2008 Albums, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 27 gennaio 2009.
  11. ^ (NL) Ultratop 50 Albums, Ultratop.be, 25 ottobre 2008. URL consultato il 10 febbraio 2009.
  12. ^ (EN) Gold Platinum Database, MusicCanada.com, 15 ottobre 2009. URL consultato il 28 novembre 2013.
  13. ^ a b (ES) Death Magnetic, lo nuevo de Metallica, El Espectador, 24 settembre 2008. URL consultato il 3 giugno 2010.
  14. ^ (EN) Death Magnetic Danish certifications, IFPI.dk. URL consultato il 28 novembre 2013.
  15. ^ (EN) IFPI Platinum Europe Awards - 2008, IFPI.org. URL consultato il 22 gennaio 2009.
  16. ^ (EN) IFPI Finland Searchable database - Gold and Platinum, IFPI.fi. URL consultato il 7 luglio 2009.
  17. ^ (DE) Gold-/Platin-Datenbank, Musikindustrie.de. URL consultato il 28 novembre 2013.
  18. ^ (EN) Top 50 Ξένων Aλμπουμ - Εβδομάδα 46/2008, IFPI.gr. URL consultato il 28 novembre 2010 (archiviato dall'url originale il 1º dicembre 2008).
  19. ^ (ES) Los Más Vendidos - Semana Del 17 al 23 de Noviembre de 2008, Greaves.tv. URL consultato il 28 novembre 2013 (archiviato dall'url originale il 3 dicembre 2008).
  20. ^ (PL) Death Magnetic Polish certification, ZPAV.pl. URL consultato il 28 novembre 2013.
  21. ^ (PT) Discos de Ouro e Platina: GALARDÕES 2008, AFP.org.pt. URL consultato l'11 novembre 2010.
  22. ^ (CS) U2 vydali nové album No Line On The Horizon, ČTK. URL consultato il 14 giugno 2009.
    «Metallica v České republice prodala 20.459 nahrávek Death Magnetic.».
  23. ^ METALLICA's 'Death Magnetic' Certified Double Platinum In U.S, Blabbermouth.net, 22 luglio 2010. URL consultato il 28 novembre 2013.
  24. ^ (DE) Edelmetall 2008, hitparade.ch. URL consultato l'11 febbraio 2009.
  25. ^ (EN) METALLICA's HETFIELD Talks About DAVE MUSTAINE, EXODUS And Follow-up To 'St. Anger', 16 gennaio 2004. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  26. ^ (EN) METALLICA Bassist Says There Are More Than 50 Recorded Hours Of New Music To Sift Through, Blabbermouth.net, 15 ottobre 2004. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  27. ^ (EN) METALLICA Frontman Wishes 'St. Anger' Songs Were Shorter, Blabbermouth.net, 30 settembre 2004. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  28. ^ (EN) METALLICA To Spend Six Months Writing Before Commencing Recording Process, Blabbermouth.net, 10 marzo 2006. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  29. ^ (EN) LARS ULRICH: No Therapist Needed On New METALLICA Album, Blabbermouth.net, 20 marzo 2006. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  30. ^ (EN) METALLICA Continue Work On New Album, Attend QUEEN Show In California, Blabbermouth.net, 16 aprile 2006. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  31. ^ (EN) Metallica's Hammett: 'We Have Fifteen Songs' Written for Next Album, Blabbermouth.net, 20 maggio 2006. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  32. ^ (EN) Sam Collins, Metallica Update, Iomusic.com. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  33. ^ (EN) METALLICA's ULRICH: 'We're Actually Not Recording Right Now', Blabbermouth.net, 20 maggio 2006. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  34. ^ (EN) METALLICA's LARS ULRICH On New Songs: 'We're Trying To Be As Self-Critical As Possible', Blabbermouth.net, 17 gennaio 2007. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  35. ^ (EN) METALLICA To Record 14 New Songs Starting Next Week; 2008 Release Expected, Blabbermouth.net, 5 marzo 2007. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  36. ^ a b (EN) METALLICA Bassist TRUJILLO: New Album Is Dynamic, Heavy And Groovin', Blabbermouth.net, 4 giugno 2007. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  37. ^ a b (EN) METALLICA's LARS ULRICH: New Album To Arrive Next Spring, Blabbermouth.net, 12 luglio 2007. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  38. ^ (EN) METALLICA's New Album To Be Mixed By GREG FIDELMAN, Blabbermouth.net, 16 maggio 2008. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  39. ^ (EN) William Goodman, Breaking News: Metallica Tells All About New Album, Spin.com, 15 maggio 2008. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  40. ^ a b c d Metallica: Metal Machines (Louder Faster Stronger), Rolling Stone, ottobre 2008, pp. 58–67.
