Elefante nella stanza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Elefante nella stanza (en. Elephant in the room) è un'espressione tipica della lingua inglese per indicare una verità che, per quanto ovvia e appariscente, viene ignorata o minimizzata. L'espressione può riferirsi anche ad un problema molto noto ma di cui nessuno vuole discutere.[1] L'idea alla base è che un elefante dentro una stanza sarebbe impossibile da ignorare; quindi, le persone all'interno della stanza fanno finta che questo non sia presente, evitando così di affrontare un problema più che palese.

Il primo uso attestato della frase, in qualità di similitudine, è registrato nell'Oxford English Dictionary, che rimanda ad un articolo del New York Times del 20 giugno 1959: "Finanziare le scuole è diventato un problema più o meno uguale ad avere un elefante in salotto. È così grande che non si può semplicemente ignorarlo".[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Cambridge University Press. (2009). Cambridge academic content dictionary, p. 298.
  2. ^ OED, Draft Additions June 2006: elephant, n., OUP. URL consultato l'11 novembre 2008.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

linguistica Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di linguistica