Musica e dischi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Musica e dischi
Stato Italia Italia
Lingua italiano
Periodicità Mensile
Genere Informazione e critica musicale
Formato magazine
Fondazione ottobre 1945
Sede Milano
Diffusione cartacea Nazionale
Direttore Mario De Luigi
 

Musica e dischi è la più importante (nonché la più longeva) rivista musicale specializzata italiana.

Storia della rivista[modifica | modifica sorgente]

Nata nell'ottobre 1945 a Milano, con la denominazione Musica (Dischi verrà aggiunto nel secondo numero) ed il formato da quotidiano, per iniziativa del giornalista e musicologo Aldo Mario De Luigi, ex dirigente discografico della VCM (l'attuale Emi), esce con cadenza mensile.

Nei primi tempi la rivista si occupa esclusivamente di musica classica ed è venduta solo tramite abbonamento, ma già negli anni '50 inizia a spaziare nel jazz e nella musica leggera.

È in questo periodo che inizia a dare uno spazio maggiore alle recensioni dei dischi e a pubblicare, a partire dal 1960, le prime classifiche dei singoli più venduti in Italia.

Nel 1968, con la morte del fondatore, la direzione è stata assunta dal figlio, Mario De Luigi, che ne è tuttora il direttore.

È diventata un punto di riferimento per tutti i lavoratori del settore, anche per via dell'annuario Chi e dove (che racchiude annualmente tutti gli indirizzi delle case discografiche, degli studi di registrazione e dei produttori musicali italiani).

Nel numero 735, pubblicato a dicembre 2009, viene annunciato dal direttore De Luigi il trasferimento, a partire da marzo 2010, della rivista su Internet: Musica e dischi cesserà quindi la pubblicazione cartacea, dopo 65 anni, per diventare un periodico online.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]