  41. ^ (EN) HETFIELD: TRUJILLO Has Written More On New METALLICA Album Than NEWSTED Had In 14 Years, Blabbermouth.net, 17 luglio 2008. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  42. ^ (EN) 2008 Tour Videos, Metallica.com. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  43. ^ (EN) Listen: Metallica's previously unreleased song, Hate Train, MusicRadar.com, 8 dicembre 2011. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  44. ^ (EN) METALLICA: Another Previously Unreleased Song From 'Death Magnetic' Sessions Available, Blabbermouth.net, 8 dicembre 2011. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  45. ^ (EN) METALLICA: Another Previously Unreleased Song From 'Death Magnetic' Sessions Available, Blabbermouth.net, 10 dicembre 2011. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  46. ^ (EN) METALLICA: Another Previously Unreleased Song From 'Death Magnetic' Sessions Available, Blabbermouth.net, 11 dicembre 2011. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  47. ^ (EN) METALLICA Debut New Song At Berlin Concert, Blabbermouth.net, 6 giugno 2006. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  48. ^ (EN) Metallica Perform Another New Song, Ultimate-Guitar.com. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  49. ^ (EN) August 9, 2008 - Ozzfest, Dallas, TX, LiveMetallica.com. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  50. ^ (EN) METALLICA's ULRICH, HAMMETT Talk About 'The Judas Kiss'; Video Available, Blabbermouth.net, 11 settembre 2008. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  51. ^ Local Chapter ufficiale italiano, ZonaMetallica.com, 2 settembre 2008. URL consultato il 3 settembre 2008.
  52. ^ La grande conversione dei Metallica, Punto-Informatico.it, 8 settembre 2008. URL consultato l'8 settembre 2008.
  53. ^ Metallica - Death Magnetic, contromisure in Francia, Zonarock.it, 2 settembre 2008. URL consultato il 3 settembre 2008.
  54. ^ (EN) METALLICA: No Early Release For 'Death Magnetic', Blabbermouth.com, 4 settembre 2008. URL consultato il 7 settembre 2008.
  55. ^ (EN) Fans threaten to send back Metallica, BBC.co.uk, 9 ottobre 2008. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  56. ^ (EN) Sean Michaels, Metallica Album Latest Victim in 'Loudness War'?, Guardian.co.uk, 17 settembre 2008. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  57. ^ (EN) Metallica Fans Hit Guitar Hero for Better Sound, IGN.com, 16 settembre 2008. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  58. ^ (EN) Ethan Smith, Even Heavy-Metal Fans Complain That Today's Music Is Too Loud!!!, Wall Street Journal, 25 settembre 2008. URL consultato il 26 settembre 2008.
  59. ^ (EN) Mark Yarm, Exclusive: Metallica Drummer Lars Ulrich Breaks Band's Silence on Death Magnetic Loudness Controversy, Blender.com, 29 settembre 2008. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  60. ^ (EN) Eliot Van Buskirk, Lars Ulrich Responds to Death Magnetic Mixing Criticism, Wired.com, 29 settembre 2008. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  61. ^ Coffin Box - metallica.com
  62. ^ Argentinian Albums Chart, Capif.org.ar. URL consultato l'11 novembre 2010.
  63. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r (NL) Metallica - Death Magnetic, Ultratop.be. URL consultato il 28 novembre 2013.
  64. ^ (PT) Brazil Certifications, ABPD. URL consultato il 27 giugno 2009.
  65. ^ (EN) Metallica - Chart history (Canadian Albums), Billboard.com. URL consultato il 28 novembre 2013.
  66. ^ Croatian International Albums Chart
  67. ^ European Top 100 Albums Chart, Billboard.com. URL consultato l'11 novembre 2010.
  68. ^ Japanese Albums Chart, Oricon.co.jp. URL consultato l'11 novembre 2010.
  69. ^ Irish Album Chart, Irma.ie, 4 novembre 2010. URL consultato l'11 novembre 2010.
  70. ^ (EN) Polish Albums Chart, OLiS.ONYX.pl, 25 ottobre 2010. URL consultato l'11 novembre 2010.
  71. ^ (EN) 2008 Top 40 Official Albums Chart UK Archive - 20th September 2008, OfficialCharts.com. URL consultato il 28 novembre 2013.
  72. ^ all: Economia, a.s., Czech Republic Album Chart, Mam.ihned.cz. URL consultato l'11 novembre 2010.
  73. ^ (EN) Metallica - Chart history (Billboard 200), Billboard.com. URL consultato il 28 novembre 2013.
  74. ^ (EN) Metallica - Chart history (Digital Albums), Billboard.com. URL consultato il 28 novembre 2013.
  75. ^ (EN) Metallica - Chart history (Alternative Albums), Billboard.com. URL consultato il 28 novembre 2013.
  76. ^ (EN) Metallica - Chart history (Hard Rock Albums), Billboard.com. URL consultato il 28 novembre 2013.
  77. ^ (EN) Metallica - Chart history (Top Rock Albums), Billboard.com. URL consultato il 28 novembre 2013.
  78. ^ Hungarian Albums Chart, Mahasz.hu. URL consultato l'11 novembre 2010.
metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di metal